15°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Una confezione di uova

2

di Marta Silvi Bergamaschi

Ho comprato le uova. Una piccola 
confezione: quattro. Vivo sola. Parca nel cibo. Invecchieranno di certo le mie uova. Le depongo con cura nella borsa maculata e m’avvio nella mattina ancora acerba (sono le nove) con profumi delicati di vaniglia che provengono da chissà dove. Vorrei la mattina durasse a lungo: mi dà sensazioni di letizia, è percorsa da persone semplici, immerse in una trasparenza di luce. La mattina, tenera come un fiato, scivola in me e dipana il gomitolo gonfio, pesante che è la malinconia. Sono a casa: tolgo le uova dalla confezione di cartone per deporle nel frigo. Il quarto uovo mi resta sul palmo della mano, qualcosa di scuro mi avverte che sul guscio…mio dio…non può essere…Sul guscio sono dipinte tre piccole viole. Le viole della mia infanzia, lì, sulla veste di seta di un uovo. Tre dolcissimi fiori, le viole  degli orti antichi, degli argini inesplorati, lontanissime. Eccole, sono tornate. Il cuore mi batte, mi manca il respiro. Vado in soggiorno, mi seggo sul divano. Sul palmo della mano giace l’uovo. Un qualcosa di surreale mi avvolge. E mi turba. Devo fare un gesto normale, allungare un dito: toccare le viole. Sono veramente dipinte. La materia pare muoversi sotto l’indice della mano destra. Accarezzo i petali, lo stelo lungo e sottile. L’emozione mi stringe la gola: emozione e mistero. E mi trovo sola lungo una strada di campagna, bianca di polvere. Ai lati della strada un fosso asciutto. Una minuscola nube di moscerini danza impazzita. E’ una  mite mattina. Un timido sole rosa riposa all’orizzonte. E’ forse primavera? Lungo il fosso una macchia rossa, immobile e curva, m’incuriosisce. Non capisco, non vedo. Sono una ragazzetta felice lungo una bianca strada. Perché devo osservare? Chi? La macchia rossa è un bambino. Otto, nove anni? Più piccolo di me. I prossimi saranno quattordici. E’ un bambino. E che cosa me ne importa? Invece mi avvicino. Alza la testa ricciuta, bionda, occhi scuri, severi, labbra sottili e pallide, pallido il volto magro, triangolare. Eppure è bello; una bellezza scontrosa. –E tu, dice, che cosa vuoi?- 
-Proprio nulla,- rispondo. 
–Allora vattene via che io devo mangiare. Tu hai già mangiato, eh?- 
-E che cosa mangi,- chiedo. 
–Le viole. Eccole.- Toglie dalla tasca un mazzetto di viole. 
–Smettila, dico, le viole non si 
mangiano.- 
-Sono dolciamarognole: si mangiano sì, quando la fame morde come un cane furioso. - Io taccio un attimo. Non mi muovo. Quindi parlo, come se parlare fosse necessario. 
–E tu chi sei con quel maglione rosso.- 
-Che cosa te ne importa?- 
-Me ne importa- -Bugiarda. Non te ne importa un fico secco.- 
-Me ne importa e se non ci credi sai che faccio? Ti mando al diavolo insieme con le tue viole.- 
-Lo sapevo: e io ci vado. Tutti così, voi che avete la pancia piena.- Si alza, mi fissa con le mani sui fianchi magri, sputa nel fosso, con un salto è dall’altra parte, nel campo coltivato a granoturco, corre come una lepre, sparisce. –Torna, urlo nel vasto silenzio della campagna, torna, torna.- Mi ritrovo sul divano e un disagio interiore mi devasta. Torna, sussurro. Quanto tempo è trascorso da allora? Che significato possono avere le viole dipinte sull’uovo? Un caso. Le sorprese ambigue, deliranti che la vita regala. Egoismo e rimorso? La vita è troppo spesso ingiusta con la sua perfida astuzia. Devo assolutamente tornare in me stessa. Riavere accanto la mia malinconia. Rifiuto segni improbabili. I segni sono dappertutto: nel mondo che frettolosamente è cambiato, ma ancora soffre la fame, nella sofferenza dei bambini e nella spudorata avidità dei potenti. Occorrerebbe soltanto aiutarci e preparare per ognuno una bianca serena strada: soprattutto per coloro che posseggono soltanto un maglione rosso. L’uovo trema nella mia mano. Lo conserverò con le sue tre violette dipinte forse da un ragazzo poeta. Lo conserverò per non dimenticare. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    05 Febbraio @ 11.56

    Ci scriva all'indirizzo mail: sito@gazzettadiparma.net , specificando nell'oggetto "racconto per Scaffale Parma". Grazie

    Rispondi

  • giovanni

    05 Febbraio @ 11.11

    come si fa ad inviare un racconto?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Viale Barilla

Lite tra giovani, contuso un vigile

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

Spettacoli

Andrea Pucci: «La mia vita tutta da ridere»

Radioterapia

Novità in arrivo e testimonianze dei pazienti

Volontariato

Le cento donazioni di Cherubino

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Collecchio

Suona l'allarme, ladri messi in fuga dai vicini

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa