24°

Arte-Cultura

Officina parmigiana 2000 - L'avvocato poeta: Gian Carlo Artoni

Officina parmigiana 2000 - L'avvocato poeta: Gian Carlo Artoni
2

Officina Parmigiana è il termine che indica il gruppo di intellettuali di Parma negli anni '50-'60, così felicemente battezzato da Pasolini, che riconobbe in loro uno dei più vivaci movimenti poetici del secolo scorso. E da oggi gazzettadiparma.it inizia il suo viaggio nella "Officina parmigiana" del terzo millennio, ovvero nella produzione letteraria contemporanea che nasce a Parma. Un altro tassello, insieme alle recensioni che potete mandare a Yes we book  e ad altre iniziative che seguiranno, per costruire un nostro virtuale "Scaffale Parma", perchè il web - il nostro web - non vuole essere solo qualcosa di rapido e superficiale, ma ha l'ambizione di essere anche un mezzo per promuovere la cultura, e a maggior ragione quella che si lega alle nostre radici.

GIAN CARLO ARTONI

“Santo era sapere / con occhio innamorato”

Incontro con l'avvocato poeta - di Cristina Pedretti

La strada dell’avvocatura l’ha scelta per senso del dovere, Gian Carlo Artoni (classe 1923): dopo aver frequentato il liceo classico Maria Luigia, con professori quali Attilio Bertolucci, Aldo Borlenghi, Tito De Stefano e Cecropino Barilli, sentiva forte il desiderio di darsi alla poesia e alla scrittura, e l’amicizia con Mario Colombi Guidotti aveva ulteriormente sollecitato quell’inclinazione letteraria presente in lui. Tuttavia, figlio di un avvocato scomparso prematuramente, il giovane Artoni decise di seguire le orme paterne, convinto di interpretare così la volontà della famiglia, e avviò una – per altro assai brillante – carriera legale.

Non cessò mai di scrivere, comunque: vinse il premio “Libera Stampa” nel 1958 con la raccolta di poesie <Lo stesso dolore>, che fu pubblicata da Mondadori nella collana “Lo Specchio” nel 1963; inoltre collaborò alle esperienze parmigiane del “Raccoglitore” (innovativa pagina culturale della Gazzetta di Parma) e di “Palatina”, rivista letteraria che ereditò le caratteristiche del “Raccoglitore”. Un ancora sconosciuto Pier Paolo Pasolini inviava ad Artoni i primi scritti, per chiedere consigli e pareri; fu poi Pasolini a vincere la prima edizione del “Premio Mario Colombi Guidotti”, istituito da Artoni in memoria del caro amico scomparso nel 1955. Nel 1956 l’editore Mantovani di Milano pubblicò <La villa e altre poesie>, raccolta di liriche apparse sul “Raccoglitore”.

Nel suo studio d’avvocato, oggi Gian Carlo Artoni continua a leggere e a coltivare quella passione mai abbandonata: è un uomo concreto, deciso, istintivo e diretto, che sfata il mito del poeta “con la testa tra le nuvole” o isolato dalla realtà; Artoni analizza nel profondo la realtà, e proprio per questo vi legge le verità universali. (GUARDA: video prima parte) In molte sue liriche, egli si rivolge all’uomo “comune”, a colui che passa il tempo immerso nella quotidianità e, preso da problemi o faccende mondane, non alza mai lo sguardo dal marciapiede, non si accorge del risveglio delle stagioni, non coglie il volo del merlo o la luce del sole che indora le case. Le parole stesse, che ognuno usa quotidianamente, diventano <squallide> se si perde la capacità di assaporarle, di cantarle nella loro originaria bellezza: così nella poesia “Quell’uomo tra le case”, Artoni parla dell’importanza del saper guardare con amore alla realtà; una consapevolezza profonda della propria vita, dell’essere presenti oggi, qui, e dell’avere soltanto un breve percorso terreno da compiere: con tale coscienza l’occhio umano scorge la poesia del mondo, il significato nascosto oltre la superficie.

Nella lirica “A Parma”, oltre all’affettuosa descrizione della città natale, il poeta sostiene che, osservando tutto con <occhio innamorato>, si arriva ad una conoscenza <santa>: di nuovo Artoni si riferisce alla capacità di avvicinarsi consapevolmente alla realtà quotidiana, di vivere col cuore e con la mente quel che accade intorno al nostro corpo. (GUARDA: video seconda parte)

Nella poetica artoniana è fortissimo il sentimento dell’urgenza di vivere: l’autore stesso rivela di aver cercato di sperimentare tutto quello che lo interessava nel corso della vita, perché incalzato dal senso dello scorrere del tempo. Il testo di “L’ombra si perde” è costruito sul gioco delle due ombre che ogni uomo porta con sé: l’ombra “fisica”, prodotta dalla luce e proiettata sui muri e sulle strade, e l’ombra “metafisica”, <un’altr’ombra impaziente>, ossia l’idea della morte e della vanità della vita che perennemente ci accompagna. È proprio la caducità del vivere a renderci così innamorati della vita: per questo occorre portare in cuore l’ombra, e non stancarsi mai <di cercare quell’ombra silenziosa che dà il senso alla vita> (in “Tu che cammini”).

Avvocato, poeta, scrittore, critico d’arte: Gian Carlo Artoni ha tanto da raccontare e da insegnare, ma il consiglio che ripete più spesso e volentieri è quello di fare ciò che piace, senza perdere tempo prezioso in cose che non interessano veramente, senza dimenticare mai qual è la nostra ricchezza: <d’essere uomini e vivi> (da “Racconto”). (GUARDA: video terza parte)

Vai alla sezione SCAFFALE PARMA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano

    23 Settembre @ 20.39

    Io che sono poeta posso tranquillamente dire che Artoni ha scritto tra le migliori poesie che abbia mai letto.

    Rispondi

  • teresita

    15 Marzo @ 01.57

    Ammirati per le Sue bellissime poesie,la Sua culura,il Suo gusto e la capacita' di essere sempre Giovane.Complimenti Avvocato. Maria Teresa Nereo Camisa.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Kate & Amal: eleganza e bellezza (in verde e in rosso) Gallery

Londra

Kate & Amal incantano in verde e in rosso Gallery

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Come preparare i brownies al cioccolato bianco e cioccolato fondente

RICETTA

Come preparare i brownies al cioccolato bianco e fondente

Lealtrenotizie

16enni nigeriane sfruttate e picchiate scappano da Parma: salvate a Napoli

prostituzione

16enni nigeriane sfruttate e picchiate scappano da Parma: salvate a Napoli

La triste storia di due ragazzine (una di loro incinta), tra la Libia e la nostra città 

lega nord

Via Verdi blindata: arriva Salvini a Parma

tg parma

Borgotaro: gli alunni di elementari e medie disertano la scuola Video

Protesta delle mamme contro gli odori della Laminam

2commenti

Polizia

Furti al supermercato: quattro denunciati in poche ore. Tre sono minorenni

12commenti

lega pro

Dallara suona la carica: "Parma, lotteremo fino alla fine" Video

E ieri sera, il Matera ha battuto il Venezia 1-0 (Finale andata di Coppa Italia) - Da ieri, Munari e Frattali sono tornati in gruppo

Medesano

Omicidio-suicidio a Felegara, il ricordo degli amici: "Due coniugi legatissimi"

SAN LAZZARO

Medico aggredito e rapinato del Rolex nel suo studio

7commenti

SEMBRA IERI

1993: Parma-Reggiana derby ad alta tensione

Roma

Tecnici italiani uccisi in Libia: il pm chiede il rinvio a giudizio per 5 dirigenti Bonatti

TRAVERSETOLO

Il rock «di centrodestra» del Primo Maggio

5commenti

Guardia di Finanza

Sigarette di contrabbando dall'Est: uno dei depositi era a Colorno Foto

Le sigarette erano stoccate in Emilia-Romagna e vendute a Napoli

VIA VERDI

Arrestato studente con 60 grammi di «fumo»

1commento

Chimica

Finproject sigla l’accordo per acquisire la Solvay di Roccabianca

Consorzio

Prosciutto di Parma: cresce la produzione, risultati positivi nel 2016

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

5commenti

TORNOLO

Don Massimo lascia le sue cinque parrocchie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Recuperiamo (almeno) la speranza

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

BARI

Neonata abbandonata in spiaggia e morta: fermata una 23enne

Terrorismo

"Metti una bomba a Rialto": arrestati jihadisti in centro a Venezia

4commenti

SOCIETA'

Chat

Dal velo islamico allo yoga: arrivano 69 nuove emoji

lutto

E' morta Alice Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma Foto

1commento

SPORT

Calcio

Parma, l'abbraccio dei tifosi

Sport

Tuffi: Tania Cagnotto verso l'addio

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon