-3°

Arte-Cultura

Bustarelle: millenni di scandali

Bustarelle: millenni di scandali
Ricevi gratis le news
0

di Christian Stocchi
La storia, si sa, è maestra di vita, ma talvolta ci impartisce lezioni che vorremmo ignorare. Soprattutto quando ci dice chi siamo e ci indica impietosa la voragine del nostro lato oscuro. Perché - è bene non dimenticarlo - l’uomo è un impasto strano di luce e di tenebre. E le tenebre sono purtroppo inestirpabili, a prescindere dal tempo o dalla latitudine in cui ci tocca in sorte di nascere. In un saggio ricco di citazioni e di utili spunti di riflessione, Carlo Alberto Brioschi esplora «Il malaffare» (Longanesi), offrendo una «breve storia della corruzione» dal mondo antico fino a oggi.

Una lunga storia
Chiamatele come volete: mazzette, tangenti, bustarelle. Ma sappiate che questi fenomeni sono sempre esistiti. Così come non sono mai mancati nella storia altri comportamenti che possiamo catalogare genericamente sotto il nome di corruzione. Occorre, tuttavia, tenere presente qualche dato culturale e psicologico: il principio del «do ut des» appartiene a una zona grigia a cui spesso è stata riconosciuta una certa dignità sociale. Nell’Antico Testamento, ad esempio, il principio della reciprocità è spesso presente e - nota l’autore - l’antica società mediorientale appare informata su questo criterio. Nel Nuovo Testamento, tuttavia, si registra un cambiamento di mentalità: Simon Mago, pronto a pagare per acquisire i poteri dello Spirito Santo, è paradigma del tutto negativo. Il mondo greco presenta spunti interessanti. Nell’Odissea, Ulisse appare come un mentitore, un truffatore geniale. Platone, poi, fa constatare a Socrate l’impossibilità di opporsi a una moltitudine corrotta. A Roma la corruzione legata alle cariche pubbliche è assai diffusa: Giulio Cesare ricorre ad ogni mezzo per accedere al consolato e abbattere il potere del Senato; Cicerone rivendica l’opportunità di coltivare le clientele (la raccomandazione è, insomma, una pratica ritenuta virtuosa); ma, ancor prima, lo stesso Catone il Censore subisce più di quaranta processi per corruzione. Senza dimenticare che «gli abiti dei governatori erano fatti solo di tasche», come scrive Brecht con un’allusione provata dalle fonti. Il Medioevo, poi, vive il conflitto tra la diffusione del messaggio cristiano e la pratica quotidiana del potere; usura e simonia si insinuano profondamente nel clero. Nella Divina Commedia, Dante ci offre un quadro sistematico e illuminante. Se nel Cinquecento Machiavelli spiega come il male sia intrinseco all’azione politica per la conservazione dello Stato, «il Seicento è soprattutto in Francia il secolo in cui l’arte della corruzione politica raggiunge il suo apice [...] ma è anche il secolo del moralismo per eccellenza»; successivamente passaggi fondamentali nella storia della corruzione sono, tra gli altri, il trionfo del capitalismo, il colonialismo e l’avvento dei totalitarismi nel Novecento, che dimostrano come il fenomeno non sia caratteristica esclusiva delle democrazie liberali, ma un fatto diffuso anche nelle repubbliche socialiste, ispirate a utopie destinate a restare confinate nel mondo dei sogni.

La corruzione oggi
Oggi la corruzione ha mille facce, ma la sua essenza è sempre la stessa. Certo alcuni elementi culturali sono mutati: prendete il debito, che per millenni è stato sinonimo di colpa e invece oggi, nel villaggio globale, è diventato un incredibile e perverso strumento di arricchimento. Per anni abbiamo nuotato in un mare di crac, bolle speculative e corruzione nell’economia. Ma restano anche le vecchie, care abitudini: ricordate, ad esempio, Tangentopoli? Insomma, la corruzione è viva e gode di ottima salute. In particolare (come testimoniano le classifiche internazionali) in Italia, dove sembra trovare una piacevole residenza. Forse perché questa «consuetudine della corruzione - come sosteneva Sciascia - permea la nostra stessa cultura».

Un futuro roseo? 
Umberto Eco si è chiesto che cosa significhi essere onesto e, ricordando la corruttibilità di chi esercita cariche pubbliche, ha ironicamente concluso: «Non è meglio eleggere subito chi è indiziato di concussione e di peculato, in modo da poterlo controllare?». Allora quali sono le nostre speranze? La giustizia e le leggi, certo. La stampa, quando non è costretta a rinunciare al suo ruolo più alto: quello di cane da guardia (non di compagnia, come spesso succede) del potere. La satira, che colpisce nel segno e ferisce più di mille parole. Ma le nostre speranze, per quanto soffocate dalla certezza dell’invariabilità dei comportamenti umani, potrebbero essere scritte con un colore diverso: il rosa. Se le donne infatti, per secoli emarginate dai processi decisionali, acquisiranno un ruolo più rilevante nella società, probabilmente qualcosa cambierà. Perché il loro modello di comportamento, certamente più trasparente, è relazionale e collaborativo; molto diverso da quello maschile, fondato sulla gerarchia e sull'imposizione. Insomma, al netto di un giustificato pessimismo, possiamo solo auspicare che il nostro futuro sia roseo. In tutti i sensi. 

Il malaffare - Longanesi, pag. 304,  16,00

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Emma Chambers

Emma Chambers

Gran Bretagna

Morta Emma Chambers, sorella di Hugh Grant in "Notting Hill"

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

social

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

INSTAGRAM

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Nasce il progetto civico «Siamo Salso»: «Insieme per costruire il futuro»

AMMINISTRATIVE

Nasce il progetto civico «Siamo Salso»: «Insieme per costruire il futuro»

Traversetolo

I profughi spalano la neve: tregua tra Comune e Betania

VIADANA

Sequestrato un furgone carico di agnelli maltrattati

In treno

Violinista dimentica la valigia, «miracolo» della Polfer

PARMA 2020

Capitale della cultura: svelati tutti i progetti

felino

Ladri sbadati beccati dalla polizia grazie al gps Video

METEO

La neve potrebbe tornare anche in città con il ciclone artico Buran Video

Enel e energia ellettrica: una task force per fronteggiare i disagi (leggi)

7commenti

APPENNINO

Il sindaco Lucchi: "Gelo e neve in arrivo, lunedì scuole chiuse a Berceto e Ghiare"

Serie B: 27a giornata

Empoli in testa all'ultimo istante. Cade il Frosinone. Solo il Bari ne approfitta. La Cremonese non scappa

APPENNINO

Frana sulla strada fra Varsi e Ponte Lamberti: operai al lavoro Video

VIABILITA'

Buche in A1: problemi anche nel tratto parmense dell'autostrada

PARMA

Scontro fra due auto in via Sidoli: due feriti Foto

Incidente all'incrocio con via XXIV Maggio

weekend

Neve "pigliatutto". E poi teatro, fumetti e ballo: l'agenda del sabato

GAZZAREPORTER

Caprioli vicino a ponte Caprazucca Foto

Foto di Federica Romanazzi

ALLARME MAFIE

'Ndrangheta, le infiltrazioni mettono ko le aziende sane

9commenti

RICERCA

Cuore, da Parma parte la rivoluzione farmacologica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Confronti? No grazie. Meglio i monologhi

di Francesco Bandini

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

napoli

Uccide il suo datore di lavoro dopo una lite per 100 euro

ORVIETO

E' morto Folco Quilici: il grande documentarista aveva 87 anni

SPORT

olimpiadi invernali

Ester Ledecka oro anche nello snowboard, male gli azzurri

parma calcio

D'Aversa su Parma-Venezia: "I ragazzi hanno spinto dall'inizio alla fine" Video

SOCIETA'

MODA

Borsalino, la finanza sequestra il marchio: si può vendere Foto: star di Hollywood

Irruzione

Lo streaker più famoso colpisce (ancora) alle Olimpiadi Gallery

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day