18°

Arte-Cultura

Mondo grottesco, ironia surreale

Mondo grottesco, ironia surreale
0

 Manuela Bartolotti

E i cuori? Questa domanda viene spontanea dopo aver visto le opere pittoriche dell’architetto parmigiano Graziano Garaffa, presentate nella mostra personale presso la Galleria Sant'Andrea (inaugurazione oggi alle 18 – aperta fino al 30 marzo) e dall’originale titolo «Quadri, fiori e picche». 
Manca dunque solo l’ultimo seme – ma forse il più importante – del mazzo di carte della vita. Sarà un bluff? Bisogna stare al gioco. 
Ecco dunque i quadri, e subito ci si lascia ingannare da questa «mano» di opere, alcune sì provocatorie, ma non ancora così affilate ed eversive come quelle che si scoprono alla fine. 
La carica simbolica e la passione per il calembour visivo avvicinano Garaffa a un certo surrealismo, ma spesso l’ ironia noir che sottende immagini quali «L’affetto» o «Memento mora» è sopraffatta da un sentimento d’amara consapevolezza, il grottesco di pirandelliana memoria. Ed è, questo,  un aspetto in sintonia  con le sue origini siciliane. C’è remissione per le umane colpe? O c’è solo un declino nella polvere senza possibilità di riscatto? 
Perché tutto è vanità e il suo «Memento mora» è gioco di parole che serve a sottolineare una figura femminile, ovvero la bellezza ormai già trasfigurata, anzi sfigurata dalla inesorabile morte. Ripropone in termini moderni quel lugubre monito ribadito dalle vanitas seicentesche e successive, da Jacopo Ligozzi fino all’inquietante autoritratto ad acquaforte di James Ensor. 
Più immediati i quadri «S’i fosse foco» e «L’amico mollato» dove si sente una certa sperimentazione stilistica che oscilla tra la pop-art di Warhol in una sedimentazione quasi a stampa della figura e la prima disarticolazione corporea di Francis Bacon, anche se qui un po’ clownesca.
Garaffa sprofonda poi in quella «Luce» rossa – di fuoco, di tramonto – che è l’estremità di un cielo romantico quindi inquieto, in fermento. E qui sì, c’è il cuore.  E’ nel colore, nell’emozione, come pure nel sentito ritratto dell’amico scomparso. Ecco quindi i «fiori»: apparizioni profumate, essenze di gioia, rapide illusioni, effimere come riflessi di luce, una pausa prima della stoccata finale. 
L’ultima «mano» parte con la satira politica, nel segno dell’illustrazione con Berluschino al posto di Topolino, una serie irriverente ma senza mai trascendere nel cattivo gusto e passare quel pericoloso limite dove l’arte viene piegata dall’astio o corrotta dalla faziosità. Il concetto artistico di Garaffa è picassiano, ovvero «l’arte non è fatta per abbellire le pareti, ma è un’arma di difesa e offesa contro il nemico». 
A questo punto si scoprono le carte e sono tutte picche in questo tris amarissimo che vede Obama con alle spalle la bandiera americana dalle stelle cadenti e con le strisce sciolte, Saviano in un collage drammatico di fotogrammi di Gomorra, ma che si potrebbe anche intitolare «homo homini lupus», per finire con una auto-Crocifissione putrescente tutta umana, terrena e senza speranza di resurrezione.
Si passa da certe impostazioni creative alla Schifano a un’opera che, seppur dipinta in maniera tradizionale, vuole impattare e disgustare lo spettatore come le provocazioni atroci di Catellan. 
E’ un tragico crollo delle illusioni, dove l’insistenza sul vizio, sul male e sul disfacimento dell’umanità ricorda quel sulfureo decadentismo di Baudelaire e di Rimbaud.
In questo finale di picche, la speranza va cercata altrove. 
C’è invece tanta rabbia, una risata che è amara, un grottesco sfinire in nulla. Dove sono i cuori? 
Forse l’arte ci salverà. O almeno ci restituirà la consapevolezza di quell’essere umani, troppo umani. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47 Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Viale Barilla

Lite tra giovani, ma chi ha la peggio è un vigile

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

L'INTERVISTA

Andrea Pucci: «La mia vita tutta da ridere»

Il 31 marzo il comico sarà al Paganini

ospedale

Radioterapia, arrivano nuove tecnologie

Le testimonianze dei pazienti: "Così sconfiggiamo la paura"

collecchio

Razziava gli armadietti di una piscina, arrestato un 33enne Video

Volontariato

Le cento donazioni di Cherubino

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Collecchio

Suona l'allarme, ladri messi in fuga dai vicini

1commento

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

2commenti

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa