10°

18°

Arte-Cultura

Camera della Badessa: il mistero dei segni

0

di Luisa Viola (storico dell'arte)

Un percorso di visita nuovo, grazie a recenti restauri, si snoda attraverso le sale dell’appartamento privato della Badessa Giovanna da Piacenza, disteso e difeso entro le mura di un monastero benedettino femminile al centro della città. A lei viene destinata non una cella monastica, ma un appartamento vero e proprio, tra le cui pareti la giovane, e immaginiamo colta, decisa e seducente, aristocratica invita amici, ospiti, famigliari, intellettuali, a celebrare i fasti e i riti di una società privilegiata di cultura umanista, di abitudini sofisticate. Per accoglierli al meglio, per vivere al meglio, vengono mobilitati, a partire dal 1509, architetti per rinnovare gli spazi, artigiani per gli arredi e le suppellettili. E naturalmente artisti, per il décor di quelle auguste stanze. Inizialmente, nel 1514, un artista parmigiano affermato, Alessandro Araldi, che distende sulla volta di una saletta un fitto arabesco di mostri alati e serpenti vegetali, entro il quale incastona exempla morali tratti dalle Sacre Scritture. Poi, Giovanna, è certamente lei a decidere ma è probabile che qualcuno suggerisca un nome, sceglie di puntare su un giovane artista emergente, Antonio Allegri da Correggio.

Forse, e siamo intorno al 1518, è appena tornato da Roma avvolto dall’aura cosmopolita della metropoli, forse è stato a Milano ad ammirare il capolavoro di Leonardo, quel che è certo è che ha già lavorato a Correggio, Reggio e Mantova, dove ha studiato Mantegna, è protetto da Veronica Gambara, principessa e poetessa, amica di Isabella d’Este. Antonio parte da una volta ad ombrello e la trasforma in un bersò verde, appoggiato ad un graticcio di canne di bambù, fresco d’estate; da una funzione, l’ospitalità e l’accoglienza, e prepara una lunga sequenza di bianchi lini, tesi tra teste d’ariete (ornate da rami d’alloro e collane che li rivelano animali destinati al sacrificio), che sostengono lucide suppellettili metalliche da tavola, proiezioni euclidee di un’eleganza di squisito design, se potessi lo definirei precubista. E dietro, davanti, attraverso il bersò un piccolo esercito di putti ridenti guidati da Diana, solare, serena e autorevole mentre impugna arco e frecce, sulla biga guidata dalle cerve verso una battuta di caccia: la battuta rituale che apre e inaugura, a primavera, la stagione della natura che rifiorisce, delle greggi e delle messi, dell’energia vitale che feconda la terra.

Un grande inno propiziatorio, profondamente fiducioso e allegramente pagano, alla vita che si rinnova. Quindi sistema in fregio alle pareti sublimi e fittizi, marmi archeologici, quasi fossero pezzi di un collezionismo antiquario straordinariamente fortunato ed esigente. Le figure che animano le lunette, illusionisticamente marmoree, rappresentano divinità e Virtù, perlopiù femminili, provenienti da fonti classiche, monete o medaglie o incisioni. Figure che si confrontano, conversano, specchiano tra di loro intrecciando silenziosi dialoghi, mantenendo però intatto un enigma che si prolunga nei secoli, malgrado i numerosi e qualificati tentativi di decifrarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Milano

E' morto Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino d'Oro

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande bellezza dell'Oltretorrente: 17 film per un quartiere, i video dei ragazzi

CONCORSO

La grande bellezza dell'Oltretorrente: tutti i video dei ragazzi e le video-interviste

Lealtrenotizie

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

langhirano

Operaio "infedele": usa copia delle chiavi per tornare in farmacia a rubare

Droga

Spaccio, quartieri «occupati». Casa: «Potenziati i controlli»

6commenti

Incidente

Cordoglio per Valeriu Voina, il muratore che scolpiva il ghiaccio

viabilità

Afflusso alle fiere e due incidenti: lunghe code al casello e verso Baganzola

carabinieri

"Adescato" e rapinato in stazione: due arresti

Bogolese

Furti, bloccati tre incappucciati

2commenti

Crisi

Copador, lunedì sciopero di due ore e presidio

Borgotaro

L'ultimo saluto a Danilo

PONTETARO

Chiave clonata: i ladri «svuotano» l'auto

1commento

foto dei lettori

Se un arcobaleno abbraccia un castello Foto

BORGOTARO

Cassiera si intasca 150mila euro del supermercato. A processo

LIBRO DI GARANZINI

Emozioni del calcio di una volta

LEGA PRO

Le difficoltà compattano il Parma

FIERE

A MecSpe le novità tecnologiche made in Parma

Tg Parma

Il drammatico bollettino degli incidenti: da San Secondo a Parma Video

Due giovani donne investite in via Emilia Ovest e in via Traversetolo. Illeso un anziano dopo un terribile botto a Fontanellato

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Siamo uomini o robot?

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

napoli

Tredicenne violentato per anni da "branco" di 11 minorenni

IL CASO

Mandano alla madre la tessera sanitaria della figlia scomparsa

3commenti

SOCIETA'

Lutto

Morto l'economista Giacomo Vaciago. Fu sindaco di Piacenza

Medicina

La maggior parte dei tumori è dovuta al caso

SPORT

f1

Australia: nelle libere Hamilton vola, Raikkonen quarto

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

MOTORI

prova su strada

Kia Niro, il «nativo ibrido»

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery