Arte-Cultura

Una donna sulle tracce del padre

Una donna sulle tracce del padre
0

 Edda Lavezzini Stagno

E' una storia vera, un’autobiografia che Vania Colasanti ci racconta nelle cento pagine di «Ciao, sono tua figlia». Pagine scritte con molta dolcezza e comprensione nei confronti del padre che abbandona la figlia di otto mesi e la mamma per un’altra donna. La Colasanti non si esprime mai con toni melodrammatici, piuttosto trova spesso una sorta di ironia nei confronti di certe debolezze e difetti, tutti italiani, del padre, instancabile tombeur de femmes, simpatico, elegante, che aveva già messo su famiglia prima di conoscere Chiara, per la quale abbandona la moglie e la figlia Flavia e sparisce definitivamente. Vania Colasanti, giornalista e narratrice, ha collaborato per anni al «Venerdì di Repubblica», «L'Espresso», il «Corriere della Sera». Dal '97 lavora per Rai Internazionale. 
Dopo due libri di poesie affronta per la prima volta un tipo di scrittura diverso, un romanzo, un romanzo verità, il racconto della sua vita, che comincia proprio dall’abbandono del padre, convinto che non vedendo più né Vania, né sua mamma Chiara, la sofferenza sarebbe stata minore. Nella prima parte del libro la giovane autrice descrive il suo stato d’animo. Fin da piccola lavora di fantasia per dare una spiegazione all’assenza del padre. Vuole credere che sia morto in un terribile incidente stradale, e ogni sera prega per lui; quando arriverà la scuola e lei si presenterà del cognome materno, racconterà alle compagne che papà e mamma si chiamavano nello stesso modo. 
Indubbiamente nel '64, quando l’autrice nasce, non è semplice essere figlia di «una ragazza madre». Nel libro sono ben descritti i problemi che la madre incontra sul lavoro, le complicazioni burocratiche, i problemi economici affrontati con tanta dignità. Passano gli anni, ma la Colasanti non si rassegna all’idea di non conoscere suo padre. E’ stanca di cercarlo in tutti gli uomini di mezza età che incontra. Lo conoscerà a sedici anni. Una delusione. 
L’incontro vero avverrà dopo qualche anno ancora. Un incontro che permetterà all’autrice di trovare anche i suoi fratelli. Quatto figli, dunque, con madri diverse. Un fratello e una sorella con i quali nasce subito un ottimo rapporto. Dalle confidenze che si scambiano, Vania ha la conferma di quello che ha sempre pensato di suo padre: un uomo con grossi limiti affettivi. Ma lei decide di volergli bene e di accettarlo com'è. L’ultima parte del libro è forse la più commovente perché c'è una ricerca insistente e affettuosa della sorella maggiore, Flavia, con lettere che rimangono sempre senza risposta. Il lettore è coinvolto, e segue fino alla fine questa vicenda dolorosa con la curiosità di sapere se le due sorelle si sono poi incontrate. Vania con questo libro racconta quanto sia importante conoscere un genitore che ha abbandonato un figlio, superando i rancori, e vuole lanciare un messaggio a tutti quelli che come lei non hanno avuto un padre: «se avete qualche chance di trovarlo, cercatelo».
Ciao, sono tua figlia
Marsilio, pag.  11016,00
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

social

Dal 2017 WhatsApp non funzionerà più sui vecchi telefonini

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

3commenti

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

MISSIONARI

Saveriani, da sempre tra gli ultimi

PERSONAGGI

Gandini, il pistard d'oro eroe di Melbourne

Calcio

Brodino per il Parma

Intervista

Virginia Raffaele: «Ecco perché i miei personaggi fanno ridere»

Salsomaggiore

«Lorenzo, un ragazzo speciale»

Fidenza

La giunta: «L'aggregazione aiuterà il Solari»

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

Anche al Tardini un minuto di raccoglimento per la Chapecoense (Video

2commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

6commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

14commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

SERIE A

La Juve domina: battuta l'Atalanta (3-1)

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti