cultura

Depero, un mago tra robot e marionette

La genialità di un artista che cambia il mondo per gioco

Depero, un mago tra robot e marionette
Ricevi gratis le news
0

E’ l’uomo dai baffi con sigaro e ombrello, ritagliato in rosso e nero, ad indicarci la strada per la casa del mago, vigilata da singolari, sorprendenti personaggi sparsi tra le margherite che decorano il liscio, pettinato prato verde che dà ingresso alla luminosa villa Magnani Rocca, ammaliante dimora (fino al 2 luglio) di «Depero il mago», artista di poliedrica genialità che ha cercato di cambiare il mondo ricreandolo in chiave futurista. E certi suoi modelli robotici, certi suoi personaggi tra la macchietta e l’automatismo invitano a riflettere sulla società odierna con sorridente distacco. Il mondo di Depero è straordinariamente intrigante perché coinvolge tutta la società, superando - secondo le intenzioni dell’Art Deco - le tradizionali teorie delle arti maggiori e minori e toccando con la stessa intensità, con lo stesso vitalismo dinamico tanti aspetti della vita quotidiana: la moda, l’arredamento, la pubblicità, il teatro, l’architettura. Quello che il primo Futurismo (distinzione coniata da Crispolti) aveva teorizzato, limitandolo però praticamente alla pittura e alla scultura, col secondo Futurismo diventa stile di vita. Protagonista principale di questa seconda ventata innovativa è Fortunato Depero (1892-1960), originario della Val di Non quando era ancora sotto l’impero austro-ungarico, giovane irredentista, curioso delle novità culturali, del Simbolismo (come rivelano le opere giovanili) e poi innamoratosi del Futurismo, scoperto durante un viaggio a Firenze nel 1913, seguito da un soggiorno a Roma dove ha conosciuto Boccioni e Marinetti. E la vivace, accattivante mostra alla Magnani Rocca parte da qui, da un nerboruto «Taglialegna» del 1912 che simboleggia il delitto e dal grottesco disegno del Presentimento (pungente, mordente e spaventoso). Il materiale viene per la massima parte dal Mart di Rovereto e i curatori, Nicoletta Boschero e Stefano Roffi cui si deve pure il catalogo della Silva Editoriale, hanno suddiviso il percorso in cinque sezioni: Irredentismo e Futurismo; teatro magico; la casa del mago; New York; Rovereto. Quando l’Italia entra in guerra Depero nel 1915 si trasferisce a Roma, diventa allievo di Balla e in numerosi disegni si esercita a rappresentare le forme nella loro dinamicità mediante la scomposizione dei volumi e la loro scansione ripetitiva. Firma il manifesto della «Ricostruzione futurista dell’universo» guida fondamentale dei futuristi fino agli anni Trenta. L’incontro con Djagilev (1916), che gli commissiona i costumi per «Le chant du rossignol» (anche se non avrà seguito) lo avvicina al teatro e gli offre l’occasione di nuove sperimentazioni in un campo in cui la fantasia accende magiche visioni. E durante il soggiorno a Capri, ospite dello scrittore Gilbert Clavel, concepisce l’idea del «Teatro plastico» in cui le marionette sostituiscono attori e ballerini. Nascono quei personaggi cubofuturistici in cui l’accensione cromatica astratta si coniuga con una fantasia ricca di spunti poetici. Ecco, in composizioni bidimensionali scandite da elementi geometrici, «L’uomo coi baffi», la «Donna in vetrina» e le chine ritmate dai neri e dai bianchi in cui appaiono anche Depero e Clavel. La «Ballerina coi pappagalli» è accesa da un gioioso dinamismo che ne accentua il movimento e la spazialità. E la dinamicità assume toni meccanicistici nella «Rissa» (1926), uno dei suoi capolavori giocato sulle sfumature dei bianchi e dei neri, in cui compaiono i robot d’acciaio che sostituiscono gli uomini. Nel periodo caprese nasce anche l’idea delle «tarsie di panno», che trova piena esecuzione alcuni anni dopo a Rovereto, quando l’artista acquista alcuni telai e con la moglie e un’operaia inizia a produrre arazzi e cuscini dai soggetti più vari dall’aratura ai guerrieri, agli animali, che propone con grande successo alla famosa esposizione di Parigi del 1925, battesimo ufficiale dell’Art Deco. Intuisce l’importanza di pubblicizzare le proprie attività ed entra nel settore realizzando manifesti per la Magnesia San Pellegrino, l’Unica e soprattutto per Campari, che segnano la storia della grafica pubblicitaria. La sua attività produttiva è descritta suggestivamente nella «Casa del mago» un grandioso capolavoro palpitante di vita e di magia creativa in un fantasioso equilibrio di forme scandite dal colore. Depero nel 1928 si trasferisce a New York con la moglie Rosetta e vi rimane due anni durante i quali crea la «Depero futurist house» che pubblicizza con manifesti che danno un’immagine sintetica della sua produzione e gli procurano importanti incarichi: disegna copertine per «Vanity fair», «Vogue», «Sparks», costumi teatrali come la «Ballerina negra» in un disegno a china ritmato da significativi elementi circolari. Nelle scenografie per «The New Babel» lo spazio urbano coi grattacieli appare una complessa macchina di ingranaggi fantastici. Questa opera e altre come «Macchinismo babelico» costituiscono la sintesi stilistica di tutto il suo percorso futurista e della sua personale sigla creativa. L’ultima parte è dedicata alle opere del dopoguerra che troveranno poi collocazione a Rovereto nel «Museo Depero. Primo museo futurista d’Italia» (1960). Il ricordo di New York è palpabile nella «Venditrice ambulante di Down Town» una visione colorata e grottesca. E soggetti tra il grottesco e il surreale si muovono nella convulsa «Simultaneità metropolitana» in cui Depero sembra esprime un giudizio negativo su una società dove l’uomo («Teste e tubi. Forme simultanee») perde la propria individualità per diventare parte anonima di una macchina produttiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polemica tomori

Il messaggio

Toffa, malattia, post e polemiche: "Nadia, il cancro non rende fighi"

Madonna a seno nudo su Instagram: boom di like e di polemiche  Foto

social

Madonna a seno nudo su Instagram: boom di like e di polemiche Foto

Oscar: 'La forma dell'acqua' accusata di plagio

cinema

Accuse di plagio per il film "La forma dell'acqua", candidato a 13 Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Frana nella notte sulla provinciale 28 a Varsi

APPENNINO

Frana nella notte sulla provinciale 28 a Varsi Video

VIOLENZA SESSUALE

Molestò una bimba di 8 anni, insegnante condannato

Gazzareporter

Risveglio con la neve a Parma Invia le tue foto

GAZZAREPORTER

Neve da Panocchia all'Appennino: le foto dei lettori

Fidenza

E' morto Aldo Bianchi, storico commerciante

Colorno

Vende elettrodomestici on line e truffa 100 persone, denunciata 30enne

Grandi opere

Archiviazione per Burchi, ex presidente dell'A15

calcio

Parma, sfida da non fallire

SALSO

Falco pellegrino impallinato e poi curato dal Cras

PARMA

Impresa Pizzarotti e Sonae costruiranno il centro commerciale in zona fiera

Investimento da 200 milioni di euro. Nel 2019 l'inaugurazione

CASO LAMINAM

«L'aria di Borgotaro? nessun rischio per la salute»

Furto

Razzia di salumi in una cantina di Zibello

in serata

Investita in via Volturno: grave un'anziana Video

GAZZAREPORTER

"Parcheggio creativo in viale Sette F.lli Cervi" Foto

Al Tardini

D'Aversa: "Con il Venezia conta solo vincere" Video. Neve-gelo, match a rischio

I convocati: Ciciretti, Di Gaudio, Mazzocchi e Munari out

Pioggia

Carambola di auto e frontale, due incidenti nella zona Ovest di Parma: due feriti Foto e Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Caso Embraco, l'Europa dimostri di esistere

di Aldo Tagliaferro

1commento

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

INCIDENTI

Auto pirata investe 12enne: identificato un calciatore del Bologna

mantova

Partito fascista: chiesti 9 rinvii a giudizio a Sermide

SPORT

olimpiadi

Pattinaggio: Zagitova primo oro della Russia, Kostner quinta

Formula 1

E' nata la nuova Ferrari Foto

SOCIETA'

Lutto

E' morta "Sirio", l'astrologa dei vip: aveva 85 anni

LONDRA

Polvere bianca in una lettera a Harry e Meghan

MOTORI

ANTEPRIMA

Volvo, ecco la nuova V60 Fotogallery

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra