-5°

Arte-Cultura

Remo Gaibazzi, lo spazio come rappresentazione

Remo Gaibazzi, lo spazio come rappresentazione
0

di Alessia De Rosa
C'è tutto Remo Gaibazzi al civico 3 di borgo Scacchini. Dai lavori degli anni cinquanta alle opere di scrittura negli ultimi anni di vita. E poi, i monumenti della città e l'influenza della pop art. E' la mostra «Spazio architettonico e spazio figurativo nella pittura di Remo Gaibazzi», inaugurata ieri pomeriggio nella sede dell'associazione Remo Gaibazzi. Ventisette opere in tutto, messe a disposizione dai soci dell'associazione e dai collezionisti.
La rappresentazione - organizzata dall'associazione Remo Gaibazzi, con il patrocinio della Fondazione architetti Parma e Piacenza - propone una selezione di lavori del pittore che mirano ad esemplificare, in modo quasi didattico, il suo modo di lavorare.
Sono opere varie, che risalgono soprattutto al periodo della maturità dell'artista e che seguono un unico filo conduttore: la rappresentazione dello spazio. L'occhio balza da un decennio all'altro, scoprendo un Gaibazzi sempre diverso. «Un grande artista, intellettuale e anche uno straordinario relatore – ha commentato Andrea Calzolari, vicepresidente dell'associazione –. Anche durante le sue rappresentazioni era sempre presente per discutere con i visitatori delle opere; diceva che le mostre erano un modo per parlare alla gente». Un artista che amava molto il suo territorio, tanto da rifiutare importanti lavori fuori Parma, pur di restare nella sua città. «Ma anche un grande provocatore – ha continuato Calzolari –. Negli anni Sessanta fece una mostra in cui presentava immagini in serie, una grande novità. Allora l'artista vero e proprio era considerato ancora colui che creava un'unica opera, non certo lavori in serie». «E' per questo motivo – continua Calzolari – che in un futuro prossimo ci piacerebbe creare un museo permanente da dedicare a questo grande autore».
Gli spazi architettonici, al centro della mostra, compaiono nel primo dopoguerra come sfondo di situazioni corali. Famose l'immagine di piazza Garibaldi vista dall'alto o le logge del Battistero trasformate in palchi per lo spettatore.
Sulle pareti del civico 3 di Borgo Scacchini c'è anche la rappresentazione della ragazza vicino alla finestra.
Siamo negli anni Cinquanta. Nella rappresentazione i colori sono quelli scuri e nei fogli di giornali, che rafforzano o addirittura sostituiscono i vetri rotti, ci sono le immagini dei divi cinematografici. L'artista raffigura così un mondo lontano da quello visto all'interno di una tipica casa del dopoguerra. «Ci sono due modi di leggere il lavoro di Gaibazzi – aggiunge Pietro Zanlari, presidente della Fondazione architetti di Parma e Piacenza –: c'è chi sostiene che nella raffigurazione di una città vuota, quella preferita dall'artista, affiori il suo senso di solitudine e tristezza, chi invece pensa che quel modo di rappresentare Parma sia una forma d'amore per la propria città».
La mostra è visitabile, negli spazi dell'associazione Remo Gaibazzi, fino al 18 giugno, dal martedì al sabato – dalle 10,30 alle 12,30, e dalle 16,30 alle 19,30 – e la domenica, dalle 11 alle 13.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

2commenti

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

Lega Pro

Parma tra novità e cerotti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

20commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

Cinema

Caschi made in Parma per «Alien»

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Francesca che dall'ospedale aspetta il suo Stefano

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto