11°

27°

Arte-Cultura

Eterna suggestione di un fiume

Eterna suggestione di un fiume
0

Tiziano Marcheselli
«Taro: eterna suggestione» è il titolo della impegnativa mostra personale di Claudio Cesari a Giarola; e possiede una duplice importanza, perché la mostra è di grandi dimensioni e di notevole qualità e perché inaugura il salone dell’Ente Parco, luogo adattissimo per personali e raccolte a tema (in maggio è già in programma la ricca collettiva «Personaggi, storia e ambiente del Taro», con una cinquantina di opere di una ventina di artisti parmigiani, scelti dal circolo culturale «Il Colle» di Collecchio, diretto da Daniele Ferrari).
Così, l’inaugurazione «col botto» c’è stata il 2 aprile, attraverso i 51 grandi dipinti di Cesari, questo pittore che non finisce di sorprendere, realizzando un’arte semplice ma non banale, a volte prettamente figurativa e a volte con aperture astratte, usando materiali vari, tra carte, oli, acrilici, spruzzi, collanti, spessori vari, ma possedendo l’abilità, pur tra le svariate esperienze, di restare sempre se stesso e riconoscibile.
E il filo, robusto e affascinante, per riunire tutte queste creazioni intellettuali e materiali è senza dubbio il vecchio a familiare Taro, quello della traduzione celtica di impetuoso e turbolento, quello della poesia sottile dei fiori e degli uccelli che vivono nel greto, quello delle enormi e minuziose battaglie di Amos Nattini, delle piccole tavolette estemporanee di Alberto Cattani, delle invenzioni legnose coraggiose di Attilio Marchetti, dei ricordi ovattati di Vincenzo Vernizzi e dei sogni appena accennati e poi liquefatti di Franco Bia.
E poi, ovviamente, il Taro rappresenta la «colonna visiva» di tutta la vita d’artista di Claudio Cesari, ormai non più soltanto pittore, ma inventore di immagini anche concrete, oltre che cantore degli angoli più romantici e suggestivi del fiume.
Se Glauco Lombardi è stato definito «l’ultimo amante di Maria Luigia», probabilmente Cesari si potrebbe definire «l’ultimo innamorato del Taro». Ha cominciato con una serie di deliziosi acquerelli, alcuni dei quali illustrano il bel volume di poesie della moglie Miranda Amoretti; poi ci sono stati i grandi affreschi padani, con larghe vedute orizzontali e colori impegnativi, che seguivano con cura le ore e le stagioni; quindi, il disegno e il colore si sono evoluti, trasformati, reinventati, arrivando a conquistarsi una dimensione nuova, fatta di materia pulsante e sovrapposta, di rilievi che anche il fiume ha conosciuto, nel suo scendere improvviso, magari recando con sé frammenti di vita e di paesaggio.
Alcuni di questi «quadri-testimonianze» sono già stati esposti con successo lo scorso anno nell’antologica di Cesari al Palazzetto Eucherio Sanvitale nel Parco Ducale, con l'organizzazione del'Assessorato alla cultura del  Comune di Parma.
Ma per questa impegnativa e insolita personale Cesari ha voluto fornire un ritratto completo dell’amato fiume (o torrente?): ha realizzato, per l’inizio della mostra, grandi opere figurative, che trasudano poesia a tutti i livelli, composte mediante toni dolci e luci che diventano colore. Poi, una lenta trasformazione, che definirei maturazione culturale, attraverso il paesaggio che si essenzializza e i toni che si mescolano e, lancinanti, aggrediscono il fruitore, mantenendo tuttavia un rapporto elegante e affettuoso col passato.
Anche questo è il fiume Taro, con le sue scoperte e i suoi misteri. E solo gente come Claudio Cesari riesce a goderne tutto il fascino, magari tra una pennellata impressionista, un grumo astratto di colore e un metallo o una plastica riportati in vita. La vita di un corso d’acqua, diventato nel tempo un confidente, un ispiratore, un attimo di pausa, un dolce amico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Furti all'Esselunga

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

gazzareporter

Boccone avvelenato? Allarme in Cittadella Le foto

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

7commenti

Meteo

Weekend con il sole: è in arrivo il gran caldo Video

1commento

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

5commenti

tardini

Al via la prevendita per Parma-Lucchese

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

4commenti

Elezioni 2017

Cattabiani denuncia un attacco hacker al suo sito e parla di atti intimidatori

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

WEEKEND

Cantine aperte, moto, maschere: 5 eventi da non perdere

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima