19°

Arte-Cultura

I luoghi e i versi: così Attilio rivive a Casarola

I luoghi e i versi: così Attilio rivive a Casarola
0

Due giorni da passare con Attilio. Con i suoi versi, con i suoi luoghi. A Casarola. È quanto propone «Una terra per viverci - Giornate di studio e riflessione, omaggio ad Attilio Bertolucci nel centenario della nascita», in programma sabato  e domenica nella frazione di Monchio che per decenni è stata teatro delle estati del poeta parmigiano e della sua famiglia, e che tanta parte ha avuto - insieme all’Appennino lì intorno - nelle sue opere. In primis in quella «Camera da letto» che certo rappresenta uno dei vertici poetici del Novecento italiano. Due giorni d’incontri e riflessioni aperti a tutti, e caratterizzati da due leitmotiv di fondo: il sabato («Pagine di pietra») sarà dedicato ad «Architettura e poesia nella Casarola di Attilio Bertolucci», e seguirà il filo di un percorso (curato da Vittorio Uccelli e Simone Cagozzi) nel quale i versi del poeta (riportati in apposite «targhe» installate sulle case del paese) interagiranno con il contesto, in un amalgama virtuoso e affascinante; la domenica («Una vita in versi») offrirà «Sguardi sull'opera di Attilio Bertolucci», e sarà caratterizzata dall’apertura straordinaria della casa del poeta, che si potrà visitare.
L'iniziativa è organizzata dalla Provincia con il Comitato Pro Casarola, il Comune di Monchio, il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-emiliano e il Parco dei Cento Laghi, ed è realizzata in collaborazione con il Parma Poesia Festival. «La novità più rilevante della prima giornata sta proprio in questo percorso che abbiamo voluto chiamare “Pagine di pietra”, e che crea un ulteriore legame tra la Attilio, la sua poesia, e Casarola. Nella seconda giornata invece la maggiore novità è senz'altro l’apertura della casa di Attilio: importante perché le persone potranno così vedere la parte vecchia di questa casa del Settecento, dove Attilio ha passato tutte le estati e dove ha scritto gran parte della sua produzione poetica», spiega Marta Simonazzi, presidente del Comitato Pro Casarola e cugina di Attilio, che racconta così la genesi dell’iniziativa: «Quando Attilio morì, con l’allora presidente della Provincia Andrea Borri abbiamo deciso di fare una commemorazione annuale nel giorno dell’anniversario della morte: ed eccoci qui. Quest’anno abbiamo voluto fare qualcosa in più anche in relazione alla nascita, per il centenario, e per questo abbiamo voluto aprire e coinvolgere ancor più il paese, e far vedere Attilio un poco nella sua intimità, anche se era un uomo molto discreto e riservato. E poi questa idea delle targhe apposte sugli edifici arricchisce il paese e la stessa poesia di Attilio, e il fatto che talvolta siano stati gli abitanti stessi a voler scegliere i versi da “trascrivere” sulle loro case dice molto sul coinvolgimento della comunità».
Non solo: «Ci sarà anche un’altra intimità di Attilio. Attilio come papà: Giuseppe Bertolucci leggerà infatti i testi che il padre ha dedicato a lui e alla sua vita nel corso degli anni». Com'erano le estati di Casarola? «Belle, molto semplici però molto ricche dal punto di vista umano. Finiva la scuola e Attilio arrivava da Roma con Giuseppe e Bernardo, e arrivavamo anche io e mia sorella: le estati di Casarola noi ragazzi di allora le abbiamo passate giocando insieme, chiacchierando molto e facendo tante passeggiate. E in queste estati c'era anche creatività: “La teleferica”, recentemente restaurato, è stato di fatto il primo film di Bernardo ispirato proprio a queste estati passate insieme. Gli attori di quel film eravamo noi: io, mia sorella e Giuseppe. E Bernardo, che lo realizzò, aveva 17 anni. Il mio ricordo - racconta Marta Simonazzi - è quello di un grande senso di comunità e di fratellanza».
Fortissimo, il legame di Attilio con quei luoghi; un legame che ha saputo «trasmettere»: «Per lui - continua - era un legame di radice, un cordone ombelicale, e anche per noi è così. È una cosa che tu hai dentro, innata. Questa iniziativa è un modo per celebrare e rinnovare ancora quel legame, ed è anche un ringraziamento per chi ci ha preceduti e ha saputo trasmettercelo: Attilio l’ha passato ai suoi figli, come mia mamma a me». Anche per questo Casarola è stata scelta dalla famiglia come fulcro del centenario della nascita del poeta della «Camera da letto»: «Nella commemorazione di Attilio nel centenario della nascita Casarola è il centro, anche per volontà dei figli. Bernardo e Giuseppe hanno voluto con me ricordarlo - conclude Marta Simonazzi -, ma ricordarlo a Casarola».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri 1988 - Taglio del nastro al Centro Torri Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Incidente mortale a San Secondo: muore un automobilista

parmense

Incidente a San Secondo: muore un automobilista

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

4commenti

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CONCERTO

Mario Biondi, voce e ricordi

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

dopo l'attacco

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni a Londra

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

il fatto del giorno

"Bisogna salvare il quartiere San Leonardo" Video

1commento

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Parma

Nel Piano mobilità il pezzo mancante della tangenziale

Opera da 12 milioni a est della città

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

Protesta

Oggi sciopero nazionale dei taxi: "Pochi in giro per paura di ritorsioni"

SOCIETA'

Concorso

La Grande Bellezza dell'Oltretorrente: i video dei ragazzi e le interviste

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

SPORT

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano