Arte-Cultura

"Stupri bellici, triste primato occidentale"

"Stupri bellici, triste primato occidentale"
Ricevi gratis le news
0

di Francesca Avanzini

Di frequente la cronaca porta alla ribalta un crimine particolarmente odioso: lo stupro di gruppo. Agito in scantinati di città da giovani in preda a sostanze, in zone del pianeta tormentate da guerre o degradate, praticato infine come «pulizia etnica», vede il ritorno a comportamenti che si pensavano aboliti dalla civiltà.
È l’argomento del libro di Luigi Zoja «Centauri. Mito e violenza maschile», presentato all'ultima edizione del  Festival della Mente, della cui collana fa parte, e portatore di un’altra novità: quella di uscire in contemporanea su carta e sul web, dal quale è scaricabile al costo di 4.90.  «Il fatto che ci sia un mito - dice Zoja - dimostra che si tratta di qualcosa di sempre attuale, che proviene da uno strato invariabile della nostra mente. Ci ricorda l’instabilità della condizione civile e l’impossibilità di escludere del tutto l’aspetto animale».
I centauri, come è noto, erano creature metà uomo e metà cavallo. Popolazione esclusivamente maschile, sotto l’effetto di ebbrezza e raptus erotico, col solo incitamento del branco maschile, aggredivano le donne. «E ancora oggi - ricorda Zoja - l'unione di alcol e violenza è più spesso maschile che femminile».
Il mito fornisce ulteriori elementi di conoscenza. «Ci rammenta - continua lo psicoanalista - che l’identità maschile, più semplice di quella femminile, riposa da una parte sul padre, costruzione recente e instabile, e dall’altra sul maschio animale pre-paterno. C'è sempre il pericolo di regredire a questo stadio, l’istinto non è evitabile. Mentre nello stupro individuale il soggetto ha quasi sempre disturbi della sfera sessuale, il violentatore di gruppo è in genere ben integrato socialmente e sessualmente. È un normotipo che cede momentaneamente l’identità individuale a quella collettiva, cancellando in questo modo il suo senso di responsabilità. Nel branco si afferma un conformismo».
Il gruppo è totalmente squilibrato dalla parte del maschile, viene a mancare la polarità femminile in genere presente anche negli uomini: «Lo stupro di massa è un triste primato dell’Occidente.  Abbiamo il copywright. Mai come nella seconda Guerra Mondiale l’affermazione del bene sul male ha coinciso con tanta violenza. Gli stupri e gli assassini perpetrati dall’Armata Rossa su donne tedesche sono stati milioni -  prosegue Zoja - e la violenza simbolica di risarcimento per i crimini fascisti è avvenuta sull'elemento più indifeso e meno responsabile del male. A Norimberga non si è tenuto conto di questo crimine dei vincitori. La violenza sessuale è l’unica che provoca silenzio, perché la sofferenza cresce diventando pubblica. Recentemente però il silenzio si è un po' rotto, tanto che per esempio le donne giapponesi    hanno richiesto i danni di guerra per le coreane obbligate a intrattenere sessualmente le truppe».

Centauri. Mito e violenza maschile
Laterza, pag. 99, euro 10,00
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Un'onda che sembra arrivare dal film Point break

Portogallo

Onde gigantesche come nel film Point break

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Opinioni a confronto sui lupi

IL DIRETTORE RISPONDE

Opinioni a confronto sui lupi

Lealtrenotizie

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

2commenti

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

3commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

MILANO

Tassista abusivo violenta due giovani passeggere

MALTEMPO

Neve: centinaia di turisti bloccati in Val Senales, situazione critica in Alto Adige

SPORT

tennis

Australian Open: Berdych travolge Fognini, azzurri tutti fuori. Federer ai quarti

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

SOCIAL NETWORK

"A voj propia ti!": IgersParma cerca un 'amministratore'

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova