-4°

Arte-Cultura

Il capolavoro è tornato a casa

Il capolavoro è tornato a casa
Ricevi gratis le news
0

Pier Paolo Mendogni

E’ stata un’occasione straordinaria, irripetibile: poter vedere, pagina per pagina, uno dei massimi codici del Rinascimento italiano, il «De prospectiva pingendi», direttamente scritto in lingua italiana e illustrato da Piero della Francesca: un manoscritto di inestimabile valore culturale e monetario, custodito nella Biblioteca Palatina (Ms. Parm. 1576), dove è tornato dopo un accurato restauro  compiuto a Roma dallo studio Crisostomi  e sponsorizzato dalla Banca Albertini Syz.  Petrus de Burgo (1416 – 1492)  ha approfondito il discorso di Leon Battista Alberti, inquadrando le sue opere in una rigorosa prospettiva geometrica, frutto di approfonditi studi di cui il «De prospectiva» è la trattazione fondamentale.  Matematica e geometria sono alla base  della proiezione sulla superficie piana della tavola lignea o della parete dello spazio in termini scientifici,  dei corpi geometrici e dei volumi più complessi, come le parti del corpo umano che vediamo riprodotte con una serie di numeri riguardanti il teorema di «proporzionalmente la testa degradare»: lo stesso avviene per lo scorcio dei capitelli o di conche absidali,  una delle quali ritroviamo poi dipinta, ad esempio, nella mirabile «Madonna con il Bambino, santi, angeli e il duca Federico da Montefeltro»  di Brera. Queste forme di un rigore assoluto, quasi astratto,  ricevono una spirituale vitalità dal colore intriso di una  casta, intensa luminosità che sublima la materia.
Il benvenuto al ritorno a Parma del prestigioso manoscritto – che segna l’incontro tra arte e scienza ad altissimo livello - è stato dato, nel suggestivo scenario classicheggiante del Salone Maria Luigia, dal direttore della Biblioteca Palatina Andrea De Pasquale, dall’amministratore delegato di Banca Albertini Syz  Alberto Albertini, dal docente dell’Università degli Studi di Milano Gianfranco Fiaccadori, da Maria Grazia De Rubeis della Biblioteca Palatina e dal restauratore Paolo Crisostomi. Il manoscritto – come ha spiegato De Pasquale – è stato acquistato nel 1843, grazie alla munificenza della duchessa Maria Luigia, dal bibliotecario Angelo Pezzana dall’abate Michele Colombo, dotto e appassionato collezionista di libri antichi. 
Il codice, nonostante abbia più di mezzo millennio,    pone problemi ancora attualissimi come è stato  messo in rilievo da Alberto Albertini che l’ha posto in diretta relazione alle attuali «traduzioni» tramite computer e ipad. Gianfranco Fiaccadori, profondo studioso della storia dell’arte,  ha inquadrato il codice tra gli scritti di Piero «pittore umanista»  la cui pittura, legata alla geometria e alla matematica,  ha largamente influenzato gli artisti del Nord Italia, soprattutto veneti e ferraresi. La sua formazione scientifica è avvenuta su testi di matematici greci, diversi dei quali non ancora tradotti, e questo lascia aperti vari interrogativi. Le teorie di Piero sono state  poi riprese dal matematico Luca Pacioli. Un’altra delle caratteristiche del pittore aretino è quella di avere reinventato l’architettura antica pur avendone una scarsa conoscenza. Maria Grazie De Rubeis, invece, ha fatto una  analisi dei cinque testi pervenutici del «De pictura»  di cui due in volgare (i più letti e utilizzati dagli artisti) e tre in latino per i colti umanisti: quello parmense è considerato tutto autografo. Paolo Crisostomi ha illustrato l’intervento di restauro  che ha riguardato sia la rilegatura ottocentesca che il  manoscritto, che è stato ripulito e per il quale è stata fatta un’azione prevalentemente conservativa. Nella sala Dante della Palatina  per completare questo momento celebrativo sono stati esposti rari manoscritti e incunaboli dei grandi interpreti del Rinascimento tra cui Leon Battista Alberti, Luca Pacioli, Durer, Marsilio Ficino e Francesco Petrarca con uno squisito manoscritto poetico brillantemente miniato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tom Petty

Tom Petty

MUSICA

Tom Petty è morto per overdose accidentale

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Danneggiamento in via D'Azeglio

via d'azeglio

Prima minaccia i clienti, poi lancia bottiglie contro le vetrine: inseguito e bloccato

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

incidente

Frontale nella notte al Botteghino: due feriti

WEEKEND

Teatro, escursioni e lo spettacolo dei fuoristrada: l'agenda 

GAZZAREPORTER

"Il Cortile del Guazzatoio è ancora un parcheggio"

mobilità

Maxi zone a velocità limitata nel Cittadella e nel Montanara Video

1commento

SQUADRA MOBILE

Nella borsa aveva un chilo di marijuana: 34enne arrestata

1commento

politica

Pizzarotti: "Nel M5s restano solo gli yes man. Con me usata la linea sovietica"

3commenti

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

FURTI

In "gita" per rubare giubbotti: fermati in due, uno è minorenne

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

TECNOLOGIA

Alla Stazione sperimentale gli alimenti si stampano in 3D

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

Dopo l'alluvione

Argini dell'Enza: lavori per 330mila euro tra Sorbolo e Coenzo

il caso

Episodio di omo-transfobia in via Cavour: insultato un 37enne Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Smartphone al volante? L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

politica

Nessun accordo, è shutdown in Usa: bloccate le attività federali

Francia

La Vedova nera delle Costa azzurra condannata a 22 anni

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

BASSA REGGIANA

Due "super siluri" pescati a Boretto

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"