12°

22°

Arte-Cultura

Cosa si leggeva sotto i Farnese

Cosa si leggeva sotto i Farnese
0

Pier Paolo Mendogni

Quali erano gli interessi culturali dei parmigiani durante i secoli in cui la città è stata governata dai Farnese? A
questa domanda non è facile rispondere in quanto di solito un simile problema lo si affronta attraverso l’analisi di iniziative di largo richiamo pubblico quali l'istruzione universitaria, le grandi committenze nobiliari e ecclesiastiche in campo artistico, le accademie letterarie, gli spettacoli musicali. Federica Dallasta ha scelto una strada diversa, ben più faticosa per l’enorme mole di documenti originali e non conosciuti che ha consultato, che l’ha fatta approdare a risultati di eccezionale importanza: è andata alla ricerca dei libri che possedevano i privati nelle loro biblioteche. Ne è uscito un quadro inedito e sorprendente, che le ha permesso di trarre una serie di indicazioni che risulteranno utilissime a chiunque vorrà studiare il periodo farnesiano che va dall’istituzione del ducato (1545) alla morte di Antonio Farnese (1731) senza eredi e nel quale la studiosa ha individuato per gli interessi librari tre fasi storiche «la stagione dei cultori delle humanae litterae (fino al 1622, data di morte di Ranuccio I), della preponderanza ecclesiastica (fino al 1680) e infine dell’erudizione storica e scientifica (fino al 1731)».  Testamenti, contratti matrimoniali con elenchi di beni dotali, elenchi di beni che portavano coloro che entravano nei conventi o monasteri, inventari tutelari: sono stati circa duemila gli atti esaminati dal XVI al XVIII secolo (una campionatura vastissima) che hanno riguardato nobili, ecclesiastici, avvocati, letterati, medici ma anche fornai, barbieri e persone di basso ceto sociale. «Sessantun biblioteche annoverano più di cento titoli: in particolare coloro che possono disporre di più di mille titoli si distinguono per la loro attività intellettuale (il teologo Simone Cassola, il letterato conte Pomponio Torelli, il segretario ducale Ranuccio Pico, il conte Carlo Sanvitale, il medico Pompeo Sacco, il giurista Giuseppe Pezzali e il conte Giuseppe Taccoli)». Dove li tenevano i libri? Nelle «scanzie», negli armadi, casse, tavoli; quasi tutti i sacerdoti avevano il Breviario in camera da letto mentre le signore e le ragazze tenevano l’Ufficio di Maria sull'inginocchiatoio. A partire dalla metà del Seicento si nota un aumento della diffusione dei libri che passano sempre più dal latino al volgare mentre negli ultimi decenni del secolo emerge una élite che acquista libri in francese. La popolazione di Parma in quei secoli oscillava tra i 31 e 35mila abitanti. Che cosa si leggeva? I nobili, che conoscevano le lingue antiche, possedevano il maggiore numero di opere classiche. I professionisti (dottori in legge, medici, insegnanti, speziali, matematici, musicisti, amministratori) avevano in prevalenza volumi legati alla loro specializzazione insieme a libri devozionali e di intrattenimento. I ceti medio-bassi preferivano i libri devozionali, scolastici e di intrattenimento in volgare. Le persone di cultura amavano anche leggere per diletto romanzi e drammi pastorali che gli permettevano di evadere dalla vita reale e «fantasticare su una realtà immaginaria»; una ristrettissima cerchia di intellettuali si teneva aggiornata acquistando le novità bibliografiche all’estero, anche se inserite nell’indice dei libri proibiti.
 Di straordinario interesse è la tabella dei privati proprietari di biblioteche, pubblicata in appendice, che consentirà agli studiosi di delineare meglio il profilo di molti personaggi che hanno avuto ruoli importanti nel mondo farnesiano. La Dallasta si è diffusa pure nell’analisi particolareggiata dei singoli periodi soffermandosi sui testi specifici dei vari settori, sulla lettura di evasione e sui libri usati per l’educazione femminile. Le opere scientifiche rispecchiano il dibattito tra il «sapere tradizionale e le scienze nuove», fra una visione del cosmo radicata sulla scolastica e immutabile e l’accoglimento delle novità che la mettevano in discussione. Un’iniziale cauta apertura allo sperimentalismo portava nei settori della medicina, dell’astronomia e della scienza a conclusioni che non venivano più intese in antitesi ai dogmi della fede aprendo così la strada alla diffusione di una nuova mentalità scientifica. La società si apriva alla modernità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi

gossip

Giovedi' nozze per Alessia, prima trans a sposarsi Gallery

Atterraggio

olanda

Che atterraggio! Il cargo rimbalza sulla pista Video

Ligabue, necessario ricordare. Su Fb e Twitter, video della canzone 'I Campi in Aprile'

Liberazione

25 Aprile: Ligabue dal tour fa gli auguri cantando "I Campi in Aprile" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

CHICHIBIO

«La Forchetta»: pesce, carne e un po' di tradizione

Lealtrenotizie

Corteo in centro: Parma celebra la Liberazione. Pizzarotti: "Avanzano le paure ma dall'antifascismo sono nati gli anticorpi della civiltà"

25 Aprile

Parma celebra la Liberazione. Pizzarotti ricorda il partigiano Annibale Foto Video 

Il 25 aprile festeggiato a Fidenza (Guarda le foto)

1commento

parma in crisi

Ko (anche) con il Sudtirol: squadra in ritiro a Collecchio Video

anteprima gazzetta

Anziana rapinata e aggredita all'uscita del cinema Astra Video

1commento

gaffe e polemiche

La "Pilotta dei lettori": da parcheggio (involontario) a campo da calcio

5commenti

pilotta

Planet Funk e Fast Animals and Slow Kids Chi c'era

FOTOGRAFIA

Bonassera e il "Brozzi" a Fotografia Europea 

GIALLO

Trovato un cadavere in Po: si pensa che sia Bebe Brown, scomparsa a Pasqua a Boretto

La testimonianza: "Sua sorella l'aveva chiamata qui per darle un futuro migliore..."

BRESCELLO

Trasporta cavalli senza patente né permessi: maxi-multa per 25enne

Salso

Bruciata l'auto di un salsese

Aveva 81 anni

Se n'è andato Franco Ferretti, re del packaging

Bassa

Castle Street Food: una giornata ricca di eventi a Fontanellato Foto

Autostrade

A1: code a tratti tra Parma e Fidenza per traffico intenso

EVENTI

Concerti, bancarelle e street food: l'agenda del 25 aprile

tV parma

'Il cuoco perfetto": stasera iniziano le sfide dirette Video

Calcio

Figuraccia Parma, ko con il Sudtirol: pioggia di fischi Foto D'Aversa: "Così la B è difficile" Video

Davanti al Tardini, il ds Faggiano incontra i tifosi La foto -   Il commento di Pacciani: "Partita sconcertante" Video - Il Pordenone raggiunge il Parma. La squadra esce senza "salutare" la curva, poi torna indietro

11commenti

LA BACHECA

20 annunci per chi cerca lavoro

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La storia ci insegna. Purtroppo

1commento

EDITORIALE

Eliseo: sarà una sfida tra due outsider

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

E' morta la quercia più vecchia: aveva 600 anni

LIVORNO

Sale sul tetto di un treno: 18enne muore folgorato

SOCIETA'

3 mesi fa l'aggressione

Il primo selfie di Gessica Notaro (la miss sfregiata con l’acido dall’ex)

macron

Brigitte, la prof che sposò l'allievo e ora sogna l’Eliseo Foto

SPORT

crisi del parma

Ferrari: "Chi non ci crede si faccia da parte. Tifosi sosteneteci" Video

calcio e veleni

Lite Spalletti-Panucci sulla sostituzione di Dzeko Video

MOTORI

TOP10

Auto: il lusso delle limited edition

ANTEPRIMA

Audi e-tron Sportback Concept, nel 2019 il Suv-coupé "digitale"