12°

Arte-Cultura

Ritratto profetico di Alessandro Farnese

Ritratto profetico di Alessandro Farnese
0

Francesco Barocelli

Nella parete della Stanza della Segnatura, in Vaticano, che Raffaello dedicava alle "virtù" di papa Giulio II Della Rovere, si trovano due affreschi simmetrici fra di loro. Il tema trattato è quello della "Giustizia", una delle quattro virtù cardinali posta a pilastro del consorzio civile come della ecumene cristiana.Dei due affreschi, entrambi ideati da Raffaello e in parte di sua mano, quello a sinistra raffigura l’imperatore Giustiniano che riceve da Triboniano (VI sec.) le Pandette del "Corpus juris civilis", destinato a raccogliere buona parte del diritto romano e coordinarlo con la sua opera legislativa; dall’altra parte invece è rappresentato papa Gregorio IX (prima metà del XIII secolo) nell’atto di ricevere da Raimondo di Penafort le Decretali, il "Corpus" dei decreti emanati sino ad allora dai pontefici, detto "Liber extravagantium", per il quale si cominciò a tenere la compilazione in un unico codice con la serie delle disposizioni papali.
I due episodi, fondati su di un riordino complessivo del diritto, hanno perciò una simile finalità e un corrispettivo semantico, per quanto siano riferiti a due eventi distanti nel tempo. Nelle Stanze Vaticane, come è noto, Raffaello si compiace di affidare a personaggi storici il volto di suoi contemporanei, dando luogo ad una specie di "attualizzazione" della storia.
A Gregorio IX spetta il volto di Giulio II Della Rovere (1503-1513), dai tratti eleganti sotto la barba recente, ad esito della campagna militare di Bologna. Papa mecenate per i posteri, ai contemporanei piacque anche essere ricordato come un riformatore. Ma non è al suo bel ritratto che vorremmo guardare, del quale esiste lo straordinario olio del Sanzio agli Uffizi e la copia tizianesca di Palazzo Pitti; quanto ai ritratti dei cardinali che lo affiancano reggendogli il piviale: in quello alla sua destra è riconoscibile Giovanni dè Medici (1475-1521), figlio di Lorenzo, il quale diventerà papa alla scomparsa di Giulio II Della Rovere, nel 1513. Ma, per quanto gli affreschi della Stanza della Segnatura fossero terminati nel 1511, i "rumores" sui papabili all’interno della Santa Sede dovevano circolare.
A partire dalla malattia di Giulio II, è arguibile vi fosse la possibilità di adeguare certe scelte figurative a previsioni possibili. Quindi la profezia raffaellesca in questo caso potrebbe essere spiegabile. Era perciò consentito pensare al nome di Giovanni che qui appare poco meno che quarantenne. Quel che non poteva prevedere Raffaello era invece il volto degli altri due cardinali che si trovano l’uno a destra di Giovanni, e cioè Giulio dè Medici (1478-1534), e l’altro a sinistra del papa, in perfetta simmetria con Giovanni dè Medici, del quale meglio chiariremo l’identità. Giulio diventerà pontefice col nome di Clemente VII, dopo Leone X e il breve pontificato di Adriano VI: una previsione difficile a farsi.
 Pressochè imprevedibile sarebbe stato poi il destino del terzo cardinale di cui parliamo. Si tratta di Alessandro Farnese (1467-1549), da due anni sulla cattedra episcopale di Parma (1509), per quano già insignitio della porpora prelatizia, e qui riprodotto in relazione alla sua recente dignità di presule della città emiliana. I due cardinali, Giovanni e Alessandro, erano pressochè coetanei, legati da amicizia e da studi comuni, benchè appartenessero l’uno alla grande nobiltà italliana, il Medici, l’altro alla piccola feudalità laziale di tradizione militare e curiale al servizio della Santa Sede.
 Raffaello morirà trentasettenne nel 1520 e non potrà vedere realizzata la sua giusta profezia su Giulio, che salirà al soglio solo nel 1524. Ma che le capacità "profetiche" del "divino pittore" fossero parte del suo intuito lo conferma soprattutto il ritratto del vescovo di Parma, Alessandro Farnese, il quale è riconoscibile anche in un altro ritratto ad olio dell’Urbinate, oggi a Capodimonte, di grande finezza psicologica e di raffinata fattura.
 Che Alessandro (1468-1549) non fosse personaggio da poco nel concistoro agli inizi del '500 è fuori di dubbio; è solo negli anni successivi però che egli avrebbe fondato in Roma la fortuna della sua famiglia sino a farne tra le più insigni dell’Urbe. Raffaello e il suo committente non potevano perciò prevedere che anche il neo-vescovo di Parma potesse diventare pontefice; tanto più che il Farnese avrebbe dovuto attendere molti anni prima di salire al soglio, nel 1534, quando ormai nessuno ne prevedeva l’elezione (a più di vent'anni dalla realizzazione dell’affresco).
Ancor più profetica potremmo ritenere la previsione sulla natura del suo pontificato. Se Giulio II era magnificato come Gregorio IX, autore del primo libro delle Decretali, Paolo III Farnese (che qui gli regge il piviale) sarebbe stato il pontefice chiamato a innovare buona parte degli apparati legislativi della Chiesa, facendosi promotore del Concilio tridentino (1545-1564), il più importante evento di "riforma" nell’assetto normativo e istituzionale del cattolicesimo prima del Concilio Vaticano II. Quindi nella Segnatura, grazie a Raffaello, troviamo due futuri papi "riformatori", profeticamente a contatto di gomito l’uno dell’altro, ed uno di questi si fregiava con orgoglio del titolo episcopale di questa città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..."

Roma

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..." Foto

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Aggiudicazione provvisoria⁩

Parma

Trasporto pubblico, gara a Busitalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

4commenti

Parma

Ancora animali avvelenati: un caso in zona Montanara Foto

La polizia municipale, su Twitter, invita a fare attenzione in via Torrente Manubiola

Parma

Mattinata di incidenti: quattro feriti in poche ore Foto

Via Mazzini

I commercianti: «Minacciati dalle baby gang»

5commenti

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

1commento

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

Lega Pro

Parma: splendida rimonta, Samb ko

tg parma

Il pugile Fragomeni dona 25mila euro all'Ospedale dei Bambini Video

BASSA

I truffatori arrestati risarciscono i negozianti raggirati

1commento

Gazzareporter

Parcheggio "selvaggio" in via Marchesi

Sant'Ilario d'Enza

Rissa a colpi di sedie e tavolini: quattro stranieri in manette

Due indiani e due pakistani si sono affrontati fuori da un kebab di via Roma, nel paese della Val d'Enza

5commenti

Rugby

Al Molino Grassi un super-derby Foto

Al fotofinish grazie alla mischia i gialloblù trovano la meta e superano i «cugini» dell'Amatori

Fidenza

Malore in piazza, l'esercitazione diventa soccorso reale

Salsomaggiore

Addio a Iolanda Campanini, una vita fra libri e giornali

Il personaggio

Il bussetano Laurini debutterà in F3 al volante di una Dallara: «Che emozione»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

1commento

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

2commenti

ITALIA/MONDO

vercelli

Voleva salvare il cane: travolto dal trattore di papà

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

COSTUME

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

LA PEPPA

La ricetta: Whoopies arlecchino per il carnevale dei piccoli

SPORT

ATLETICA

«Ayo» Folorunso campionessa italiana nei 400

Stadio Tardini

Parma-Samb 4-2: ecco il gol di Munari

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

300 CV

Leon Cupra, la Seat più potente di sempre Gallery