-1°

Arte-Cultura

Correggio: tanti stranieri nella prima giornata - Vi spieghiamo perchè è una mostra da non perdere

Correggio: tanti stranieri nella prima giornata - Vi spieghiamo perchè è una mostra da non perdere
0

Dopo l'inaugurazione ufficiale con le autorità, da oggi Correggio è per tutti. Subito tanti visitatori, per l'evento culturale parmigiano, e tanti gli stranieri. Resta invece sospeso il giallo provocato da Vittorio Sgarbi, che ha parlato di un "falso" esposto in mostra ma non ha voluto dire di più.

Perchè un parmigiano non "deve" perdersi questa mostra? La risposta l'affidiamo a questo articolo di Katia Golini, la giornalista che ha curato l'inserto sul Correggio pubblicato nei giorni scorsi dalla Gazzetta di Parma

UNA MOSTRA DA NON PERDERE    -  di Katia Golini

Qual è l'importanza di questa mostra?
Innanzi tutto questa mostra è la più importante mai dedicata a Correggio. L'ultima era stata fatta a Parma nel 1935, ma non era tanto ricca. Da oggi al 25 gennaio i visitatori potranno conoscere, ammirare e capire un grande maestro presentato in tutta la sua grandezza, dalle opere giovanili a quelle della maturità.
Correggio, la cui vicenda critica risente a lungo del giudizio non troppo entusiastico di Vasari, è rimasto in un certo senso sconosciuto al grande pubblico. Inoltre Antonio Allegri ha scelto di vivere e lavorare in un raggio di terra tra Reggio, Mantova, Modena e Parma. Ha quindi preferito la provincia alle grandi capitali del Rinascimento. In realtà i pittori suoi contemporanei lo imitavano, i critici del tempo ne parlavano, i pittori venuti dopo hanno fatto i conti con la sua lezione. Ma questa è davvero l'occasione per scrivere il nome di Correggio nell'Olimpo dei grandi del Rinascimento. Correggio al pari di Raffaello, Michelangelo e Tiziano.
 
In questa mostra tutti i capolavori sono uno vicino all'altro?
Il percorso espositivo inizia alla Galleria Nazionale, dove sono esposte tele provenienti da tutti i musei del mondo. Qui, oltre alla tanto amata dai parmigiani <Madonna di San Girolamo>, sono esposti una trentina di capolavori che hanno fatto scuola dal <Compiano per Cristo morto> a tre dei quattro <Amori di Giove>: <Ganimede>, <La ninfa Io e Giove> e la bellissima <Danae> di Galleria Borghese (per la <Leda con il cigno> di Berlino purtroppo non è stato autorizzato il prestito).
Dopo i quadri e dopo la visita alla camera di San Paolo il tuffo nella luce. Nelle due cupole Correggio si esprime con la massima potenza. Il suo genio esplode. Quei grovigli di corpi bellissimi, quei putti festanti, l'intensità del chiarore divino lo rendono un pittore tra i grandi. 
 
 
 
Perché i parmigiani non possono perderla?
Intanto ci sono le tele esposte in Galleria: per rivederle tutte bisognerebbe fare il giro del mondo. Inoltre c'è una bellissima sezione dei disegni:  con il <dolcissimo lapis rosso> Correggio progettava e definiva i soggetti e i particolari delle grandi composizioni corali.
Ecco, questo solo per quando riguarda la parte in Galleria. Ma c'è un'occasione unica, da sfruttare assolutamente, anche in Cattedrale e in San Giovanni. Solo fra altri 100 anni - sono pronti a scommettere in tanti - si potranno rivedere le cupole dal punto di vista dell'artista. Infatti, grazie alle impalcature montate alla base delle due cupole è possibile ammirare da vicino gli affreschi, i capolavori assoluti di Correggio. 
 
Ma gli affreschi sono fatti per essere visti dal basso?
Sì, sono fatti per essere visti dal basso, ma vederli da vicino è altrettanto fantastico. E' un altro modo per vedere Correggio. Di coglierne sfumature e particolari non visibili dal basso, ma non trascurati dal grande maestro. Vorrà dire che i parmigiani, alla fine della mostra, torneranno a vedere le opere affrescate dal basso e poi faranno i dovuti confronti. 
 
In cosa è tanto grande Correggio?
Si narra che Tiziano, il grande pittore veneziano, di passaggio da Parma al seguito di Carlo V, di fronte agli affreschi in Duomo abbia detto di Correggio: <Rovesciate questa cupola, riempitela d'oro e non lo  avrete pagato abbastanza>. Tiziano di arte se ne intedeva, non c'è dubbio. Basterebbe questo per convincere chiunque abbia un po' di passione per il bello a visitare la mostra. 
 
 
Perché le figure di Correggio sono così belle?
Ogni figura di Correggio è straordinariamente umana, sensuale. Come dice la la curatrice della mostra e responsabile scientifica Lucia Fornari Schianchi: <Correggio non ti lascia sulla soglia, ti attira dentro la sua opera e ti tiene per mano alla sua scoperta>.

GUIDA ALLA MOSTRA - Vai allo speciale Il Correggio in 10 minuti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Intervista

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

Graiani, il vigile del fuoco volante

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

6 febbraio

Superbowl: sfida dell'anno tra Patriots e Falcons

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria