-2°

libri

L'atlante rock. I luoghi della musica

Giro del mondo in 400 pagine da Abbey Road a Woodstock passando per Nashville, Asbury Park e l'isola di Wight

L'atlante rock. I luoghi della musica
Ricevi gratis le news
0
 

Il primo luogo potrebbe essere un garage qualsiasi. Un garage dove un gruppo di ragazzi, facciamo che fossero i Sex Pistols, si metteva a provare, infastidendo gli inquilini dei piani di sopra, quando non si era fortunati a suonare in campagna. E’ da quel garage, da quelle fattorie, che poi si misero in moto tante band. La casa editrice Hoepli ha appena dato alle stampe «Atlante Rock – Viaggio nei luoghi della musica», di Ezio Guaitamacchi, famoso critico musicale, uno a cui la musica sta attillata come una tuta delle star anni Ottanta e i jeans di Mick Jagger, un giornalista-viaggiatore che ha consumato tante suole quanto inchiostro e voce per narrarci il Rock.

Il libro è pensato come una guida e per questo si presta a diversi utilizzi: per organizzare itinerari turistici a suon di Fender (ok, anche di Gibson, Ibanez…), come percorso sonoro per riscoprire melodie perdute, alla ricerca di quel gruppo o quella cantante che non ascoltiamo da tempo. Un guida rock scritta da un Mr. Fogg che fa il suo giro del mondo musicale in ben più di 80 giorni: dal didgeridoo australiano ai cori zulu di Capo di Buona Speranza, dal sitar del Kerala al charango sudamericano. Un vero «magical mistery tour». Chiaro, da un «Atlante Rock» ci si aspettano Woodstock, Abbey Road, l’isola di Wight, Nashville, New Orleans, considerata da The Edge «la città più musicale del mondo». Infatti questi luoghi ci sono alla grande e ce ne sono tanti e tanti ancora. Poteva mancare l’Asbury Park del Boss? Oppure la Memphis di Elvis? Seattle (anche per il grunge)? E poi luoghi forse meno cliccati o visitati fisicamente, tipo gli studi Fame, in Alabama, dove – dopo un inizio non proprio entusiasmante – venne scritta buona parte della storia discografica di soul, rock e pop negli anni '60 e '70. Luoghi semisconosciuti, sì. Proprio per questo è giunto il momento di incontrarli, non credete? Ecco allora che parte il viaggio di Guaitamacchi, con quella faccia da cowboy su e giù per gli States e attraverso la nobile Britannia, alle sorgenti del rock.

Il volume - ottima grafica 382 pagine a colori, euro 29.90, ebook 19,99 - propone finestre alla stregua di un pc e tra queste apriamo alcune citazioni. Ad esempio quando John Lennon ebbe a dire «se volete dare un altro nome al rock’n’roll, chiamatelo Chuck Berry». Bob Dylan ricorda così il suo amico Dave Van Ronk: «Era capace di ululare e di sussurrare, di trasformare una ballata in un blues e un blues in una ballata. Incarnava alla perfezione lo spirito del Village: anzi, lui era il re del Greenwich Village». Lou Reed provocò con queste parole: «Se c’è qualcuno che ha davvero a cuore i destini di New York e che ha le carte in regola per usare il nome della sua città come titolo di un album, quello sono io». Poche pagine più in là c’è Bill Graham che dalla California, forse ancora inebriato dalla «Summer of love», confessa: «Quando sono a San Francisco mi dimentico di pregare: mi sembra di essere in paradiso» (Frisco è proprio così, ndr). Otis Redding non nasconde il suo passatempo preferito: «Fischiettare e perder tempo, seduto su un molo della baia». Ci spostiamo in Terra d’Albione: quando suo nipote chiese a Marianne Faithfull com’era Londra negli anni '60, lei gli fece ascoltare «Purple Haze», «e lui capì». Aneddoti scanditi come un giro armonico di blues sul pianoforte. Il libro è arricchito da decine di immagini evocative, mappe, soundtrack. Un lavoro coi baffi. Purtroppo manca un indice dei nomi e non è quindi facile risalire a Paul Weller o a Joni Mitchell.

Oltre che un libro di musica e geografia, è un libro di storia, sociologia, arte, politica, cinema, moda. Di riscoperta di luoghi diventati cult: pub, motel (Patti Smith e Robert Mapplethorpe cementarono la loro unione artistica al Chelsea Hotel), club (uno per tutti: il Cavern), studi di registrazione (l’Electric Lady Studios di Jimi Hendrix), negozi di dischi, musei (magnifico il Johnny Cash Museum), case (come quelle di Janis Joplin, dei Jefferson Airplane o dove vivevano i poeti della beat generation), statue. Lapidi. Saliamo quindi su questo «magic bus» di cellulosa, come lo descriverebbero gli Who, per percorrere idealmente e ascoltare, sfogliando, le street songs che hanno tracciato, su vinile, il Novecento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

Notturni in Musica. I successi del jazz e del musical

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

COMITATO

Manifesto per San Leonardo chiede più sicurezza: "Non installate le telecamere promesse"

Lettera aperta alla giunta comunale: "Bene essere capitale della cultura ma vorremmo che Parma fosse città sicura 2018"

2commenti

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat