-5°

Arte-Cultura

Parma in età medievale

Parma in età medievale
0

Roberto Greci è preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Parma e curatore del volume «Parma medievale. Poteri e Istituzioni» in cui è anche autore del saggio «Origini, sviluppi e crisi delle istituzioni comunali».

Il Medioevo è un periodo storico molto lungo (dura quasi un intero millennio) e molto vario al suo interno. Di fronte al compito di presentare questa lunga durata e questa complessità, il nuovo volume «Parma medievale. Poteri e istituzioni» (Mup Editore 2010) ha voluto dare spazio alle vicende politico-istituzionali della città. Varrà la pena, a giustificazione di questa scelta, ricordare le parole di Marino Berengo introduttive al suo libro «L’Europa delle città»: «Non appena ci accostiamo a una città per respirarne il clima e distinguere le forme della vita che vi si svolge, siamo colti da una folla di quesiti: e il primo cui sentiamo di dovere fornire una risposta è di natura politico-istituzionale. Chi la governa, o meglio e più specificamente, come vi viene esercitato il potere?».

Le vicende parmensi, qui affrontate da studiosi conoscitori della storia locale, ma anche specialisti conclamati dei periodi in cui si articola l'intero lavoro, non sono certo ignote, dal momento che disponiamo di opere di grande pregio ascrivibili alla stagione erudita sette-ottocentesca (Ireneo Affò e Angelo Pezzana). Ma si tratta di ricostruzioni e di narrazioni che utilizzano uno schema annalistico incompatibile con lo stile della letteratura storica odierna e con gli orientamenti problematici correnti.
Quest’opera intende collegare la tradizione storiografica locale con i quesiti posti dai più recenti studi medievistici; opera di sintesi, dunque, ma anche incentivo ad ulteriori approfondimenti. Parma, in età medievale, è una città importante, a dispetto delle sue dimensioni e del suo ridotto potenziale demografico. Da un lato vanta un passato romano, dall’altro, nel nuovo quadro geo-politico longobardo-bizantino della penisola, gode di una posizione strategica.
 Il territorio parmense, infatti, è attraversato da un percorso transappenninico, la via Romea (o Francigena), che consente il collegamento tra Langobardia e Toscana, zone entrambe inserite nella compagine del Regno longobardo. Tale particolarità condizionerà la storia del territorio favorendo molti soggetti e nuclei di potere radicati nei suoi punti più significativi. Un’altra costante è da ravvisarsi nello stretto e quasi simbiotico rapporto tra poteri laici e poteri ecclesiastici; non solo perchè le distinzioni tra questi due ambiti, in età medievale, è sempre labile, ma anche e soprattutto perchè la Chiesa parmense, particolarmente ricca, si mostra capace di mediare tra l’autorità pubblica e la società locale, nonchè di garantire la crescita - economica e politica - di una élite destinata a confrontarsi e a scontrarsi con essa. 
Questi sono i fili rossi che collegano i saggi dedicati al periodo alto medievale: quello di Claudio Azzara sull'età longobarda, quello di Luigi Provero sull'età carolingia e quello di Giuseppe Albertoni sull'età ottoniana, quando il potere del vescovo assume addirittura i connotati dell’autorità pubblica. Anche per questo la successiva età comunale (Roberto Greci), spesso interpretata come un momento rivoluzionario, non appare più tale. L'autonomia dei cives, pienamente compiuta nel momento in cui appare la magistratura consolare, risulta infatti fortemente intrecciata con questi precedenti vescovili. 
Lo sviluppo economico della città, il bisogno di disporre di apparati amministrativi (giudiziari e fiscali) più complessi, la crisi delle strutture ecclesiastiche tradizionali a fronte dell’azione di riforma che culmina nell’età gregoriana (XI secolo), il confronto con diversi modelli organizzativi favorito dai più intensi rapporti tra città dell’area centro-settentrionale, sono tutti fattori che determinano indubbie novità politiche e istituzionali. Gli esiti, tuttavia, sono anche il frutto di vischiosità e di forti limitazioni. Lo scontro del Comune con il vescovo per ragioni di controllo giurisdizionale del territorio, il difficile rapporto con impero e papato in età sveva, le conflittualità e i collegamenti tra ceti sociali nuovi e vecchi, sono tutti elementi che, nel volgere di un cinquantennio, produrranno trasformazioni destinate a debilitare gli strumenti che avevano guidato il processo autonomistico, a riaffermare i poteri di antiche famiglie, a produrre le prime esperienze signorili.
Non è possibile riassumere in poco spazio le tappe di uno sviluppo che porta all’inserimento della città nello stato milanese. Di ciò trattano i saggi di Andrea Gamberini e di Marco Gentile, rispettivamente dedicati al Trecento e al Quattrocento, incentrati sui rapporti intercorsi tra città/comune cittadino/famiglie signorili locali e il potere di Visconti e Sforza. In essi si coglie l’indebolirsi progressivo della forza centripeta della città e il rafforzamento dei poteri rurali in un policentrismo ancora immediatamente percepibile grazie ai numerosi castelli sparsi sul territorio provinciale.
Chiudono il volume i due saggi di Mariapia Alberzoni e di Gianluca Battioni; il primo si arresta al Duecento e il secondo prosegue con i Tre e il Quattrocento. Sono saggi importanti, perche mettono a fuoco le istituzioni ecclesiastiche che fanno capo alla città, guidandoci tra le figure eminenti dei presuli parmensi e tra le esigenze religiose, più o meno spontanee, della popolazione misurando l’incidenza delle strutture ecclesiastiche nell’organizzazione del territorio e nella elaborazione della cultura locale.
ROBERTO GRECI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

Marche

SOCCORSO ALPINO         

Neve altissima sull'Appennino marchigiano

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Café: il party messicano

Pgn feste

Hub Café: il party messicano Foto

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

Casa Bianca

Festa d'addio di Obama, a sorpresa esibizione di Springsteen

1commento

Addio a Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

brasile

Morta carbonizzata Loalwa Braz Vieira, regina della "lambada"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gli stuzzichini per aperitivo della Peppa

LA PEPPA

Ricette in video: gli stuzzichini per aperitivi

Lealtrenotizie

Incidente Cascinapiano

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: domani il funerale a Langhirano Video

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

1commento

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

1commento

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

9commenti

Lutto

Addio a Ines Salsi, una vita piena di fede

EMERGENZA

Parma si mobilita per l'Italia centrale

Fidenza

Meningite, la 14enne è fuori pericolo

Dati Bankitalia

Le rimesse degli immigrati: 24,5 milioni inviati all'estero in 6 mesi  Video

Gli indiani superano i romeni 

15commenti

Intervista

Muti: «Con Verdi e Toscanini ho la coscienza in pace»

Il racconto

«Quando Roosevelt si insediò al Campidoglio»

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

1commento

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

polizia

Rapina in villa a Porporano: arrestata tutta la banda Video

1commento

polizia

Raffica di furti in viale Fratti e viale Mentana: arrestato 26enne

3commenti

tg parma

Via Marmolada: si fingono avvocato e maresciallo per truffare anziani Video

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

2commenti

EDITORIALE

L’America di mio padre cinquant'anni dopo

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

rigopiano

Quello spazzaneve che non è mai arrivato

Stati Uniti

Oggi Donald Trump diventa presidente Video

SOCIETA'

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

PADOVA

Orge in canonica, con il prete c'era anche un trans

4commenti

SPORT

sport

Tragedia al rally di Montecarlo, morto spettatore

RUGBY

Grande festa per la città di Parma: Zebre contro London Wasps Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery

PROVA SU STRADA

Peugeot 2008, per chi non si accontenta