12°

Arte-Cultura

Cara Maria, caro Gesù Bambino

0

Isa Guastalla
Fra i doni natalizi di quest'anno è da mettere, fra i primi, il prezioso libretto di Don Domenico Magri, «Lettere Natalizie», edito or ora dalla Tipografia Donati di Parma. Si tratta in realtà di una seconda edizione, risalendo la prima al 2008 a Genova, presso l'Editrice Golden Press, per iniziativa di Grazia Apisa e Tonino Gloria. La nuova edizione esce ora arricchita della lettera finale, indirizzata ai Re Magi.
Come spiega nella introduzione, Don Magri ha raccolto qui le lettere che nel corso degli anni leggeva ai suoi parrocchiani nella notte di Natale, indirizzandole ai personaggi del presepio, Gesù Bambino, Maria, Giuseppe, l'asino e il bue. Dopo un intervallo di qualche anno, si aggiunsero le lettere agli angeli e alle pecorelle; ultima, recentissima, quella ai Re Magi.
Queste annotazioni sulla storia del libro servono a sottolineare il fatto che la sua struttura non è improvvisata, ma nasce da una relativamente lunga gestazione: sette in tutto sono le lettere, precedute da una Lauda di Anonimo del XIV secolo, seguite dalla Presentazione dell'autore e  dalla Prefazione di  monsignor James Schianchi. Alla fine, appaiono un commento e due poesie di Grazia Apisa Gloria. Un volume, quindi, che presenta una sua storia e una sua struttura ben meditate e calibrate. Nella prefazione monsingor  Schianchi paragona le lettere di Don Magri a quelle che, per un'antica abitudine ormai perduta, i bambini mettevano sotto il piatto del papà, durante la festa, per ricevere i pochi e modesti regali del Natale. Ebbene, con queste lettere Don Magri rinnova la tradizione natalizia della lettera, rivolgendosi ai destinatari con il tu confidenziale di un figlio. Ma non si creda che si tratti di lettere ingenue. L'apparente semplicità del linguaggio, che scorre piacevolmente piano, si rivela in realtà densa di cultura, con l'esegesi dei testi sacri a cui si fa riferimento, e l'espressione di una fede profonda e di un sentimento lirico sapientemente alternati e fusi insieme. Leggere ma acutamente puntuali le annotazioni sulla realtà sociale e culturale del nostro tempo.
Se esaminiamo la lettera scritta per ultima, quella ai Re Magi, in essa l'autore si pone tante domande, riguardanti l'esattezza del numero dei re, la loro provenienza, il significato dei doni; ma soprattutto sottolinea il tema della stella, della luce che guida, che anticipa la funzione che Gesù avrà nella sua vita, di portare la luce della verità e della gioia agli uomini. Storicamente drammatico il soggiorno da Erode, che, come tutti i tiranni, si spaventa alla notizia della nascita di un altro re, di cui teme la potenza. Di qui la tragedia immane di cui i Magi sono inconsapevole causa, l'uccisione degli innocenti e il dolore delle madri, tragedia «necessaria» alla salvezza di Gesù che «contiene già in germe tutti gli elementi di sofferenza e di morte  che culmineranno nella Croce del Calvario». Mentre si compie il misfatto, la famiglia di Nazareth è in fuga verso l'esilio in Egitto, un dramma che viene comparato a quello odierno, e di tutti i tempi, dei rifugiati politici.
Nel commento alla lettera agli Angeli di Grazia Apisa e nelle due poesie ad essa dedicata, si riconosce una profondità di pensiero che rivela come nella sua «leggerezza» il dettato di Don Magri sia in realtà capace di suscitare riflessioni acute sul tema del messaggio, sulla necessità per l'uomo moderno di trasformarsi a sua volta in messaggero di amore e della luce divina.
 I versi, che non indulgono alla liricità, esprimono in una successione incalzante di domande l'angoscia del mondo contemporaneo che si sottrae alla presenza di un Dio che è lasciato alla sua solitudine e al suo dolore, o pongono il quesito sul senso del Tutto, nel momento in cui un Angelo, una «forza celeste» permise il «miracoloso abbraccio» che ha unito l'uomo a Dio «per l'eterno». Corredano il testo numerose riproduzioni di opere d'arte che ricordano l'evento del Natale, scelte con cura e mirabili nella loro funzione di commento alle lettere.
Lettere natalizie
Tipografia Donati, pag. 64, 5,00 - In vendita alla Libreria Fiaccadori. I proventi in beneficenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..."

Roma

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..." Foto

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Il sexy allenamento ai glutei di Jessica Immobile fa il boom di clic Video

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Mattinata di incidenti: diversi feriti in città e in provincia

Parma

Mattinata di incidenti: diversi feriti in città e in provincia Foto

Via Mazzini

I commercianti: «Minacciati dalle baby gang»

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

BASSA

I truffatori arrestati risarciscono i negozianti raggirati

Il fenomeno dilaga

Bocconi al veleno, allarme anche a San Leonardo

Salsomaggiore

Addio a Iolanda Campanini, una vita fra libri e giornali

Fidenza

Malore in piazza, l'esercitazione diventa soccorso reale

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Lega Pro

Parma: splendida rimonta, Samb ko

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

Il personaggio

Il bussetano Laurini debutterà in F3 al volante di una Dallara: «Che emozione»

Parma-Samb

D'Aversa: "Nel primo tempo non eravamo aggressivi. Importante l'atteggiamento" Video

2commenti

lega pro

La Reggiana vince 2-0 con il Lumezzane

il caso

Bocconi avvelenati al Parco Martini: e Otto muore in poche ore

7commenti

L'INCHIESTA

Telefonini in classe? A Parma per lo più spenti

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

1commento

ITALIA/MONDO

vercelli

Voleva salvare il cane: travolto dal trattore di papà

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

COSTUME

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

il disco

45 ANNI FA - Mu, il mito secondo Cocciante

SPORT

Parma-Samb

Il Parma tira fuori il carattere: l'analisi di Sandro Piovani Video

Parma-Samb

Lucarelli: "Partenza lenta, pericolo scampato" Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

300 CV

Leon Cupra, la Seat più potente di sempre Gallery