19°

Arte-Cultura

Pino Volpi, un artista «da rivalutare»

Pino Volpi, un artista «da rivalutare»
0

Si è chiusa di recente nell’Aula Magna dell’Istituto d’Arte «Paolo Toschi» una mostra dedicata a Pino Volpi, pittore, scultore ed incisore «dimenticato», almeno sul territorio parmense, tornato di recente all’attenzione per una serie di mostre a lui dedicate, in occasione del trentennale della morte. Le sue opere sono state presentate alla Fondazione Arti e Mestieri di Suzzara, a Palazzo Bentivoglio di Gualtieri ed al Mercanteinfiera d’autunno, in una rassegna «omaggio»,  promossa dall’Accademia Nazionale di Belle Arti di Parma. A Pino Volpi è stato dedicato un catalogo, Silva Editore, a cura di Mauro Carrera e Marzio dall’Acqua, con oltre una novantina di immagini, per una prima ricostruzione di un percorso d’arte e di vita; un percorso breve Volpi scompare prematuramente all’età di 42 -  che lo vede a partire dagli anni Settanta, operare nel clima milanese fra gallerie d’arte e cabarets. Un decennio in cui ebbe modo anche di allestire personali in numerose città italiane facendo conoscere la propria attività. Non sono pochi gli artisti «dimenticati», figli di quegli anni intensi in cui l’adesione alle arti figurative, in una Milano dai diversi risvolti creativi e contraddittori, sembrava aprire le porte. Il percorso di Pino Volpi lo vede, secondo la ricostruzione dei curatori, accolto con favore negli studi d’artista in cui si svolge la vita culturale e nelle collezioni private non solo in Italia. Un’iconografia quanto mai varia evidenzia varietà d’interessi che una morte prematura ha tranciato, a soli 42 anni, lasciando aperte vie possibili da intraprendere, fantasia d’intenti, proposte anche audaci nella loro diversità. «Nelle sue città tutto può succedere : ci sono le scenografie e l’atmosfera per ambientare ogni più incredibile vicenda... Ciascuno davanti ad una di queste composizioni così dense di spunti, sente la propria fantasia mettersi in moto per dar una ragione a questi monumenti, chiese palazzi, castelli., borghi, e a popolarli con personaggi presi dai sogni più belli» scriveva Dino Villani, nella prima metà degli anni Settanta. Un’interpretazione che trova riscontro in una «forma» compositiva varia, realizzata di preferenza ad olio od acrilico su carta o su tela, secondo i momenti rivolta alla figurazione o a un’astrazione fantastica, od ancora sviluppata sul filo di un segno veloce, di un disegno che pare sgorgare naturale.  Come tanti artisti Pino Volpi non ha datato molte delle sue opere che la paziente «mano» dei curatori ha cercato di definire, per una divisione in periodi e mettere così ordine, là dove è possibile, alla «voce» all’autore. Nato a Piegaro (Perugia) nel 1938, Pino Volpi lascia il  paese umbro all’età di 13 anni, per Milano, al seguito della famiglia. Nel capoluogo lombardo, dà spazio alla grande passione per la pittura e il disegno  «illustrando» agli inizi le periferie e gli scenari della campagna. S.Pr.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri 1988 - Taglio del nastro al Centro Torri Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Incidente mortale a San Secondo: muore un automobilista

parmense

Incidente a San Secondo: muore un automobilista

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

4commenti

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CONCERTO

Mario Biondi, voce e ricordi

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

dopo l'attacco

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni a Londra

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

il fatto del giorno

"Bisogna salvare il quartiere San Leonardo" Video

1commento

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Parma

Nel Piano mobilità il pezzo mancante della tangenziale

Opera da 12 milioni a est della città

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

Protesta

Oggi sciopero nazionale dei taxi: "Pochi in giro per paura di ritorsioni"

SOCIETA'

Concorso

La Grande Bellezza dell'Oltretorrente: i video dei ragazzi e le interviste

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

SPORT

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano