20°

Arte-Cultura

Remo Gaibazzi, lo spazio come rappresentazione

Remo Gaibazzi, lo spazio come rappresentazione
0

di Alessia De Rosa
C'è tutto Remo Gaibazzi al civico 3 di borgo Scacchini. Dai lavori degli anni cinquanta alle opere di scrittura negli ultimi anni di vita. E poi, i monumenti della città e l'influenza della pop art. E' la mostra «Spazio architettonico e spazio figurativo nella pittura di Remo Gaibazzi», inaugurata ieri pomeriggio nella sede dell'associazione Remo Gaibazzi. Ventisette opere in tutto, messe a disposizione dai soci dell'associazione e dai collezionisti.
La rappresentazione - organizzata dall'associazione Remo Gaibazzi, con il patrocinio della Fondazione architetti Parma e Piacenza - propone una selezione di lavori del pittore che mirano ad esemplificare, in modo quasi didattico, il suo modo di lavorare.
Sono opere varie, che risalgono soprattutto al periodo della maturità dell'artista e che seguono un unico filo conduttore: la rappresentazione dello spazio. L'occhio balza da un decennio all'altro, scoprendo un Gaibazzi sempre diverso. «Un grande artista, intellettuale e anche uno straordinario relatore – ha commentato Andrea Calzolari, vicepresidente dell'associazione –. Anche durante le sue rappresentazioni era sempre presente per discutere con i visitatori delle opere; diceva che le mostre erano un modo per parlare alla gente». Un artista che amava molto il suo territorio, tanto da rifiutare importanti lavori fuori Parma, pur di restare nella sua città. «Ma anche un grande provocatore – ha continuato Calzolari –. Negli anni Sessanta fece una mostra in cui presentava immagini in serie, una grande novità. Allora l'artista vero e proprio era considerato ancora colui che creava un'unica opera, non certo lavori in serie». «E' per questo motivo – continua Calzolari – che in un futuro prossimo ci piacerebbe creare un museo permanente da dedicare a questo grande autore».
Gli spazi architettonici, al centro della mostra, compaiono nel primo dopoguerra come sfondo di situazioni corali. Famose l'immagine di piazza Garibaldi vista dall'alto o le logge del Battistero trasformate in palchi per lo spettatore.
Sulle pareti del civico 3 di Borgo Scacchini c'è anche la rappresentazione della ragazza vicino alla finestra.
Siamo negli anni Cinquanta. Nella rappresentazione i colori sono quelli scuri e nei fogli di giornali, che rafforzano o addirittura sostituiscono i vetri rotti, ci sono le immagini dei divi cinematografici. L'artista raffigura così un mondo lontano da quello visto all'interno di una tipica casa del dopoguerra. «Ci sono due modi di leggere il lavoro di Gaibazzi – aggiunge Pietro Zanlari, presidente della Fondazione architetti di Parma e Piacenza –: c'è chi sostiene che nella raffigurazione di una città vuota, quella preferita dall'artista, affiori il suo senso di solitudine e tristezza, chi invece pensa che quel modo di rappresentare Parma sia una forma d'amore per la propria città».
La mostra è visitabile, negli spazi dell'associazione Remo Gaibazzi, fino al 18 giugno, dal martedì al sabato – dalle 10,30 alle 12,30, e dalle 16,30 alle 19,30 – e la domenica, dalle 11 alle 13.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

David, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film

DAVID

La pazza gioia, Bruni Tedeschi: molta gratitudine per questo film Video

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il pane: domani uno speciale di otto pagine

DOMANI

Il pane: uno speciale di otto pagine

Lealtrenotizie

Consiglio:

Consiglio comunale

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio: "Non lo riconosco più come capogruppo"

Non condivide la mail contro Costi. Dall'Olio replica: "Intervento inappropriato" - Segui la diretta della seduta

carabinieri

Maxi-sequestro di armi da guerra nel Parmense: volevano rubare anche la salma di Enzo Ferrari

I nomi dei sette parmigiani della banda

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

Personaggi

Francesco Canali: "Il mio messaggio di speranza ai malati di Sla"

Il “maratoneta in carrozzina”, ha scritto un articolo per la Gazzetta, per la “sua” Gazzetta

5commenti

sos animali

Bocconi avvelenati: nuovo allarme in via Capelluti

politica

Elezioni 2017, tre gruppi si contendono il simbolo M5s

1commento

piazzale dalla chiesa

Al bar con la droga pronta per lo spaccio: fermato il pusher richiedente asilo

11commenti

Crisi

Copador, si apre la strada del risanamento

2commenti

saranno famosi

Langhirano: Ettore, 7 anni e la sua super batteria Video

corte dei conti

Interviste a pagamento, assolto Villani. Condannati 6 ex consiglieri regionali

2commenti

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

2commenti

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

sondaggio

Le cose buone e belle di Parma? Boom di voti online

Il personaggio

Bassi: «Il Parma a Gubbio finalmente ha fatto il Parma»

Lavoro

Gli agricoltori contro l'abolizione dei voucher

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

LA BACHECA

Venti offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

processo

I clienti di Corona: "Pagavamo tanto per avere pubblicità"

pavia

Omicidio di Garlasco, archiviata l'inchiesta bis su Sempio

SOCIETA'

Inghilterra

L'auto che non entra nel cancello fa sorridere Video

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

SPORT

SPORT

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi Foto

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara