-4°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Quei due falchi nell'alba rosa

0

di Marta Silvi Bergamaschi

Più che uno squillo sembrò una voce, una voce roca e rugosa, che attraversò la stanza e ruppe il sonno, come un sasso rompe un vetro. – A quest’ora, disse Giovanna, chi può essere a quest’ora? Io, brontolò, non rispondo.
 – E se fosse successo…- Andrea uscì dalle coperte, nudo.  – E’ mezzanotte…accid…- Non finì. La sua voce era come il ronzio di un insetto. Prese il cordless dal ripiano del cassettone:- Chi parla,- chiese a voce troppo alta. Un attimo di silenzio. - Ah… rispose qualcuno, Aldo, scusa.- -Non sono Aldo. Al diavolo. Stia più attento. Sa che è già passata la mezzanotte?- Chiuse. – Un errore,- riferì a sua moglie. – E ora, rispose Giovanna, chi dorme più.- -Infatti, replicò Andrea, hai voluto il cordless? Eccolo, è un rompisonno. Troppe comodità entrano nella vita e la trasformano in una insopportabile dipendenza. E tu, mia cara, con le “primizie” esageri davvero. Aveva indossato il pigiama. – Ora dove vai,- chiese Giovanna. –A preparare il caffè. Sì, certo, te ne porto una tazza,- concluse con la sua voce bassa, arrabbiata. Era veramente inquieto: ripeteva tra sé (e Giovanna lo udiva) “Niente basta a chi non basta ciò che è sufficiente”. -E ora citi Epicureo, urlò Giovanna, la solita tua erudizione in tutte le salse. Ma fammi il piacere! Chissà a quante persone capita di essere svegliate durante la notte. Ne facciamo una tragedia?- Andrea non rispose. Era stata una serata bellissima: si erano amati con dolcezza, una passione tenera, una tenerezza illuminata da buffe parole infantili. Andrea tornò dalla cucina con il vassoio rosso, le tazze rosse, la zuccheriera rossa striata di bianco. Diritto, alto, bello, allungava le braccia come un bambino impacciato. Giovanna rise. Gli disse: -Sei davvero un amore, Prof. Andrea Folli.- Bevvero il caffè: la rabbia era svanita. Le luci della città illuminavano il silenzio vuoto, un silenzio che si sentiva con il suo odore di fresco pulito. –Ricordi com’ero al ginnasio?- chiese Giovanna. -Eri alta, con delicate curve che subito apprezzai. Ma fui attratto dal tuo viso: un ovale minuto, occhi verdi sempre un poco sgranati, quasi volessero indovinare la vita…poi le ciocche biondorosse intorno al capo, come fasce di sole.- -E tu, mio caro, eri il più bel ragazzo della scuola. Al liceo, quando dissi che stavamo insieme, le ragazze mi guardavano male.- Erano sposati da cinque anni: lei insegnante di filosofia, lui un medico ricercatore. I ricordi già erano un bene segreto, nel quale potevano trovare ombre dolci o amare del percorso fatto insieme. Giovanna parlava, ma sentiva Andrea diverso dal solito: afferrato da pensieri suoi, che non voleva condividere. –Andrea, gli disse, dimmi che cosa ti turba. La verità, ricordi? Ci diremo sempre la verità: fu una solenne promessa.- Andrea la strinse a sé: l’alba sbadigliava ormai tra le imposte, pallida, incerta. -“La ricerca” è in grave pericolo, sussurrò Andrea, tagli enormi. Chi ci governa non conosce il significato della parola cultura: la cultura è la nostra vera ricchezza, è il pane dello spirito. “Loro” sono convinti che il denaro e il potere siano valori profondi. Il “fare” è una specie di commercio. Comprano anche le persone, le fragili persone prive di ideali. Andiamocene, Giovanna, andiamo all’estero.- -No, rispose Giovanna, lotteremo, andremo in piazza, ci aiuterà internet, ci organizzeremo. Dovranno ascoltarci. Vogliamo continuare a essere seri, dignitosi. Noi crediamo in qualcosa d’importante: nella vera democrazia, nell’onestà, nella Costituzione. Dovranno ascoltarci. La ricordi quella bella frase di Papini che mio padre ripete ancora? “Il paziente indagatore è falco che lungamente dall’alto fa la sua ruota sopra quella designata preda ch’è il vero”. Noi, Andrea, diventeremo falchi.- -Sei meravigliosa, disse Andrea rasserenato, ma dimmi: sai che non conosco il femminile di falco? La femmina del falco? Non mi piace. Tu sarai la mia falca.- Risero, si abbracciarono nell’alba diventata rosa di speranza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web

calcio e risate

Juve, nuovo logo. Scoppia l'ironia sul web Gallery

1commento

Kim, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

gossip

Kardashian, prima il trucco alle parti intime, poi con la felpa "comunista"

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Gli amici: Filippo persona speciale

Il ritratto

Gli amici: Filippo persona speciale

Tragedia

Filippo, una classe in lacrime

Stalker

Insulti e botte alla ex moglie: arrestato

Tradizione

Sant'Antonio, protagonisti gli animali

Allarme

Sorbolo, argini groviera per le nutrie

SALSO

Addio a Gianni Gilioli, papà dell'ex sindaco

Il caso

Guerra fra farmacie, il Tar dà ragione a Medesano

Lutto

Quattrocchi, ristoratore e gentiluomo

cascinapiano

Travolto da un'auto sotto gli occhi della sorella: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci (Video)

17commenti

tg parma

Salso, i rapinatori minacciano un bimbo con un coltello Video

Il fatto del giorno

La tragedia di Filippo: un gigantesco "Perché?" (Senza risposta)

3commenti

consiglio comunale

Polemica D'Alessandro-Vescovi sui vaccini

4commenti

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

12commenti

lega pro

Febbre Venezia-Parma: iniziata la prevendita

Classifica

Gli stipendi più alti: Parma al quinto posto in Italia

furti

Quartiere Lubiana, la razzia dei fanali delle Audi

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

13commenti

EDITORIALE

Conti pubblici: la ricreazione è finita

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

BRUXELLES

Tajani eletto presidente del Parlamento europeo

scuola

Nuova maturità: non ci sarà più bisogno di avere tutte le sufficienze

1commento

SOCIETA'

PERSONAGGI

Addio a Piacentini, playboy mito della Costa Azzurra anni '60

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

1commento

SPORT

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

rugby

Zebre, rescisso il contratto con Guidi, ecco De Marigny e Jimenez

CURIOSITA'

San Polo d'Enza

Volpi, cinghiali, ricci: gli animali di Parma trovano riparo nel Reggiano Video

1commento

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video