15°

Arte-Cultura

Addio a Francesca Sanvitale

Addio a Francesca Sanvitale
0

La realtà è un dono» è il titolo di una raccolta di racconti di Francesca Sanvitale, ma potrebbe anche essere la sintesi della leggerezza elegante della sua scrittura, capace di spaziare tra storia e costume, senza dimenticare la complessità della sfera psicologica sulla quale il romanzo, per lei, aveva il dovere di indagare. Nata a Milano nel 1928, la scrittrice e intellettuale, scomparsa ieri a Roma, ha vissuto a Firenze, dove si era laureata in letteratura italiana e in eredità le era rimasto anche un lieve accento toscano indossato con infinita grazia anche sotto la candidissima chioma della maturità. La famiglia della Sanvitale apparteneva al ramo cadetto dei Sanvitale di Fontanellato, che hanno sempre tenuto in grande considerazione sino dall'Ottocento i temi principali della cultura italiana. Francesca Sanvitale era molto legata alla nostra città dove spesso veniva per incontrare gli amici e dove ha presentato tutti i suoi libri.  Dal 1961  viveva a Roma, a pochi metri da Viale Mazzini ovvero da quella Rai con cui per anni, come giornalista, per oltre 25 anni si era occupata di spettacoli e cultura. Lavorava infatti, Sanvitale, nel cuore della più viva capitale culturale, collaborando con Il Messaggero e l’Unità e con il settimanale l'Espresso, per ricoprire anche il ruolo di direttore della rivista Nuovi Argomenti e di Micromega. Alla narrativa Francesca Sanvitale era arrivata relativamente tardi, pubblicando nel 1972 «Un cuore borghese». Un romanzo che subito attirò l’attenzione della critica e dei lettori su di lei e la sua finezza di scrittura, ma il successo arrivò in realtà nel 1980 con «Madre e figlia». È questa la storia di un legame familiare che diventa storia del costume italiano tra fascismo e dopoguerra, in una sintesi nella quale Sanvitale era maestra. Segue nel 1984 «L'uomo del parco», racconto di un io diviso, delle paure e delle angosce di una donna sola, in una città deserta e gelida. Esce poi «L'ultima casa prima del bosco» e dopo oltre 4 anni di ricerche arriva quello che forse è rimasto il suo romanzo più ricco e complesso, «Il figlio dell’Impero».   Il romanzo è dedicato alla fine dell’impero napoleonico, la restaurazione e la nascita dell’Europa moderna. Seicento pagine per disegnare dall’interno la vita del figlio di Napoleone, nato re di Roma e morto ventunenne di tisi, schiacciato dalla rovina del proprio genitore. Un libro nutrito di riferimenti letterari che non deforma la realtà ma la descrive esaltando i dettagli di un’esistenza infelice. Con il libro è finalista al Premio Strega, ma alla Sanvitale non mancheranno certo i riconoscimenti letterari, dal premio Dessì, al Chiara, al Viareggio-Repaci per «L'inizio è in autunno». Con quest’ultimo romanzo, che nasce dalle polemiche suscitate a suo tempo dai restauri alla Cappella Sistina, festeggia insieme all’Einaudi gli 80 anni della signora gentile della letteratura italiana degli ultimi anni. Poi una lunga malattia che si è conclusa ieri  all’ospedale Santo Spirito di Roma.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

1commento

allarme

Piazzale Lubiana, trovata polpetta con chiodi: chiusa l'area cani

4commenti

polizia

Emergenza furti: razzia di vestiti nella notte allo Spip Video

1commento

PARMA CALCIO

Intitolato a Tito Mistrali il campo da calcio di via Taro

Esordì nel 1925. Era il bomber con la "retina"

1commento

LEGA PRO

Sotto di 2 gol, il Pordenone ne segna 7 e aggancia il Parma! Domani crociati a Gubbio

AGENDA

Un weekend alla scoperta dei castelli

Sentenza

Multa ingiusta. E stavolta è Equitalia che deve pagare

3commenti

Formaggio

La grana del grana

Profughi

«Lasciati senza cibo per 7 giorni»

10commenti

Autosole

L'ambulanza tampona, il paziente a bordo trasferito sull'elicottero

Medicina

L'osteopatia nella cura della endometriosi

Da uno studio fatto a Parma nuove speranze per combattere una malattia che colpisce il 10% delle donne in età fertile

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa