-2°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Che cosa fai oggi?

0

di Marta Silvi Bergamaschi

Ore sette. Mattia apre gli occhi, sbadiglia, alza le corte braccia pelose e osserva dalle imposte socchiuse la timida luce bagnare il davanzale. Un altro giorno, pensa, smarrito, lo scapolo Mattia disteso in un letto matrimoniale troppo largo e vuoto. Si alza, saltella su due gambette cosparse di peluzzi biondocenere. E’ sovrappeso, quindi, prima della doccia, s’impegna in una ginnastica frettolosa. La chioma, raccolta a coda di cavallo, che Mattia esibisce con estremo compiacimento, è maltrattata e dalla notte e dagli esercizi ginnici. Dopo gli esercizi un dolorino alla pancia: miodio, che cosa sarà, pensa turbato Mattia, ogni giorno un nuovo disturbo. Ipocondriaco? Forse. Ascolta se stesso, è impegnato con se stesso, nonostante le parole gentili gli salgano alle labbra con estrema facilità. Poi, improvvisamente, il pensiero fisso lo afferra: al diavolo questa ingiusta società. Lavorare e lavorare, pochi soldi e troppo impegno. Una parte di ragione Mattia ce l’ha: ricchi, poveri o quasi poveri: lavorare per vivere o vivere per lavorare. L’ha detto anche il Papa: troppo lavoro indurisce il cuore. Ma che cosa c’è di giusto nella vita. La vita è uno squallido rivolo di precarietà, pensa Mattia. Esce dalla doccia: afferra l’accappatoio con un lirico, magnifico gesto e asciuga con cura il corpo grassoccio. Il viso gradevole, gli occhi azzurri sorridono. E’ squillato il cellulare. Il cellulare piace molto a Mattia: parlare gli piace. Le parole gli escono fluide dalla bocca allegra, possiede un’invenzione fervida per le parole: le trasforma, le mastica, le succhia, le tronca, le allunga: è bravissimo. Non può farne a meno. Infatti è spesso attaccato al cellulare. Ora un pensiero lo turba: il tumore al cervello. Sarà poi vero? No, dice, non voglio crederci. Ci sarà, piuttosto, qualche oscura trama politica. Si veste casual. Esce. Si dirige verso il luogo di lavoro, percorrendo i viali della zona residenziale della città. Cammina svelto. Il primo sole estivo lambisce la strada. Un gatto se lo gode disteso su un muretto. Mattia si ferma, lo accarezza. Ama gli animali e le piante. Ha l’animo gentile. Peccato che l’estate gli porti via gli amici. L’amicizia è un prezioso dono della vita. Cerca gli amici, li annusa, li apprezza. Li ama? Suvvia, non indaghiamo troppo nei sentimenti. I suoi amici sono comunque amici. Ha l’impressione che gli sia uscita una frase importante, quasi filosofica. E’ soddisfatto: possiede un alto concetto di se stesso. Arriva nel negozio di CD che dirige. E’ un fine intenditore di musica. Musica classica, musica moderna, industriale e postindustriale. Musica lirica e sinfonica. Conosce tutto. Saluta gli amici collaboratori che già sono arrivati e il lavoro inizia. Subito, di primo mattino, entra una bella ragazza. –Faccio io- sussurra ai collaboratori. Mattia si aggiusta i capelli, saluta la ragazza, un saluto naturale come una boccata di fumo; e parla. Parla con disinvoltura di mille cose affastellate. La ragazza lo guarda, disincantata. In un attimo di silenzio dice:-Potrei spiegare che cosa desidero?- -Ma certo, risponde Mattia, sono qui apposta.- Poi continua, imperterrito:- Come trascorrerà la giornata questa splendida ragazza?- Dalla voce esce una nota di emotività. La voce di Mattia sa modulare tonalità varie. –E a lei che cosa interessa come trascorrerò la giornata?- risponde la fanciulla. Mattia non ha mai incontrato una giovane così spudoratamente sgarbata. –Le proponevo…- inizia Mattia. –Lei deve soltanto cercarmi ciò che mi occorre, ribadisce la ragazza, ho fretta: lo sa fare il suo mestiere?- Mattia si agita, diventa ansioso, permaloso. Il CD è pronto. La giornata è ormai iniziata male. Facciano pure i suoi collaboratori. I clienti sono esigenti e pedanti. Mattia non ha più voglia di parlare. E’ diventato improvvisamente intrattabile. Gli altri? Tutti da snobbare. Nessuno lo capisce. Neppure sua madre lo capisce. Non lo ha mai aiutato a risolvere il problema di “se stesso”. –Che cosa significa, gli ha chiesto, tu sei un problema? Non dire sciocchezze. Io avrei partorito un problema? Prendi moglie e fai dei figli. Poi ne riparliamo.- E’ una parola, pensa Mattia. Le sue “passioni” sono bolle di sapone: colorate, leggere, suggestive. La vita di Mattia è una suggestione? Occorre parlare di se stessi, con se stessi. Afferra il cellulare, compone un numero. –Ciao Itala, che cosa fai oggi? Potremmo andare…sì…dove? No, a pranzo no, non sto molto bene. Paghi tu? No…non posso…Davvero? Così, improvvisamente, ti ricordi di un altro impegno? Ma che razza di amica sei!- Chiude. Compone un altro numero –Emma? Che cosa fai oggi? Potremmo andare…sì…dove?...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

2commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

2commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

1commento

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti