10°

20°

cultura

«Abbasso i conformismi»

Il «Festival del pensiero ribelle» accenderà la Bassa di riflessioni e dibattiti

«Abbasso i conformismi»
Ricevi gratis le news
0

Nasce da un’esigenza ben precisa: quella di pensare «differente». Il «Festival del pensiero ribelle», che nel corso di questo weekend, da venerdì a domenica, accenderà la Bassa di riflessioni e dibattiti, si pone come un antidoto sicuro al conformismo cerebrale, per stimolare le menti a spingersi oltre gli steccati e il comfort dell’ordinarietà. Nella sua prima edizione «strutturata» - l’idea di «liberare» il pensiero ribelle era nata, già nel 2016, nell’ambito del tradizionale Ri-party di Roccabianca con una giornata di incontri e dibattiti - coinvolge ben tre comuni parmensi, Sissa-Trecasali, Polesine-Zibello e Roccabianca, che ospiteranno, nel corso di una tre giorni itinerante e molto intensa, una quindicina di appuntamenti e altrettanti (da Massimo Fini a Marco Travaglio, fino a Emanuele Severino). Filosofi, giornalisti e pensatori fuori dal coro, magari considerati scomodi, chiamati a esprimersi sui più svariati temi: dalla metafisica greca a Marx, dalla musica all’erotismo. Abbiamo fatto qualche domanda a Diego Fusaro, giovane filosofo, docente allo IASSP di Milano, nonché direttore artistico del Festival.
Perché, oggi, si avverte la necessità di pensare ribelle? Come è nato questo Festival?
«Il Festival è nato dall’esigenza condivisa con i comuni organizzatori di reagire al conformismo esasperante che ci sta dominando: la necessità è quella di andare oltre il pensiero unico politicamente corretto. Per scavalcare questo “muro” abbiamo chiamato a intervenire menti e pensatori tra i più diversi: una pluralità politeistica di pensieri divergenti».
Chi è oggi il vero intellettuale?
«Colui che reagisce e si oppone agli intellettuali decostruendo il pensiero unico. E con intellettuali intendo il clero accademico e giornalistico, il ceto che con le sue funzioni simboliche e culturali fornisce quadri ideologici a sostegno dei dominanti».
Essere ribelli, oggi, è una cosa che spaventa?
«Sì, certo. Oggi non si finisce forse al rogo e non si è portati a dover bere la cicuta, ma chi esterna pensieri ribelli, cioè propri e differenti, viene in un certo modo ancora ostracizzato, allontanato, diffamato».
Lei crede che la mente possa avere un ruolo nella lotta al terrorismo?
«Assolutamente sì, anche perché essa soltanto può aiutarci a capire che cosa sia veramente oggi il terrorismo; quale che sia l’essenza del terrorismo, esso non corrisponde sicuramente a ciò che il circo mediatico e il clero giornalistico vorrebbero farci credere, ecco perché è necessario costruire un’altra narrazione rispetto a quella dominante sul terrorismo».
Quali sono gli appuntamenti da non perdere del Festival?
«Il programma è stato calibrato in modo tale da far sì che tutti gli appuntamenti siano a loro modo imperdibili, ma se proprio dovessi scegliere punterei sui più giovani, per dare respiro al ricambio generazionale: da Corrado Claverini, che venerdì interverrà nel corso dell’incontro intitolato “Per un nuovo Rinascimento: filosofia e interesse nazionale” al parco delle Rimembranze di Sissa (alle 22), ad Alessandro Monchietto, che domenica sarà in piazza Minozzi, a Roccabianca (alle 19.30), con “Nulla di troppo. La metafisica greca del limite e gli orizzonti senza limiti del capitalismo”; di indubbio interesse saranno anche gli appuntamenti che vedranno intervenire Giuseppe Ambrosio, Massimo Fini, Emanuele Severino e Marcello Veneziani».
Come ha tentato di costruire il programma di questa prima edizione?
«A Roccabianca lo scorso anno c’era stata la “cellula genetica della ribellione”; quest’anno la prima vera edizione strutturata del Festival ha tentato di mettere insieme le voci più valide e diverse del panorama culturale odierno. Il fil rouge è la reazione al pensiero unico, che ciascuno ha interpretato a suo modo».
La filosofia è un campo del sapere da molti considerato «difficile» e che potrebbe far desistere anche i più ribelli fra gli anticonformisti…
«Sarà un festival rivolto a tutti, con interventi più puramente filosofici e altri più generalisti».
Concludiamo questa intervista con un pensiero ribelle?
«Direi molto semplicemente che non sempre i ribelli riusciranno a cambiare il mondo, ma mai il mondo riuscirà a cambiare i veri ribelli. È un invito a restare fedeli alla propria natura, nonostante il mondo talvolta cerchi di uniformarci».Il Festival inaugurerà venerdì alle 17, a Sissa, con Lama Ven Aska Rinpoche, per poi proseguire sabato a Zibello e domenica a Roccabianca.
Per consultare il programma: www.festivalpensieroribelle.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrata la pizzeria «Arte&Gusto»

VIA EMILIA EST

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrata la pizzeria «Arte&Gusto»

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

RUGBY

Minozzi e Giammarioli, «gemelli» azzurri

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro