14°

Arte-Cultura

Quadri come fotogrammi

Quadri come fotogrammi
0

di Lisa Oppici

E' una mostra d’arte, certo, ma dentro c'è tanto cinema. Lo stesso allestimento è pensato in chiave cinematografica. Del resto il cinema e l’arte in tutto quello che ho fatto s'inseguono e s'intrecciano: succede sempre così». Francesco Barilli non nasconde l’emozione: alla vigilia dell’inaugurazione, prevista per oggi alle 18, chiacchiera volentieri della mostra «Francesco Barilli. Tutta una vita», che sarà aperta da oggi  al 31 ottobre alla Galleria Sant'Andrea (via Cavestro). È un vero e proprio vulcano d’idee e di parole, diviso com'è tra l’allestimento dell’esposizione parmigiana, che cura personalmente, il set milanese del nuovo film dei fratelli Vanzina («L'ultima sfilata», thriller ambientato nel mondo della moda a 25 anni da «Sotto il vestito niente») e i progetti cinematografici da regista. Partiamo dalla mostra, 120 opere dalle tecniche più disparate, dall’acquerello all’inchiostro: «Sono quadretti abbastanza piccoli... Quasi fotogrammi, quasi piccoli film suddivisi in settori: c'è la guerra, c'è l’Italia, gli interni, il Po, gli animali... Tutta la mia roba, più o meno. In più ci sono cinque quadri grandi. E c'è un’intera parete, che si chiama ''Cinema'', dove sono esposti lavori sui film che non ho fatto: ho trovato storyboard, materiali di un film che doveva chiamarsi ''Diavoli a Natale'', disegni e altro ancora. E' tutto montato come se fossero fotogrammi: sembreranno sequenze vere e proprie», spiega l’autore, che delle opere in mostra dice: «Luca Sommi è venuto a casa mia a Roma, ha visto tutti questi lavori e mi ha detto che era un peccato non esporli: da lì l’idea della mostra». L’esposizione, realizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune in collaborazione con Ucai - Centro culturale S. Andrea e Fondazione Monte di Parma, sarà accompagnata da un corposo catalogo curato dallo stesso artista e pubblicato da Mup Editore. Per Barilli questo non è che uno dei «lavori in corso». Gli altri sono tutti cinematografici. «C'è il film dei Vanzina, che sto facendo da attore: sono un vice questore. E poi ci sono i progetti da regista, alcuni dei quali in fase già molto avanzata».

Tutti progetti che manifestano la passione di Barilli per il noir, filone per il quale è considerato tra i grandi autori non solo in Italia ma anche all’estero. I suoi «Il profumo della signora in nero» e «Pensione paura» sono cult per gli appassionati del genere, ed è anche grazie a questo che Barilli sarà dal 7 ottobre a Barcellona nella giuria del Sitges Film Festival. Eccoli dunque, i tre progetti cinematografici in cantiere: «Il primo s'intitolerà ''La piccola signora nella grande casa'', e le riprese partiranno a marzo. È la storia di una persona che arriva in una casa e non ne esce più se non alla fine - racconta - dopo che è successo di tutto. Il meccanismo sarà quello delle scatole cinesi, che a me piace molto. Stiamo scrivendo la sceneggiatura con Federico Zampaglione e mio figlio Bernardo, che sarà anche produttore con Buddy Gang. Tra gli interpreti ci sarà Claudia Gerini, e Zampaglione curerà anche le musiche. Vorrei girare gli interni a Roma, ricreando l’appartamento in studio per potermi muovere al meglio con carrelli e macchine, e per gli esterni mi piacerebbe andare a Trieste». Il secondo è un film su cui Barilli sta lavorando da tempo. Mentre parliamo mostra felice un fascicolo: non un copione vero e proprio ma un trattamento già molto avanzato, con tanto di immagini. Lo sta scrivendo con Guido Conti: «S'intitola ''L'uomo dei fiumi profondi'' - spiega - ed è un film curioso, composito. È ambientato sul Po e c'entrano dei mostri, ma è fondamentalmente una storia d’amore, di musica e di sentimenti». Qui non ci sono date d’inizio set, ma Barilli si sta muovendo per arrivarci. Terzo e ultimo progetto: «Sto scrivendo un horror che mi hanno chiesto solo per il video. Sarà un horror a basso costo tutto girato qui. Ma non a Parma città: ai Boschi di Carrega, al Museo Guatelli di Ozzano, sulla frana di Corniglio». Tanta carne al fuoco, dunque, per l’artista parmigiano. «Diciamo che in questi anni non sono rimasto con le mani in mano. In questi momenti di crisi non solo economica ma anche di idee ho continuato a lavorare, a progettare e a pensare: ho preparato quello che sto facendo adesso».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

1commento

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Collezionismo e antiquariato di nuovo protagonisti a Parma

L'EVENTO

Mercanteinfiera protagonista
a Parma

Lealtrenotizie

Parma espugna 1-0  Salò

lega pro

Basta un gol: il Parma espugna Salò (1-0) e risponde al Venezia Gallery Video: il gol

Mazzocchi e Corapi: "Partita rognosa, ma aabiamo portato a casa i tre punti" (Video) - Pacciani: "Poco brillanti, ma conta la vittoria" (Video)La squadra saluta gli oltre ottocento tifosi (Video)Il Venezia schiaccia la Samb 3-1. Anche il Padova vince (Risultati e classifica)

2commenti

parma-feralpi

D'Aversa. "Risultato importante, ma vorrei più personalità" Video

evento

Volti, colori e...oggetti da Mercanteinfiera Gallery

pallavolo

Finisce l'era Magri: Cattaneo nuovo presidente Fipav

Bassa

Successo per la Verdi Marathon: 2.200 partecipanti, sole e... Verdi sul palco Foto

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

11commenti

gazzareporter

Il soffitto della palestra "Del Chicca" perde i pezzi

1commento

Carabinieri

Legna e pellet non pagati: commerciante di Parma raggirato nel Reggiano

Bagnolo in Piano: denunciato un 52enne di Crotone, la nipote e il suo compagno

Borgotaro

Discute con una coppia, torna armato di coltello: un ferito nel parapiglia

Marocchino bloccato dai carabinieri 

7commenti

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

1commento

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

1commento

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

CURIOSITA'

Cartello «anti-rudo» al Campus

1commento

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

IL CASO

Sorbolo, contro furti e degrado il controllo si fa correndo

Nasce il progetto «Arrestiamoli»: lo sperimentano il sindaco e due runner

1commento

Sos animali

Cinque cuccioli cercano casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Auguri Giorgio Torelli, un parmigiano speciale

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

10commenti

ITALIA/MONDO

brescello

Ristoratore respinge due rapinatori armati di scacciacani

ROVIGO

Errore in un documento: niente funerale, la defunta risulta viva

SOCIETA'

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

il libro

Vita, morte e miracoli: i Pearl Jam "scritti" da due fan

SPORT

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

SEI NAZIONI

L'Italia perde lottando a Twickenham

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia