-2°

10°

Arte-Cultura

Mondo consumato

Mondo consumato
0

di Mariagrazia Villa

Conserva in vista dell’ignoto, non consuma per paura della morte: è un inno alla vita, la mostra fotografica di Stefano Vaja, «Rifiuti Risorse Riciclo», che s’inaugura domani alle 17 alla Galleria San Ludovico a Parma, dove resterà aperta sino al 24 dicembre (orari: 10-19, chiuso il martedì; visite guidate per le scolaresche su prenotazione: tel. 0521.218293). Promossa e curata dagli assessorati all’Ambiente e alla Cultura del Comune di Parma, in collaborazione con Iren Emilia, l’esposizione racconta la gestione dei rifiuti nella nostra provincia, dalla raccolta differenziata porta a porta al recupero dei materiali riciclabili nelle ditte specializzate. Una selezione di settanta immagini, alcune di grande dimensione, scattate da Vaja per farci conoscere come vengono raccolte, trattate e smaltite le oltre 250.000 tonnellate di rifiuti che annualmente vengono prodotte nel nostro territorio. «Questo percorso visivo – racconta il fotografo parmigiano – può essere uno stimolo per rendere più consapevoli i cittadini dell’importanza strategica della raccolta differenziata che, da un lato, riduce l’inquinamento e l’impoverimento delle risorse naturali del pianeta, dall’altro, diventa una risorsa conveniente, non solo sotto l’aspetto ambientale, ma anche economico». Seguire le tracce dei nostri rifiuti oltre il bidone in cui li perdiamo di vista e scoprire che dove vanno a finire in realtà iniziano, tramutandosi in una miniera di materie prime seconde per produrre nuovi oggetti e nuovi materiali d’uso, fortifica la nostra sensibilità ecologica. L’alluminio, per esempio, pensiamoci la prossima volta in cui berremo una bibita e butteremo il contenitore, è recuperabile al 100 per cento: bastano 3 lattine per fare una caffettiera, 70 per una pentola, 800 per una bicicletta. «Capire cosa accade ai nostri rifiuti è anche un modo per iniziare a parlarne in modo sereno, senza esserne spaventati: li abbiamo prodotti, ora li dobbiamo anche smaltire». Ha la limpidezza del reporter, Vaja. E, in senso strettamente stilistico, il suo è un reportage. Soltanto entrando più dentro le foto, si comprende quanto cuore batta in un dato di fatto. «Dal mio punto di vista, era interessante, da un lato, restituire l’idea della complessità organizzativa e tecnologica di questa macchina gigantesca che lavora continuamente, 365 giorni l’anno, feste comprese, per gestire e trattare i nostri rifiuti; dall’altro, far conoscere il personale impiegato nelle aziende preposte al trattamento dei rifiuti: per la maggior parte, extracomunitari che lavorano in ambienti difficili e poco piacevoli». L’immondizia è un tabù in questa società patinata, e «nel rimosso c’è una considerevole presenza di immigrati che accettano di svolgere lavori che noi italiani non faremmo più». Proprio per avvicinarsi al disagio di queste condizioni di lavoro, lo stesso Vaja ha scelto di fotografare in situazioni a zero confort. Spesso in giorni di pioggia battente, di neve accecante o di violenta afa. «Ho cercato di sporcare le foto, quindi a volte ci sono le gocce di pioggia o i riflessi del sole, andando verso una drammatizzazione, un’accentuazione della forza dell’immagine, per evitare scatti levigati, che falsassero la realtà». A valle, dunque, la nostra spazzatura può emozionare, non solo informare, consentendo una riflessione più articolata e coinvolgente sul riciclo. E torna alla mente la «Venere degli Stracci» di Pistoletto, splendida nel suo regnare su un cumulo di cenci, in queste scure divinità risalenti montagne multicolore di bottiglie di vetro, buste di plastica, barattolame o fogli di giornale. L’accadere lento di un sorriso nell’addetto alla pressatura dei metalli, il mimetismo involontario di chi si occupa della resa della carta illustrata, la dolcezza perplessa dell’incaricato alla cernita delle plastiche grossolane. Sbucano potenti dal racconto fotografico. Custodi di un’umanità che, pur ammassata di scorie, può tornare a respirare a piena vita.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

rapper

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

Gianfranco Rosi

Gianfranco Rosi

documentari

Oscar: il parmigiano Rosi agguanta la nomination con "Fuocoammare"

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Sessanta cellulari in casa per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

carabineri

Sessanta cellulari per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

2commenti

DELITTO DI NATALE

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

2commenti

radio parma

Pizzarotti: "Piazza della Pace, serve presidio fisso: ma non di militari" Video

22commenti

big match

Venezia-Parma: sold-out (per i tifosi crociati)

Per chi resta a casa: diretta su Tv Parma (domenica 14.30)

TERREMOTO

Le offerte dei lettori per il centro Italia: ecco cosa è stato consegnato

sorbolo

Tenta la truffa dello specchietto, ma la vittima lo beffa

1commento

incidente

San Polo di Torrile e Baganzola, due auto fuori strada: due feriti

privacy

L'Università di Parma tutela gli studenti che cambiano sesso: saranno "alias"

Campagna elettorale

Pizzarotti candidato. E i Cinque stelle?

6commenti

Blackout

Zibello senza luce, scoppia il caso

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

1commento

CALCIO

D'Aversa ha scelto Frattali

la bacheca

56 opportunità per chi cerca lavoro

ACCIAIO

S.Polo Lamiere acquisisce la Tecnopali

Progetto

Cento studenti mandano una sonda nello spazio

IL 29 AL REGIO

Niccolò Fabi: «Il disco della solitudine»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

ricerche in corso

Rigopiano, recuperati i corpi di tre donne e quattro uomini: le vittime salgono a 16

gran bretagna

Brexit, la Corte dà torto al governo May: "Voti il Parlamento"

SOCIETA'

salute

I pericoli delle patate «tossiche»

video

La videocandidatura del "Pizza" è social-ironica

SPORT

sci

Valanga rosa: Plan de Corones vince la Brignone, la Bassino 3/a

Formula 1

Ecclestone: "Mi hanno licenziato"

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto