LA MOSTRA

Duecento opere per narrare la grande arte della pubblicità

Inaugurata alla Fondazione Magnani Rocca «Pubblicità! La nascita della comunicazione moderna 1890-1957»

Duecento opere per narrare la  grande arte della pubblicità

L'inaugurazione della mostra alla Magnani Rocca

Ricevi gratis le news
0

«Volete la salute? Bevete il Ferro China Bisleri»: è il 22 giugno 1890 e sulla «Tribuna Illustrata» appare il primo e più antico slogan italiano a cui ne seguirono molti altri negli anni successivi.

Da questi primi passi della storia della pubblicità prende avvio la mostra «Pubblicità! La nascita della comunicazione moderna 1890-1957», inaugurata ieri e da oggi aperta al pubblico, alla Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo (fino al 10 dicembre). Sono duecento le opere esposte nel percorso espositivo, a cura di Dario Cimorelli e Stefano Roffi, con l’obiettivo di attraversare la storia della pubblicità in Italia, dalle sue prime forme di comunicazione semplici e dirette, all’introduzione dell’illustrazione come strumento persuasivo e spiazzante per novità e per fantasia, al rapporto tra illustrazione e messaggio pubblicitario attraverso i diversi media, dal più conosciuto manifesto, alla locandina, alla targa di latta e poi al packaging della confezione, all’arrivo della radio come strumento di comunicazione di massa. Fino a Carosello.

«Il sociologo Marshall McLuhan definisce la pubblicità la più grande forma d’arte del XX ° secolo»: parole di forte significato con cui il presidente della Fondazione Magnani Rocca, Giancarlo Forestieri, ha introdotto la mostra suddivisa in quattro sezioni, in un comporsi di manifesti, bozzetti originali accostati ai relativi manifesti ed altri materiali pubblicitari. La sequenza ha un carattere particolare poichè non segue un percorso rigorosamente “storico”, offre invece una lettura condotta con gli occhi dei protagonisti della pubblicità seguendo il loro processo creativo. Fra i nomi quelli di Leonetto Cappiello, Erberto Carboni, Marcello Dudovich, Sepo, Federico Seneca, Gino Boccasile, Marcello Nizzoli, Armando Testa ed altri che hanno partecipato con le loro invenzioni a raccontarci di imprese e prodotti, di forti contaminazioni con le avanguardie artistiche, di idee e progetti suggerendo una riflessione sul «come eravamo» tra modi, abitudini, stili di vita.

Nello specifico è entrato il curatore Dario Cimorelli. La sezione iniziale racconta come i primi illustratori furono principalmente artisti e i loro bozzetti e manifesti venissero realizzati seguendo l’idea dell’illustrazione come elemento di comunicazione, intrinsecamente bella e quindi indipendente dal contenuto promosso, dove la rappresentazione spesso stupisce, altre volte cattura l’attenzione per la sua costruzione e composizione cromatica, altre volte impaurisce, altre ancora attrae con ironia.

La seconda sezione è dedicata al rapporto tra illustrazione e messaggio pubblicitario, dove uno rafforza l’altro, dove il prodotto è rappresentato, o comunque evocato nella rappresentazione, e quindi descritto con il suo nome e la sua marca, alcune volte associato a uno slogan che ne rafforza le caratteristiche. In questa sezione divisa in capitoli, attraverso marchi celeberrimi quali Barilla, Campari, Cinzano, Motta, Pirelli e molti altri, si indaga il mondo del manifesto in un incrocio virtuoso tra temi, settori merceologici, scuole,prime agenzie pubblicitarie, grandi maestri.

La terza sezione riguarda tutti gli strumenti di promozione pubblicitaria che si sono sviluppati accanto al più conosciuto manifesto, come locandine, depliant, targhe in latta fino all’illustrazione della confezione. La quarta è, infine, dedicata ai nuovi strumenti di comunicazione che si affacciano dal 1920 in poi, la radio prima e poi la televisione fino al giorno in cui nacque Carosello, il primo passo verso un’altra storia.

La mostra si avvale tra gli altri della collaborazione col prestito di un importante numero di bozzetti originali del Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma. E’ realizzata grazie a Fondazione Cariparma, Crédit Agricole Cariparma ed un pool di sponsor tecnici. Il catalogo, Silvana Editoriale, è in vendita da oggi con la gazzetta di Parma a 18 euro più il prezzo del quotidiano.

Affianca la rassegna la presenza in Sala Goya dell’opera di Francis Bacon «Two Americans», appartenente alla Collezione Barilla di Arte Moderna, esposta da oggi (fino al 10 dicembre). Un focus sul celebre artista e l’occasione per ammirarla a fronte del dipinto di Johann Heinrich Füssli, «Gertrude, Amleto e il fantasma del padre di Amleto» della collezione permanente così da creare un incontro possibile fra i due protagonisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Festa al Dragoon pub di Salso

pgn

Festa al Dragoon pub di Salso Foto

Polemica tomori

Il messaggio

Toffa, malattia, post e polemiche: "Nadia, il cancro non rende fighi"

Madonna a seno nudo su Instagram: boom di like e di polemiche  Foto

social

Madonna a seno nudo su Instagram: boom di like e di polemiche Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Trattoria "Al Voltone"

CHICHIBIO

Trattoria "Al Voltone", la generosa tradizione della Bassa

di Chichibio

Lealtrenotizie

Il Parma non batte il Venezia: finisce 1-1

TARDINI

Il Parma non batte il Venezia: finisce 1-1

Due grandi occasioni gialloblù nel primo tempo. Poi lagunari in vantaggio con Pinato raggiunti su rigore da Calaiò, appena entrato. Lo Spezia piega la Salernitana e ci supera

CARABINIERI

Spaccio di cocaina e hashish fra Parma e Borgotaro: coinvolti 6 magrebini Video

Tre magrebini sono stati arrestati, altri tre sono ricercati nell'ambito dell'operazione "Pokemon Go" dei carabinieri

viabilità

Domenica con gelo e neve: possibili difficoltà in autostrada, anche in zona Parma

Il fatto del giorno

"Infiltrazioni mafiose a Parma: tenere le antenne dritte" Video

PARMA

Neve in città: in azione i mezzi del Comune. Previsto un abbassamento delle temperature

E' attivo un numero verde del Comune di Parma per segnalazioni e informazioni. Scuole chiuse a Lesignano e Neviano

11commenti

Gazzareporter

Risveglio con la neve a Parma Invia le tue foto

social

Derapate (follie?) con il quad in piazza Garibaldi Video

1commento

CONSIGLIO

Via Pontasso: il cavalcavia resterà chiuso ancora a lungo

Si discute il bilancio preventivo 2018: oggi la prima delle tre sedute previste fino alla votazione finale

4commenti

GAZZAREPORTER

Neve: le foto dei lettori da Panocchia all'Appennino

VIOLENZA SESSUALE

Molestò una bimba di 8 anni, insegnante condannato

2commenti

APPENNINO

Varsi, frana nella notte sulla provinciale 28. Strada ghiacciata al Passo del Bratello Video

Le strade provinciali sono tutte percorribili

Colorno

Vende elettrodomestici on line e truffa 100 persone, denunciata 30enne

1commento

PARMA

Impresa Pizzarotti e Sonae costruiranno il centro commerciale in zona fiera

Investimento da 200 milioni di euro. Nel 2019 l'inaugurazione

13commenti

Fidenza

E' morto Aldo Bianchi, storico commerciante

Furto

Razzia di salumi in una cantina di Zibello

1commento

europa league

Le star del Borussia in hotel a Parma (e allenamento a Collecchio) Gallery

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Stragi in Usa: se la proposta è armare gli insegnanti

di Paolo Ferrandi

4commenti

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

CASO LAMINAM

«L'aria di Borgotaro? Nessun rischio per la salute»

Caserta

Violenza sessuale durante l'esorcismo: arrestato un sacerdote

SPORT

GAZZAFUN

Parma-Venezia: fate le vostre pagelle

6 NAZIONI

Italia, 15° ko consecutivo: vince la Francia 34-17

SOCIETA'

il disco

1973: Edoardo Bennato spicca il volo

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day