Arte-Cultura

Eterna suggestione di un fiume

Eterna suggestione di un fiume
0

Tiziano Marcheselli
«Taro: eterna suggestione» è il titolo della impegnativa mostra personale di Claudio Cesari a Giarola; e possiede una duplice importanza, perché la mostra è di grandi dimensioni e di notevole qualità e perché inaugura il salone dell’Ente Parco, luogo adattissimo per personali e raccolte a tema (in maggio è già in programma la ricca collettiva «Personaggi, storia e ambiente del Taro», con una cinquantina di opere di una ventina di artisti parmigiani, scelti dal circolo culturale «Il Colle» di Collecchio, diretto da Daniele Ferrari).
Così, l’inaugurazione «col botto» c’è stata il 2 aprile, attraverso i 51 grandi dipinti di Cesari, questo pittore che non finisce di sorprendere, realizzando un’arte semplice ma non banale, a volte prettamente figurativa e a volte con aperture astratte, usando materiali vari, tra carte, oli, acrilici, spruzzi, collanti, spessori vari, ma possedendo l’abilità, pur tra le svariate esperienze, di restare sempre se stesso e riconoscibile.
E il filo, robusto e affascinante, per riunire tutte queste creazioni intellettuali e materiali è senza dubbio il vecchio a familiare Taro, quello della traduzione celtica di impetuoso e turbolento, quello della poesia sottile dei fiori e degli uccelli che vivono nel greto, quello delle enormi e minuziose battaglie di Amos Nattini, delle piccole tavolette estemporanee di Alberto Cattani, delle invenzioni legnose coraggiose di Attilio Marchetti, dei ricordi ovattati di Vincenzo Vernizzi e dei sogni appena accennati e poi liquefatti di Franco Bia.
E poi, ovviamente, il Taro rappresenta la «colonna visiva» di tutta la vita d’artista di Claudio Cesari, ormai non più soltanto pittore, ma inventore di immagini anche concrete, oltre che cantore degli angoli più romantici e suggestivi del fiume.
Se Glauco Lombardi è stato definito «l’ultimo amante di Maria Luigia», probabilmente Cesari si potrebbe definire «l’ultimo innamorato del Taro». Ha cominciato con una serie di deliziosi acquerelli, alcuni dei quali illustrano il bel volume di poesie della moglie Miranda Amoretti; poi ci sono stati i grandi affreschi padani, con larghe vedute orizzontali e colori impegnativi, che seguivano con cura le ore e le stagioni; quindi, il disegno e il colore si sono evoluti, trasformati, reinventati, arrivando a conquistarsi una dimensione nuova, fatta di materia pulsante e sovrapposta, di rilievi che anche il fiume ha conosciuto, nel suo scendere improvviso, magari recando con sé frammenti di vita e di paesaggio.
Alcuni di questi «quadri-testimonianze» sono già stati esposti con successo lo scorso anno nell’antologica di Cesari al Palazzetto Eucherio Sanvitale nel Parco Ducale, con l'organizzazione del'Assessorato alla cultura del  Comune di Parma.
Ma per questa impegnativa e insolita personale Cesari ha voluto fornire un ritratto completo dell’amato fiume (o torrente?): ha realizzato, per l’inizio della mostra, grandi opere figurative, che trasudano poesia a tutti i livelli, composte mediante toni dolci e luci che diventano colore. Poi, una lenta trasformazione, che definirei maturazione culturale, attraverso il paesaggio che si essenzializza e i toni che si mescolano e, lancinanti, aggrediscono il fruitore, mantenendo tuttavia un rapporto elegante e affettuoso col passato.
Anche questo è il fiume Taro, con le sue scoperte e i suoi misteri. E solo gente come Claudio Cesari riesce a goderne tutto il fascino, magari tra una pennellata impressionista, un grumo astratto di colore e un metallo o una plastica riportati in vita. La vita di un corso d’acqua, diventato nel tempo un confidente, un ispiratore, un attimo di pausa, un dolce amico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Un coro di no per la chiusura del supermercato di via D'Azeglio

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

1commento

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

2commenti

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti