-0°

16°

Arte-Cultura

C'era una volta dal '27 al '45

C'era una volta dal '27 al '45
Ricevi gratis le news
0

di Lisa Oppici
Documenti d’archivio, libri, opuscoli, oggettistica di vario genere, filmati d’epoca, ma anche progetti, addirittura un piano regolatore, moltissimi manifesti. E altro ancora. Tanti tasselli della storia di Parma dal 1927 alla fine della guerra, ultima tappa del percorso di mostre documentarie sull'Italia post-unitaria realizzato dall’Istituzione Biblioteche del Comune e dall’Assessorato alla Cultura a partire dal 2005. L’ultimo tratto del viaggio si chiama «Storia di ieri. Parma dal regime fascista alla Liberazione 1927-1945»: la mostra sarà inaugurata domani  alle 17 a Palazzo Pigorini, dove resterà aperta (con ingresso libero) da domenica al 27 marzo. È una mostra articolata, forse più complessa e più difficilmente sintetizzabile delle precedenti, già nel suo contenere una sorta di bipolarismo di fondo: non un tema e un’immagine simbolo ma due grossi fuochi di una sorta di elisse. Da una parte il regime, il suo apice e poi il suo crollo, dall’altra «l'antiregime», attraverso una linea che porta alla Resistenza e alla Liberazione. Dall’arte alla storia politica, dall’urbanistica alla musica, dall’economia alla letteratura, dalla religione allo sport: macro argomenti trattati nei saggi del catalogo pubblicato da Diabasis (tra le firme Fiorenzo Sicuri, Giancarlo Gonizzi, Anna Mavilla, Paolo Briganti, Elena Dundovich - che racconta il Picelli russo sulla base dei documenti d’archivio della Terza Internazionale - Margherita Becchetti, Stefano Magagnoli, Ubaldo Delsante, Paolo Trionfini, Marco Capra, Filippo Ferrari) e poi «declinati» nel corso dell’esposizione. Tanti temi, tanti «specchi» attraverso cui guardarsi. E se tutto merita attenzione, ciò che forse più attrae sono le trasformazioni urbane (dal risanamento dell’Oltretorrente al nuovo «Ponte Dux», ora Ponte di mezzo, dalla Casa del Balilla di viale Rustici al rifacimento di via Mazzini, alla Mostra delle conserve al Parco ducale), i progetti di edifici che ancora oggi viviamo nel quotidiano, lo stesso piano regolatore del 1934, come anche tutta la sezione dedicata a manifesti e fogli volanti, a comporre una galleria che da sola racconta molto. «È il primo tentativo di entrare nel merito di un periodo che è stato pochissimo studiato, se non per il 1943-45 e comunque solo sul versante dell’antifascismo - spiega il direttore scientifico, Fiorenzo Sicuri -. La base documentaria su cui costruire un ragionamento approfondito è abbastanza ridotta, essendo lo studio di quell'epoca reso difficile dalla distruzione degli archivi, ma noi ci abbiamo provato. Dopo il 1945 pochissimi e poche volte si sono inoltrati in questi temi, come se ci fosse stato un tacito patto per stendere una coltre su quel periodo. Adesso credo proprio che sia arrivato il momento di parlarne: su scala nazionale le ricerche sono vastissime, i tempi sono maturi anche per Parma. Io spero che questo possa essere un punto di partenza». «È una mostra che grazie allo sforzo dei ricercatori farà emergere aspetti anche innovativi rispetto alla ''vulgata''. Ad esempio il tema di come anche per Parma la fase culminante del regime, connessa all’impero, avesse effettivamente raccolto un consenso amplissimo», dice il direttore dell’Istituzione Biblioteche Luciano Mazzoni, che aggiunge: «L'operazione storica non è un mestiere che si può ritenere assolto in quanto tale dagli ''addetti ai lavori'', ma richiede soprattutto uno sforzo particolare della comunità: perché solo riattivando e rivitalizzando la memoria la comunità concepisce meglio il suo passato e magari riesce a vedere con maggiore chiarezza anche la sua prospettiva». Alla mostra è abbinato anche un quaderno didattico, realizzato in collaborazione con la Cooperativa L’Argonauta con l’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea. 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

verso le elezioni

Da "W la fisica" a "Poeti d'azione" e "Rinascimento" (Big compresi) Ecco tutte le liste

Chiuso il termine per la presentazione in Viminale dei simboli: tra 48 ore si saprà chi è ammesso

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

brescello

Ricicla su Internet motori diesel rubati, denunciato 50enne parmigiano

POLITICA

M5s, Ghirarduzzi replica a Pizzarotti: "Il suo è effetto cadrega"

1commento

PARMA

Oltretorrente: cori gospel in strada per contrastare lo spaccio Video

Iniziativa di "Oltretutto Oltretorrente" con il coro gospel Zoe Peculiar

11commenti

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti