-5°

Arte-Cultura

Francigena, Antelami e altri miti

Francigena, Antelami e altri miti
0

 di Giuseppe Marchetti
Giovedì  alle 17 al Ridotto del Teatro Regio verrà presentato il volume «Parma medievale. Poteri è istituzioni», primo tomo dei due che la «Storia di Parma» edita da Mup riserva ai tempi di quel lungo periodo che va dalla caduta dell'Impero romano alla fine del XV secolo. Dopo i saluti di rito del sindaco Pietro Vignali, del presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e di Andrea Zanlari presidente della Camera di Commercio, interverranno il Rettore dell'Università Gino Ferretti, il presidente della Fondazione Monte di Parma Gilberto Greci, Carlo Salvatori presidente di Banca Monte e Maurizio Dodi presidente di Monte Università Parma editore dell'opera. Della quale parleranno poi il curatore della «Storia» Domenico Vera e il curatore del volume Roberto Greci.

 

Con l'uscita di questo ricco testo, la «Storia di Parma» entra nel vivo di un'amplissima fase che riporta la città e il suo territorio al centro di  secoli tutt'altro che bui o, peggio ancora, secondari. Scrive giustamente Roberto Greci nella prefazione che «la specificità di Parma medievale (della città e del territorio che la circonda) consiste essenzialmente nel suo essere collocata in una zona particolarmente utile per le comunicazioni. Immersa nella fitta maglia urbana della Pianura Padana, infatti, è anche chiave d'accesso, tramite agevoli passi montani, all'Italia centrale. Come tale fu costantemente guardata dai poteri che, nel corso del tempo, ambirono a coordinare, se non a dare unità, al quadro frammentato italiano». Non solo città, dunque, ma entità politica sociale e religiosa, e un nucleo cospicuo di presenze importanti, vescovi, principi e addirittura un antipapa, Cadalo. Otto vasti capitoli, arricchiti da due magnifici inserti fotografici, dalla Bibliografia e dagli Indici dei nomi e dei luoghi, formano il volume. Parma Longobarda è narrata da Claudio Azzara, Chiese e dinastie nel mondo carolingio sono esaminate da Luigi Provero, Giuseppe Albertini analizza i rapporti del potere del vescovo in età ottoniana, mentre Roberto Greci dedica ampio spazio alle origini agli  sviluppi e alle crisi delle istituzioni comunali. Di Andrea Gamberini è il capitolo sul contado di fronte alla città, e di Marco Gentile l'esame della periferia di uno stato nel Quattrocento.

Due molto articolati studi completano l'opera: il primo è dovuto a Maria Pia Albertoni sulla chiesa cittadina, i monasteri e gli ordini mendicanti, il secondo a Gianluca Battioni sulle istituzioni ecclesiastiche e la vita religiosa nel secolo XIV e XV. Le belle foto degli inserti dovute a Giovanni Amoretti con il commento di Marta Santacatterina accompagnano il lettore nel viaggio attorno a Benedetto Antelami e alla Via Francigena. Il viaggio quindi nel suo complesso di storia, cultura, credenze, lotte, paci, dominazioni, rivolte, progressi, interessi, tradimenti, distruzioni e ricostruzioni, ha qualcosa di semplicemente affascinante che modula i contributi di queste dinamiche delle istituzioni e dei poteri tra prevedibilità e imprevedibilità delle occasioni e dei personaggi. La storia si muove così e si sviluppa per cerchi concentrici e i discorsi esulano dalla fredda e impersonale calibratura manualistica per diventare veri e propri racconti. D'altra parte, come già  era stato abbondantemente esibito nei volumi precedenti, e come sarà dimostrano nel secondo tomo previsto per il prossimo anno, la città, la Parma cioè quale comunità e centro in lunga e faticosa evoluzione, è il motore di questa narrazione che esplora e illumina tutti i rapporti politici, sociali ed economici dell'Italia Settentrionale durante il Medioevo ma anche sui confini dell'Umanesimo e del Rinascimento, dagli Ottoni e dai vescovi conti ai Visconti, ai  da Correggio, ai Pallavicino, agli Sforza, dalla contessa Matilde a Bernardo degli Uberti, da Sinibaldo Fieschi cardinale e nel 1243 eletto papa col nome di Innocenzo IV, uno dei giuristi più  illustri di tutto il Medioevo, ai Sanvitale, ai Rossi, ai Torelli. E l'elenco potrebbe continuare sino alle vicende e ai protagonisti della fine del Quattrocento dopo la morte di Filippo Maria Visconti e i progetti politici che coinvolgono gli Sforza a Milano e in sede parmigiana il Carissimi, i Galimberti  e gli Este che avevano avanzato mire e opzioni militari su Parma e il suo territorio. La lunga e complessa vicenda del Medioevo parmigiano e parmense si offre ora alla lettura come un intreccio di dati, fatti, occasioni e destini che dicono cose nuove anche a chi ha già confidenza con la vasta e non sempre ben conosciuta materia così sprofondata nei secoli e tuttavia ancora sorprendentemente viva perché è storia di uomini e gli uomini con le loro passioni, vizi e virtù non cambiano mai. 

Parma medievale

Mup, pag. 373, 120,00

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

Marche

SOCCORSO ALPINO         

Neve altissima sull'Appennino marchigiano

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

1commento

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli stuzzichini per aperitivo della Peppa

LA PEPPA

Ricette in video: gli stuzzichini per aperitivi

Lealtrenotizie

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: domani il funerale a Langhirano Video

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

10commenti

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

1commento

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

3commenti

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

15commenti

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

Il racconto

«Quando Roosevelt si insediò al Campidoglio»

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

2commenti

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

1commento

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

3commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

4commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

Stati Uniti

Oggi Donald Trump diventa presidente Video

SOCIETA'

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

4commenti

SPORT

sport

Tragedia al rally di Montecarlo, morto spettatore

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta