13°

Arte-Cultura

Due civiltà, una sola voce

Due civiltà, una sola voce
Ricevi gratis le news
0

E’ il più europeo degli autori sudamericani: latinidad rinvigorita d’attuale, suggestioni e magie più vicine a una realtà pronta a farsi poesia. Del resto è in questo dilemma la forza di Mario Vargas Llosa. Scrittore sospeso tra due mondi (il suo Perù e la scelta di vivere a Madrid, a Parigi… ora a Londra) e mille parole (giornalista, scrittore, drammaturgo), alla cui opera è stato riconosciuto proprio quest’anno il Nobel per la Letteratura.  Un premio a una voce forte anche per l’essere fuori dal coro, per l’essere pronta a narrare «la rivolta e la sconfitta dell’individuo» (come recita la motivazione). Che sia di un uomo e di un giorno, come di un villaggio, di un popolo, o di una società.  Straordinaria e affascinante, allora, la riproposta fresca di stampa per i tipi di Einaudi, di questo suo «Il narratore ambulante» (224 pag., 11,50 euro). Romanzo intenso, originale e disarmante, che di Vargas Llosa raccoglie intatti i molti umori, i tanti sguardi. Il gioco, innanzitutto, si apre a rimbalzo subito tra i due continenti, con un protagonista in fuga artistica tra le bellezze di Firenze (quasi) immediatamente riportato ai ricordi abbandonati…:  «Ero andato a Firenze per dimenticare un poco il Perù e i peruviani ed ecco che lo sciagurato paese mi ha sbarrato il passo questa mattina nel modo più inatteso – si legge proprio nell’incipit – Furono tre o quattro fotografie da una vetrina a restituirmi, d’improvviso, il sapore della foresta peruviana».  Un sapore caldo e potente. Un’immagine netta e lacerante, che lo porta e ci porta ad attraversare questa storia, tortuosa e antica, primitiva e simbolica come il Rio delle Amazzoni.  Con l’intensità dello scrittore e la schiettezza del giornalista, l’autore sdoppia il racconto procedendo a ritroso proprio da quella foto, e ci regala due voci che si alterneranno un capitolo dopo l’altro nell’incedere del libro. La prima voce è la sua, ed è quella del ricordo: di un amico di università rapito dal fascino della foresta selvaggia – Saul Zuratas detto il Mascarita per la voglia viola scuro stampata su metà faccia – e delle tante vicende, tra Amazzonia ed Europa, sfiorate da quella amicizia. La seconda voce è quella del Tempo, degli Indios, dell’Amazzonia. E’ quella del parlatore: un narratore ambulante che ascolta, insegna, incanta e raccoglie le tribù della foresta, trasformandosi così nella loro identità, nella loro storia, nell’ultima più intima essenza.  Come un aedo (come Omero), come i seanchaì irlandesi – ricordati qui dallo stesso autore – il parlatore ci racconta la vita e il mondo: di un cammino necessario affinchè non cada il sole, di un’ira da sconfiggere «per non turbare le linee parallele dell’universo». Di una realtà (una realtà) intrisa di quella natura misteriosa e selvaggia della quale si nutre; della quale un popolo – nudo, primitivo, sospeso – ha imparato il segreto linguaggio, il necessario rispetto.  «E ricordatevene. Il giorno in cui smetterete di camminare , ve ne andrete per sempre. Portando giù con voi il sole (…) – racconta il parlatore - Si tennero l’indispensabile e cominciarono a camminare. Fu un castigo la marcia attraverso la foresta? Semmai una festa, come andare a pesca o a caccia nella stagione secca».  Un castigo o una «festa» è la vita che queste tribù hanno scelto, aggredita dalla nostra modernità, assai più che dalla crudeltà dei propri luoghi. Per questo anche l’altra voce – quella del protagonista, di Vargas Llosa, del giornalista e autore – intraprende un cammino dentro, un cammino accanto a quella storia. Ricorda le parole dell’amico Mascarita (da sempre strenuo difensore della loro naturalità) e ne insegue le tracce, si chiede se e come sia possibile (e giusto) il modo di vivere di quella gente. Se proteggerne o condannarne la quotidianità (ai nostri occhi così dura e primitiva) sia rispetto o abbandono.  A due passi dalla casa di Dante, tra gli incanti dei capolavori del Rinascimento, quell’immagine, quella foto è lì a chiedergli tutto questo. A stampargli nella mente e nel ricordo una tribù di uomini seminudi, seduti in ascolto di un parlatore. Colui che è la voce e l’anima di una cultura. Che come uno sciamano, uno scrittore o un poeta (un nostro scrittore, un nostro poeta) sa dare un linguaggio all’invisibile. Qualcuno che, in quella stampa rubata, un poco sfuocata e sbiadita, ha la voglia sul viso di un amico perduto. Un uomo che, a ritroso (?), chissà, ha ritrovato se stesso.

Il narratore ambulante
Einaudi, pag. 224, euro 11,50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

'Chi' annuncia: tra Belen e Iannone è finita

Gossip Sportivo

Lui la vuole sposare, lei no: Belen e Iannone si lasciano

Gisele cede scettro top model piu' pagata a Kendall

moda

Kendall Jenner la modella più pagata. Gisele perde il trono

Forbes, Beyoncè donna più pagata, 105 milioni di dollari

musica

Forbes, Beyoncè la donna più pagata, 105 milioni di dollari

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Vizi e virtù dello smart working. Molto di più del telelavoro

L'ESPERTO

Come funziona lo smart working. Molto di più del telelavoro

di Pietro Boschi

Lealtrenotizie

Francesca Archibugi

Intervista esclusiva

Francesca Archibugi in Gazzetta: "Vi racconto 'Gli sdraiati' " Video

La regista romana parla con Filiberto Molossi del suo film, uno dei più attesi della stagione

sciame sismico

Quattro piccole scosse di terremoto, oggi, tra Fornovo, Corniglio e Varano

Arresti

Travolsero in auto due carabinieri: in manette tre giovanissimi Video

Uno dei militari finì all'ospedale in condizioni gravissime

5commenti

anteprima gazzetta

Parco Cittadella al buio da giorni: paura e disagi Video

social

Rimosse le condoglianze per Riina: Facebook si scusa con la famiglia del boss

La salma del boss tumulata a Corleone (Guarda)

Tg Parma

Tentata estorsione a Fidenza: quattro arresti a Benevento Video

Nel mirino un'azienda

sicurezza

Raffica di vetri rotti nella zona di via Verdi: topi d'auto/vandali in azione

2commenti

Tg Parma

Commercio, Ascom: "Più agenti in strada" Video

Appello della categoria per il rispetto della legalità

sabato alle 15

Verso Carpi-Parma, i tifosi scaramantici scherzano sul primato Video

Tg Parma

Disabilità, Mattia Salati nuovo delegato del comune Video

INTERVISTA

La figlia del pm Ciaccio Montalto, ucciso da Cosa nostra: «Riina non è l'unico colpevole, mio padre è stato lasciato solo»

3commenti

Salsomaggiore

A bordo di un’auto con arnesi da scasso: denunciato un pregiudicato

Operazione dei carabinieri

Lutto

L'imprenditore Savini stroncato da un malore

Rugby

In meta nel nome di Banchini

Sissa

Usciti per un rosario: i ladri rubano auto, gioielli e anche i tortelli

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Milano sconfitta dalla politica incapace

di Vittorio Testa

LETTERE AL DIRETTORE

Il primo posto è di Mattia

1commento

ITALIA/MONDO

choc a catanzaro

Donna violentata e schiavizzata per 10 anni: arrestato 52enne. Video: la baracca degli orrori

TOKYO

Aereo Usa precipitato: 8 persone ritrovate stanno bene

SPORT

rugby

Andrea De Marchi: 100 presenze con le Zebre

CHAMPIONS

Il Napoli travolge lo Shakhtar e spera ancora

SOCIETA'

moda

Livia Firth, moglie del premio Oscar Colin, a Fidenza

Gazzareporter

Parcheggio "creativo" davanti al Maria Luigia Foto

1commento

MOTORI

Motori

Tesla Roadster 2, da 0 a 100 km/h in 1,9 secondi Gallery

GAS

Suzuki, la gamma Hybrid acquista l'alimentazione a GPL Fotogallery