22°

32°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Che cosa fai oggi?

Ricevi gratis le news
0

di Marta Silvi Bergamaschi

Ore sette. Mattia apre gli occhi, sbadiglia, alza le corte braccia pelose e osserva dalle imposte socchiuse la timida luce bagnare il davanzale. Un altro giorno, pensa, smarrito, lo scapolo Mattia disteso in un letto matrimoniale troppo largo e vuoto. Si alza, saltella su due gambette cosparse di peluzzi biondocenere. E’ sovrappeso, quindi, prima della doccia, s’impegna in una ginnastica frettolosa. La chioma, raccolta a coda di cavallo, che Mattia esibisce con estremo compiacimento, è maltrattata e dalla notte e dagli esercizi ginnici. Dopo gli esercizi un dolorino alla pancia: miodio, che cosa sarà, pensa turbato Mattia, ogni giorno un nuovo disturbo. Ipocondriaco? Forse. Ascolta se stesso, è impegnato con se stesso, nonostante le parole gentili gli salgano alle labbra con estrema facilità. Poi, improvvisamente, il pensiero fisso lo afferra: al diavolo questa ingiusta società. Lavorare e lavorare, pochi soldi e troppo impegno. Una parte di ragione Mattia ce l’ha: ricchi, poveri o quasi poveri: lavorare per vivere o vivere per lavorare. L’ha detto anche il Papa: troppo lavoro indurisce il cuore. Ma che cosa c’è di giusto nella vita. La vita è uno squallido rivolo di precarietà, pensa Mattia. Esce dalla doccia: afferra l’accappatoio con un lirico, magnifico gesto e asciuga con cura il corpo grassoccio. Il viso gradevole, gli occhi azzurri sorridono. E’ squillato il cellulare. Il cellulare piace molto a Mattia: parlare gli piace. Le parole gli escono fluide dalla bocca allegra, possiede un’invenzione fervida per le parole: le trasforma, le mastica, le succhia, le tronca, le allunga: è bravissimo. Non può farne a meno. Infatti è spesso attaccato al cellulare. Ora un pensiero lo turba: il tumore al cervello. Sarà poi vero? No, dice, non voglio crederci. Ci sarà, piuttosto, qualche oscura trama politica. Si veste casual. Esce. Si dirige verso il luogo di lavoro, percorrendo i viali della zona residenziale della città. Cammina svelto. Il primo sole estivo lambisce la strada. Un gatto se lo gode disteso su un muretto. Mattia si ferma, lo accarezza. Ama gli animali e le piante. Ha l’animo gentile. Peccato che l’estate gli porti via gli amici. L’amicizia è un prezioso dono della vita. Cerca gli amici, li annusa, li apprezza. Li ama? Suvvia, non indaghiamo troppo nei sentimenti. I suoi amici sono comunque amici. Ha l’impressione che gli sia uscita una frase importante, quasi filosofica. E’ soddisfatto: possiede un alto concetto di se stesso. Arriva nel negozio di CD che dirige. E’ un fine intenditore di musica. Musica classica, musica moderna, industriale e postindustriale. Musica lirica e sinfonica. Conosce tutto. Saluta gli amici collaboratori che già sono arrivati e il lavoro inizia. Subito, di primo mattino, entra una bella ragazza. –Faccio io- sussurra ai collaboratori. Mattia si aggiusta i capelli, saluta la ragazza, un saluto naturale come una boccata di fumo; e parla. Parla con disinvoltura di mille cose affastellate. La ragazza lo guarda, disincantata. In un attimo di silenzio dice:-Potrei spiegare che cosa desidero?- -Ma certo, risponde Mattia, sono qui apposta.- Poi continua, imperterrito:- Come trascorrerà la giornata questa splendida ragazza?- Dalla voce esce una nota di emotività. La voce di Mattia sa modulare tonalità varie. –E a lei che cosa interessa come trascorrerò la giornata?- risponde la fanciulla. Mattia non ha mai incontrato una giovane così spudoratamente sgarbata. –Le proponevo…- inizia Mattia. –Lei deve soltanto cercarmi ciò che mi occorre, ribadisce la ragazza, ho fretta: lo sa fare il suo mestiere?- Mattia si agita, diventa ansioso, permaloso. Il CD è pronto. La giornata è ormai iniziata male. Facciano pure i suoi collaboratori. I clienti sono esigenti e pedanti. Mattia non ha più voglia di parlare. E’ diventato improvvisamente intrattabile. Gli altri? Tutti da snobbare. Nessuno lo capisce. Neppure sua madre lo capisce. Non lo ha mai aiutato a risolvere il problema di “se stesso”. –Che cosa significa, gli ha chiesto, tu sei un problema? Non dire sciocchezze. Io avrei partorito un problema? Prendi moglie e fai dei figli. Poi ne riparliamo.- E’ una parola, pensa Mattia. Le sue “passioni” sono bolle di sapone: colorate, leggere, suggestive. La vita di Mattia è una suggestione? Occorre parlare di se stessi, con se stessi. Afferra il cellulare, compone un numero. –Ciao Itala, che cosa fai oggi? Potremmo andare…sì…dove? No, a pranzo no, non sto molto bene. Paghi tu? No…non posso…Davvero? Così, improvvisamente, ti ricordi di un altro impegno? Ma che razza di amica sei!- Chiude. Compone un altro numero –Emma? Che cosa fai oggi? Potremmo andare…sì…dove?...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

weekend

Un sabato tra amor, musica e... castelli di sabbia: l'agenda

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rochetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

viabilità

E' tempo di nuove partenze: traffico rallentato in A1 e Autocisa Tempo reale

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti