20°

36°

Arte-Cultura

I "fabbricanti di sogni" visti da Ferdinando Lauretani

I "fabbricanti di sogni" visti da Ferdinando Lauretani
Ricevi gratis le news
0

Stefania Provinciali

Un regista si scopre guardando i suoi film più volte, analizzandoli, lasciandosi coinvolgere dallo scorrere della pellicola, dalle scelte narrative e formali che portano a individuare i significati e il tempo di un’opera. Un territorio tematico che va ampliandosi di fronte alla personalità di Ferdinando Lauretani, regista, coautore di programmi Rai, docente di cinema e, fin dalla giovinezza, artista versatile, allievo dello scultore Pietro Corradi. In 4  anni di lavoro Lauretani ha realizzato una serie di sculture dedicate ai «Fabbricanti di sogni» del cinema italiano, 15 opere, di cui 13 in marmo e 2 in terracotta, fino al 10 marzo, alla Galleria Centro Steccata. Un itinerario che racchiude l’animo e l’arte dei più importanti registi del nostro Paese, quasi un film, pur nella unicità dell’espressione scultorea, così da suggerire un «mondo a parte», in cui esigenze diverse di rappresentazione, arti figurative e visive, si incontrano. Le figure di grandi protagonisti del cinema del '900 si «misurano», così, in un mondo fatto di realtà e simbologie nel desiderio di racchiudere in una unica immagine la «voce» e l’arte di quel personaggio, attraverso il gesto e la sua rappresentazione. Ecco allora farsi strada Roberto Rossellini e la filosofia dell’attesa, Michelangelo Antonioni in un’oscillazione di stupore dinanzi alla sua enigmatica luminosa rivelazione, Fellini e la poetica della luce, ma anche registi viventi come Bernardo Bertolucci e l’istrionico Roberto Benigni. E’ un primo approccio anche se, dal punto di vista puramente formale, non mancano altri modi d’intendere queste sculture. Bisogna guardare alla «limpidezza» del marmo di Carrara, alle forme da leggere nella loro «assoluta» tridimensionalità in cui si fa strada l’intento dell’autore. Non è la perfezione o la certezza della composizione che salta all’occhio bensì la «voce narrante» che, con quel pizzico di ironia necessario, scava nei difetti e nelle virtù per raccontare il cinema attraverso l’uomo, fra simboli che sono indizi, fra ricordi che prendono forma, fra gesti che interpretano un destino, fantastico o reale. E non si cerchi l'approccio immediato con una riconoscibilità fisionomica, anche se va sottolineato che sempre traspare, quello che interessa all’autore delle sculture è l’espressione di un mondo di sogni, il «motore immobile» che sta dietro alle storie, alla vita narrata nei film. In questo contesto il marmo di Carrara si rivela materia «illusoria» di sogni, pur nella fissità delle immagini., affidate al segno scavato di un volto, all’abbraccio di un corpo, alla mano che indica l’amplesso, all’ironia di un gioco, in un insieme di combinazioni da intendere nel loro complesso più che in una lettura formale, dettata dalle esigenze compositive, della scultura. «Ci sono un nugolo di registi che sono passati nella galassia del cinema italiano come meteore: una o due opere e poi scomparsi per sempre. E le loro opere non sempre erano inguardabili. A questi signori registi anonimi ho dedicato un po' del mio tempo» dice l’autore, da buon fabbricante di sogni, quelli suoi e quelli degli altri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Il fatto del giorno

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

AMICHEVOLE

Stasera il Parma affronta l'Empoli al Tardini

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti