-2°

Arte-Cultura

Camera della Badessa: il mistero dei segni

0

di Luisa Viola (storico dell'arte)

Un percorso di visita nuovo, grazie a recenti restauri, si snoda attraverso le sale dell’appartamento privato della Badessa Giovanna da Piacenza, disteso e difeso entro le mura di un monastero benedettino femminile al centro della città. A lei viene destinata non una cella monastica, ma un appartamento vero e proprio, tra le cui pareti la giovane, e immaginiamo colta, decisa e seducente, aristocratica invita amici, ospiti, famigliari, intellettuali, a celebrare i fasti e i riti di una società privilegiata di cultura umanista, di abitudini sofisticate. Per accoglierli al meglio, per vivere al meglio, vengono mobilitati, a partire dal 1509, architetti per rinnovare gli spazi, artigiani per gli arredi e le suppellettili. E naturalmente artisti, per il décor di quelle auguste stanze. Inizialmente, nel 1514, un artista parmigiano affermato, Alessandro Araldi, che distende sulla volta di una saletta un fitto arabesco di mostri alati e serpenti vegetali, entro il quale incastona exempla morali tratti dalle Sacre Scritture. Poi, Giovanna, è certamente lei a decidere ma è probabile che qualcuno suggerisca un nome, sceglie di puntare su un giovane artista emergente, Antonio Allegri da Correggio.

Forse, e siamo intorno al 1518, è appena tornato da Roma avvolto dall’aura cosmopolita della metropoli, forse è stato a Milano ad ammirare il capolavoro di Leonardo, quel che è certo è che ha già lavorato a Correggio, Reggio e Mantova, dove ha studiato Mantegna, è protetto da Veronica Gambara, principessa e poetessa, amica di Isabella d’Este. Antonio parte da una volta ad ombrello e la trasforma in un bersò verde, appoggiato ad un graticcio di canne di bambù, fresco d’estate; da una funzione, l’ospitalità e l’accoglienza, e prepara una lunga sequenza di bianchi lini, tesi tra teste d’ariete (ornate da rami d’alloro e collane che li rivelano animali destinati al sacrificio), che sostengono lucide suppellettili metalliche da tavola, proiezioni euclidee di un’eleganza di squisito design, se potessi lo definirei precubista. E dietro, davanti, attraverso il bersò un piccolo esercito di putti ridenti guidati da Diana, solare, serena e autorevole mentre impugna arco e frecce, sulla biga guidata dalle cerve verso una battuta di caccia: la battuta rituale che apre e inaugura, a primavera, la stagione della natura che rifiorisce, delle greggi e delle messi, dell’energia vitale che feconda la terra.

Un grande inno propiziatorio, profondamente fiducioso e allegramente pagano, alla vita che si rinnova. Quindi sistema in fregio alle pareti sublimi e fittizi, marmi archeologici, quasi fossero pezzi di un collezionismo antiquario straordinariamente fortunato ed esigente. Le figure che animano le lunette, illusionisticamente marmoree, rappresentano divinità e Virtù, perlopiù femminili, provenienti da fonti classiche, monete o medaglie o incisioni. Figure che si confrontano, conversano, specchiano tra di loro intrecciando silenziosi dialoghi, mantenendo però intatto un enigma che si prolunga nei secoli, malgrado i numerosi e qualificati tentativi di decifrarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

1commento

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

6commenti

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Traffico

Pericolo nebbia questa mattina nel Parmense Traffico in tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

9commenti

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

7commenti

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

cinema

Il DomAtoRe di RaNe al cinema Astra

La proiezione del documentario su Lorenzo Dondi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti