14°

Arte-Cultura

Intimità di terre e acque

Intimità di terre e acque
0

Tiziano Marcheselli

Vedere una nuova mostra o una nuova monografia di Goliardo Padova è sempre una festa. Una festa di colori (anche se qualche dipinto - tipo i terrazzieri del Po - risulta annerito dalla fatica e dal ricordo lontano), una festa di sensibilità (il lato positivo dell’arte e il lato negativo della guerra, dei campi di concentramento), una festa, ancora e soprattutto, della natura, del grande fiume, delle lanche, degli animaletti che si confondono col fango, dei nidi felici dalle giovani vite pulsanti, delle contadine chine sulla terra grassa, quella terra che Ligabue riusciva perfino a mangiare. Ma Padova, pur nei suoi soggetti semplici e padani, era sempre rimasto il depositario di una cultura antica, elegante negli accostamenti cromatici, chiaro nella scelta dei protagonisti, efficace nella narrazione personalissima di piccole storie quotidiane, che, attraverso la classe dell’artista, diventavano vicende importanti e universali. Quest’anno i vertici di Banca Monte Parma, che in passato hanno già offerto omaggi importanti a pittori come Amedeo Bocchi, Atanasio Soldati e Renato Vernizzi, hanno deciso di dedicare la loro strenna annuale a Goliardo Padova, che non è solo il «pittore del Po» (come qualcuno ha voluto definirlo), ma un artista di statura internazionale, che viene rivalutato in questi ultimi anni attraverso il confronto con altri pittori del suo tempo (dal chiarismo al naturalismo), che magari vantano maggior nome ma minore qualità. La strenna di Banca Monte si intitola «Un antico mistero (l'universo pittorico di Goliardo Padova)» e verrà presentata stamani alle 10,30 nel salone delle feste di Palazzo Sanvitale, nel piazzale omonimo; è a cura di Carla Dini, con testi di Gianni Cavazzini e Roberto Tassi, ed è edita da MUP, Monte Università Parma, che proprio in questi giorni sta varando il terzo, corposo volume della «Storia di Parma», realizzata da un pool di studiosi. Il volume si apre con il saluto di Carlo Salvatori, nuovo presidente di Banca Monte, che cita la capacità di Padova di realizzare grandi cicli di soggetti, le lanche del Po, gli uccelli, i nidi, proposti ripetutamente ma mai ripetitivamente, utilizzando svariate tecniche e differenti colori. Segue il testo di Cavazzini, che si sofferma sulla «grande pianura» dell’artista, precisando che «nelle carte e nelle tele qui riprodotte si specchia tutto il percorso di una vita d’artista sempre contesa fra le ragioni chiare e concrete dell’esistere e le aspirazioni di quel miraggio inesausto che solo la pittura può dare a chi la scelga come valore primario del vivere. Goliardo Padova e la grande pianura che, dall’una all’altra sponda, accompagna il corso sinuoso del Po: è questo il motivo che si dirama dalla visione di un artista che ha saputo guardare alla realtà con la sua sensibilità a punta di sismografo, attento a coglierne le sottese inquietudini e i fondi oscuri che si celano al di là della scorza rugosa del visibile». Dopo un ricordo del nipote Leonardo, figlio del «Dudo» (come chiamava Florenzio la madre), ecco il corposo saggio di Roberto Tassi, scritto per il catalogo della mostra alla Permanente di Milano e pubblicato da Guanda nel 1994: «Dobbiamo riconoscere che Padova è dotato di una vista esterna e di una vista interna: vede tutto, fuori di sé, nella realtà, con acutezza e con precisione, gli spini di un cardo, i colori lontani delle case, le luci riflesse dall’acqua tra le piante, le erbe, i rami, le donne che lavorano nei campi, gli operai del gas, il corrompimento della frutta, le ali degli uccelli i voli degli storni, i becchi dei corvi, le nebbie sui monti, un pissolo cimitero di campagna circondato da papaveri, i grossi insetti, i nidi vuoti; trasfigura tutto dentro di sé, come se quelle cose vere fossero parto della fantasia, come se un dio le sognasse, e modifica così la realgtà quel tanto che la trasforma in altro, mentre rimane se stessa. Non è né realista né onirico.
E' un poeta con visioni». Un profilo che rende chiaramente la personalità e lo stile di Goliardo Padova, che in un dattiloscritto degli anni Cinquanta ha lasciato: «Dipingere per me è un atto di vita, un trovare una ragione ai miei giorni». Poi, tutta la serie delle opere, da quelle lontane chiariste alle ultime, caratterizzate dall’eterno amore per la natura e i suoi abitanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

1commento

arsenal

inghilterra

Mangia il panino in panchina. E il Sutton lo licenzia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavagna, la droga e il troppo amore

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

13commenti

Lealtrenotizie

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

parmense

Commercialista dalla vita agiata ed evasore totale: incastrato dalla Finanza

2commenti

vigili

Sicurezza e giovani, Noè: "Nessun allarme" Video

Nel 2016 400 interventi del Nucleo antiviolenza per tutelare donne e minori

1commento

processo aemilia

Traffico di yacht e gruppi russi: quegli incontri a Parma della 'ndrangheta Tg Parma

Scuola

Iscrizioni: scientifico e tecnici, il «sorpasso»

il caso

Legionella, domani nuovo incontro pubblico alla Don Milani

1commento

Salute

Studio Efsa: 25mila morti all'anno in Europa per la resistenza dei batteri agli antibiotici

L'Italia è fra i Paesi più a rischio

Trasporto pubblico

Busitalia ha già un nome: Mauro Piazza

11commenti

Langhirano

Bimbo di due anni cade dalla finestra

1commento

langhirano

Camion ribaltato a Cascinapiano: Massese chiusa per due ore Foto

Caritas

Parma, un «esercito» di poveri

1commento

Lega Pro

Parma, che attacco sarà senza Baraye

COSMETICA

Davines, crescita in doppia cifra

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

FIDENZA

Crac Di Vittorio, primi rimborsi

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

7commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

Civitavecchia

Donna sparisce su una nave da crociera: fermato il marito

BIELLA

Crolla la copertura di un pilastro, muore una bambina

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

3commenti

Palermo

Blitz dei carabinieri, i rom rispondono cantando Bello Figo

5commenti

SPORT

RUGBY

Palazzani: "Sei Nazioni, un'emozione unica. Zebre: domenica c'è l'Ulster" Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

LA RIO in pillole

Nuova Kia Rio, lancio sabato 25: da 10.900 euro

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv