-4°

Arte-Cultura

Serenissima, matite miracolose

Serenissima, matite miracolose
0

Pier Paolo Mendogni

La luce, il mare, i palazzi fioriti sull'acqua: Venezia è uno scenario unico, come unico è il suo rapporto con l’arte che dal rinascimento ha trovato nella città lagunare un’affascinante fonte di ispirazione, e ha avuto una elevatissima concentrazione di artisti che hanno prodotto opere straordinarie. Tiepolo, Bellotto, i Guardi, Veronese, Marco e Sebastiano Ricci  sono tra i protagonisti delle stagioni più felici e alcuni dei loro disegni costituiscono l’accattivante richiamo della mostra «Riflessi Veneziani, dipinti, disegni, poesie...» in corso alla Galleria d’arte Farnese di Borgo Scacchini (fino al 30 gennaio), che presenta pure opere di artisti contemporanei e raffinata oggettistica. Due rari disegni di Paolo Caliari, il Veronese, aprono l’itinerario cronologico: una deliziosa «Testa di giovinetta», ripresa dal dietro per evidenziarne la sofisticata acconciatura con una corona di roselline che ne valorizza il luminoso collo sottile, e il «San Sebastiano di fronte all’imperatore Diocleziano» di notevole importanza in quanto è preparatorio ad un quadro, andato distrutto in un incendio, che si trovava nella chiesa di San Sebastiano a Venezia. Preparatoria ad un affresco, invece, è la sanguigna di Giambattista Tiepolo con la descrizione dell’incontro tra Antonio e Cleopatra, realizzato tra il 1747 - 50 nel salone di Palazzo Labia: le differenze fra le due opere sono minime. Un sintetico studio a matita con al centro un angelo con la spada sguainata mentre altri precipitano verso la terra potrebbe essere una prima idea per la «Caduta degli angeli ribelli» affrescata tra il 1726 - 28 nel soffitto dello scalone d’onore dell’Arcivescovado di Udine, dove però non c'è la presenza della Madonna col Bambino. In un altro disegno a matita viene delineata efficacemente la tragica scena della Deposizione, dipinta a olio verso il 1766-70 e ora nella collezione Hausammann di Zurigo così come il volto femminile dallo sguardo estatico di misticismo conduce alla Santa Francesca Romana dei «Quattro santi olivetani» del Museo di Verona un tempo assegnato a Giambattista ed ora trasferito al figlio Gian Domenico.  Solido l’impianto del foglio acquerellato con al centro Cristo al quale alcune donne portano i loro figli da benedire. I Tiepolo hanno interpretato lo spirito veneziano brillante e ironico in una serie di disegni di personaggi tipici dell’ambiente. Giambattista in due disegni acquerellati descrive due protagonisti della commedia dell’arte, di cui uno fa scaramanticamente le corna, proseguendo una tradizione che parte da Carlevaris e da Marco Ricci di cui vengono presentati alcuni caratteristici personaggi disegnati su pergamena. I lavori esposti sono accompagnati dalle oniriche poesie marine di Giovanni Pizzigoni che arricchiscono l’approfondimento culturale. Un altro tema largamente diffuso è quello dei capricci in cui i paesaggi si abbelliscono di antiche rovine per ricordare un passato glorioso che si perpetua nelle fastosità celebrative della Serenissima. Bernardo Bellotto dopo l’apprendistato nella bottega dello zio, il Canaletto, è andato a Roma nel 1742 e a questo periodo risale il disegno col Colosseo e l’arco di Costantino e subito dopo quel «Capriccio veneto con fiume e arco romano». Anche Francesco Guardi, cognato del Tiepolo e ultimo rappresentante del vedutismo, ha eseguito molti disegni in cui la realtà si intreccia con la fantasia inventiva: ecco il solare paesaggio in cui elementi classicheggianti si affiancano a una ricercata fontana e la suggestiva visione di un sottoportego con lanterna che porta verso un campiello. Suo figlio Giacomo, invece, con rapidi tratti sintetici ha ripreso un vivace momento della vita cittadina sullo sfondo della chiesa del Redentore. La pittura religiosa trova un’eco nello splendido foglio acquerellato di Sebastiano Ricci che rappresenta la grandiosa scena del trasporto dell’Arca sacra preceduta da re David: è stato tradotto in un’enorme tela che si trova nella chiesa di Somaglia. A far da ponte tra Sette e Ottocento è Gian Domenico Tiepolo con un dipinto che riprende le spettacolari architettura veronesiane mentre più tardi è Mosè Bianchi che in un piacevole acquerello riproduce il dinamico e luminoso affresco del Tiepolo per la chiesa dei Gesuati rappresentante l’Istituzione del Rosario. C'è anche la Venezia contemporanea con alcuni dei suoi più significativi cantori: Virgilio Guidi, romano trapiantato in laguna, ha saputo cristallizzare con pochi tratti la memoria onirica della città; Remo Brindisi, altro romano rifugiatosi a Venezia dopo essere fuggito dai tedeschi, ha fatto fiorire la chiesa della Salute in un mare di smeraldo; Armando Pizzinato, friulano allievo di Guidi, ne ha colto le tenere architetture di luce. Da segnalare pure, come sorprendente conclusione del percorso, un raro dipinto figurativo di Alfonso Borghi degli anni Sessanta con un gruppo di donne in un interno dove entra una calda luce di sapore veneziano e lo spettacolare e festoso gruppo di ballerine di Renato Bertoloni, protagoniste del celebre Carnevale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La serata Plata alle Follie

Pgn Feste

La serata Plata alle Follie Foto

Il dolce e delicato "Equilibrio delle arti": Fabrizio Effedueotto fotografa Alexandrina Calancea

Fotografia parma

Il dolce "Equilibrio delle arti": Alexandrina sul palco Foto

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

Polemica

Strisce e sicurezza: rimpallo di responsabilità

3commenti

Tragedia

Ciao Filippo, amico straordinario

Tragedia

Morto in via Pintor: parenti rintracciati grazie a facebook

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: gli indiani superano i romeni Video

I dati del primo semestre 2016: inviati 24,5 milioni nel mondo dal Parmense

2commenti

Mercato

Guazzo, niente Modena

VALMOZZOLA

Entra in casa, raggira e deruba due anziani

QUATTRO ZAMPE

Torrile, il paese dei cani

Salsomaggiore

«Lasciavamo le porte aperte, ora siamo terrorizzati»

Lutto

Addio a Fallica, il chimico gentile

Incidente

Un mazzo di fiori sul banco: così gli amici hanno ricordato Filippo in classe Video

Il sindaco di Langhirano: "Già chieste le strisce pedonali alla Provincia"

1commento

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime. E quella pagella che non vedrà mai

Terremoto

Vigili del fuoco e volontari di Parma pronti a partire per l'Italia centrale Video

tg parma

A Parma dai figli, arrestato latitante siciliano che deve scontare 15 anni

incidente

Incidente sul lavoro a Noceto: grave un camionista

IL FATTO DEL GIORNO

La morte di Filippo: oltre al dolore, la rabbia per i mancati interventi per la sicurezza Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le follie del nuovo bigottismo

3commenti

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INGV

Le onde sismiche della scossa 5.5 nel Centro Italia Video

Italia centrale

Terremoto e neve: un morto. Nuova scossa in serata

SOCIETA'

futuro

L'auto volante diventa realtà, prototipo entro il 2017

AGENDA DELL'AUTO

Bollo auto, ecco cosa bisogna sapere

SPORT

lega pro

Il portiere Frattali è del Parma

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta