19°

Arte-Cultura

Le coraggiose donne parmigiane del Risorgimento

Le coraggiose donne parmigiane del Risorgimento
1

Margherita Portelli
 La camicia rossa no. Il loro, è un eroismo che indossa il vestito della quotidianità, e di cui purtroppo ci sono giunti solo i brandelli. Difficile restituirne un’immagine fedele, forse impossibile raccontarlo con la puntualità che meriterebbe, logoro dal tempo e sbiadito com'è dall’immaginario diffuso.  Nella prima metà dell’Ottocento gli uomini intessevano quella tela preziosa fatta di coraggio e passione che avrebbe portato all’Italia unita. Con loro, le donne. C'è una storia, evidentemente, che si è sviluppata sottotraccia, punteggiata qua e là di pochi nomi, ma che neanche da lontano restituisce il senso di quello che fu un impegno profuso per un’urgenza difficilmente arginabile, se pure l’emancipazione galoppava a secoli di distanza e, a ben guardare, forse ancora non è ancora del tutto compiuta.  Donne, madri, mogli che sposarono una causa: chi aprendo il proprio salotto al nuovo spirito libertario, chi prodigandosi come infermiera, chi ospitando esuli, chi combattendo e morendo a cavallo. Sorvegliate, perquisite, arrestate. Volitive e ardimentose: riuscirono a infischiarsene di quell'organizzazione familiare di stampo patriarcale che nuovamente le voleva chiuse tra le mura domestiche.  Le istanze femminili che si erano sviluppate durante l’Illuminismo e la Rivoluzione francese, nel contesto della restaurazione post-napoleonica erano state soffocate. Una donna perbene era quella che stava a casa e di cui poco si parlava, al di fuori della casa. Molti decenni dopo le vicende risorgimentali, una donna altrettanto eroica usò poche parole per spiegare il valore aggiunto di un impegno al femminile. Lei si riferiva alla Resistenza partigiana, ma in termini che potrebbero essere accostati anche alle vicende risorgimentali: «Noi potevamo starcene a casa, non eravamo costrette a fare una scelta. Eppure ci siamo unite alla Resistenza, ed è proprio per questo che il nostro contributo è stato forse più importante di quello degli uomini»,  diceva la partigiana Laura «Mirka» Polizzi. E lo avrebbero potuto dire - come lei - Cristina Trivulzio Belgioioso, Teresa Durazzo Doria, Anita Ribeiro Garibaldi e le tante altre fautrici del processo di costruzione del paese. Tra le tante figure che si impegnarono per sostenere e realizzare il progetto indipendentista e unitario italiano, qualche nome lo ritroviamo anche a Parma. Ad esempio Ada Corbellini Martini (1843-1866), poetessa «pasionaria» che dedicò ai ragazzi in camicia rossa guidati da Garibaldi versi infiammati che varcarono addirittura l’Oceano e furono citati da un giornale di Buenos Aires. Antonietta Ferroni Tommasini (1780-1839), insieme alla figlia amica di Giacomo Leopardi, scrisse diverse lettere dalle quali trasparivano ferventi sentimenti patriottici. La figlia di Maria Luigia, Albertina Montenovo Sanvitale (1817-1847), condivise col marito Luigi Sanvitale ideali liberali: sopportò con coraggio persecuzioni politiche, confortò il marito nell’esilio e incoraggiò il figlio Alberto ad impegnarsi per la causa italiana. Trascorse parte della sua vita a Parma anche Giuditta Sidoli (1804-1871), amica, collaboratrice e amante di Giuseppe Mazzini; la sua villa venne perquisita e lei fu dapprima portata nel carcere di San Francesco, poi allontanata da Parma e dall’Italia, per trascorrere i suoi ultimi anni a Torino, dove tenne un salotto frequentato da spiriti liberali. Come loro, molte altre. A Parma e in Italia: paladine di quell'ideale di progresso che oggi celebriamo, protagoniste i cui nomi sono andati persi chissà dove. Ricamatrici accorte di quei mille tricolori che oggi sventolano in cielo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Annalisa Petulla'

    18 Marzo @ 16.31

    Troppo strane ,queste corna, per non essere vere... nel mondo animale ci sono le più strane creature.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito

Incidente

Auto sbanda a Fontanellato: un ferito, vettura distrutta

Parma

Grave un pedone investito alla Crocetta

Incidente

Auto fuori strada fra San Secondo e Soragna: la vittima è un 50enne moldavo

Via Imbriani

Vende 1.600 dosi in pochi mesi: condannato a 4 anni

Controlli

Hashish e marijuana: sequestri di droga a scuola e nel parcheggio fra viale dei Mille e viale Vittoria Foto

Stupefacenti anche nel parco Falcone e Borsellino

2commenti

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

13commenti

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

1commento

tg parma

Formaggio contraffatto: 27 indagati, l'inchiesta coinvolge Tizzano e Torrile Video

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

3commenti

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CALCIO

Buffon a quota 1000

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

CONCERTO

Mario Biondi al Regio, voce e ricordi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

TREVISO

19enne uccide la ex: era incinta di sei mesi

MILANO

"Ho rotto il femore a un'anziana per allenarmi": primario accusato di lesioni

SOCIETA'

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

Luca Donadel

"La verità sui migranti": il video che fa discutere il web

5commenti

SPORT

F1: SI PARTE

Il calendario 2017 e le dirette tv

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano