21°

35°

Arte-Cultura

C'era una volta dal '27 al '45

C'era una volta dal '27 al '45
Ricevi gratis le news
0

di Lisa Oppici
Documenti d’archivio, libri, opuscoli, oggettistica di vario genere, filmati d’epoca, ma anche progetti, addirittura un piano regolatore, moltissimi manifesti. E altro ancora. Tanti tasselli della storia di Parma dal 1927 alla fine della guerra, ultima tappa del percorso di mostre documentarie sull'Italia post-unitaria realizzato dall’Istituzione Biblioteche del Comune e dall’Assessorato alla Cultura a partire dal 2005. L’ultimo tratto del viaggio si chiama «Storia di ieri. Parma dal regime fascista alla Liberazione 1927-1945»: la mostra sarà inaugurata domani  alle 17 a Palazzo Pigorini, dove resterà aperta (con ingresso libero) da domenica al 27 marzo. È una mostra articolata, forse più complessa e più difficilmente sintetizzabile delle precedenti, già nel suo contenere una sorta di bipolarismo di fondo: non un tema e un’immagine simbolo ma due grossi fuochi di una sorta di elisse. Da una parte il regime, il suo apice e poi il suo crollo, dall’altra «l'antiregime», attraverso una linea che porta alla Resistenza e alla Liberazione. Dall’arte alla storia politica, dall’urbanistica alla musica, dall’economia alla letteratura, dalla religione allo sport: macro argomenti trattati nei saggi del catalogo pubblicato da Diabasis (tra le firme Fiorenzo Sicuri, Giancarlo Gonizzi, Anna Mavilla, Paolo Briganti, Elena Dundovich - che racconta il Picelli russo sulla base dei documenti d’archivio della Terza Internazionale - Margherita Becchetti, Stefano Magagnoli, Ubaldo Delsante, Paolo Trionfini, Marco Capra, Filippo Ferrari) e poi «declinati» nel corso dell’esposizione. Tanti temi, tanti «specchi» attraverso cui guardarsi. E se tutto merita attenzione, ciò che forse più attrae sono le trasformazioni urbane (dal risanamento dell’Oltretorrente al nuovo «Ponte Dux», ora Ponte di mezzo, dalla Casa del Balilla di viale Rustici al rifacimento di via Mazzini, alla Mostra delle conserve al Parco ducale), i progetti di edifici che ancora oggi viviamo nel quotidiano, lo stesso piano regolatore del 1934, come anche tutta la sezione dedicata a manifesti e fogli volanti, a comporre una galleria che da sola racconta molto. «È il primo tentativo di entrare nel merito di un periodo che è stato pochissimo studiato, se non per il 1943-45 e comunque solo sul versante dell’antifascismo - spiega il direttore scientifico, Fiorenzo Sicuri -. La base documentaria su cui costruire un ragionamento approfondito è abbastanza ridotta, essendo lo studio di quell'epoca reso difficile dalla distruzione degli archivi, ma noi ci abbiamo provato. Dopo il 1945 pochissimi e poche volte si sono inoltrati in questi temi, come se ci fosse stato un tacito patto per stendere una coltre su quel periodo. Adesso credo proprio che sia arrivato il momento di parlarne: su scala nazionale le ricerche sono vastissime, i tempi sono maturi anche per Parma. Io spero che questo possa essere un punto di partenza». «È una mostra che grazie allo sforzo dei ricercatori farà emergere aspetti anche innovativi rispetto alla ''vulgata''. Ad esempio il tema di come anche per Parma la fase culminante del regime, connessa all’impero, avesse effettivamente raccolto un consenso amplissimo», dice il direttore dell’Istituzione Biblioteche Luciano Mazzoni, che aggiunge: «L'operazione storica non è un mestiere che si può ritenere assolto in quanto tale dagli ''addetti ai lavori'', ma richiede soprattutto uno sforzo particolare della comunità: perché solo riattivando e rivitalizzando la memoria la comunità concepisce meglio il suo passato e magari riesce a vedere con maggiore chiarezza anche la sua prospettiva». Alla mostra è abbinato anche un quaderno didattico, realizzato in collaborazione con la Cooperativa L’Argonauta con l’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea. 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

NEW YORK

Si suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

Torino

Truffa allo chef Bruno Barbieri: arrestata 33enne

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Abbraccio tra il padre e Solomon

Delitto San Leonardo

Abbraccio tra il padre e Solomon

Accoglienza

Ecco la giornata dei profughi

Varsi

Colto da malore, grave il sindaco Aramini

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

CAMPIONI

Emanuele, Filippo e Matteo, i ragazzini d'oro

Personaggi

Dal Crazy Horse alla laurea

Felino

Soldi nelle slot invece che ai figli: condannato

Scurano

Il camionista: «Così ho evitato una tragedia»

Lesignano

Migranti nell'ex caseificio a Mulazzano: il sindaco minaccia le dimissioni

Giorgio Cavatorta ha scritto al ministro dell'Interno

Tg Parma

Delitto di via San Leonardo: Solomon a Parma incontra il padre Video

Delitto

Papà Fred si racconta: tra il dolore infinito e la forza dell'amore

6commenti

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

ANTEPRIMA GAZZETTA

Fred Nyantakyi resterà a vivere in città: "Parma non lo lasci solo" Video

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

ParmENSE

In arrivo il caldo record, fiume Po sempre più in basso Video

Guardia di Finanza

Fa sparire 135mila euro destinati ai creditori: nei guai imprenditore parmense

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

GIALLO

Molotov contro centro migranti a Modena

VENEZIA

L'incendio di Londra: mille persone al funerale di Marco, morto assieme a Gloria

SPORT

PARMA CALCIO

Luca Siligardi, nuovo bomber: "Bel gruppo. La serie B? Imprevedibile" Video

TOUR

Sull'Izoard vince Barguil, Aru in difficoltà: scivola al quinto posto

SOCIETA'

l'emendamento

Cellulare alla guida: ritiro immediato della patente fino a 6 mesi

10commenti

telefono azzurro

Telefono e social, i bambini "inchiodano" gli adulti Video

MOTORI

TOYOTA

Yaris GRMN, dal Nurburgring la Yaris più potente di sempre

DAIMLER

Mercedes, "richiamo" volontario per 3 milioni di motori diesel