-5°

Arte-Cultura

"Il re si inchina e uccide": viaggio nell'"officina" letteraria di Herta Müller

0

Con «Il re si inchina e uccide», Herta Müller ci porta all’interno della sua fucina letteraria, fornendo una chiave di lettura per i suoi non sempre facili testi. Le parole non esauriscono l’oggetto o l’emozione, e l’autrice tende a preferire quei testi che «nella mente provocano uno smarrimento...», evocando regioni al di là delle parole, perché «non è vero che i pensieri sono sempre fatti di parole». Eppure i due brevi, rigorosi scritti che compongono il libro sono una dichiarazione d’amore nonché un’esplorazione delle possibilità della parola. Prevale il desiderio di «poterlo dire», di trovare parole adeguate a esprimere tutto ciò che il mondo suscita. Nemmeno nelle tre o quattro lingue che la Müller padroneggia esiste la parola per esprimere, che so, la sensazione di spine e clorofilla che dà una certa pianta e che i suoi nomi correnti non rendono.
Ecco allora l’invenzione di un nuovo, più consono termine. La sperimentazione linguistica, di grande libertà e fantasia, procede per associazioni, metonimie, sinestesie, in un gioco a volte fin troppo criptico e personale che ricorda esperimenti surrealisti o dada. Una prosa, quella della Müller, più vicina alla poesia. E d’altra parte, «tra lirica e prosa non c'è differenza», a patto che la prosa non sia piattamente descrittiva. Né ci si scorda del significato politico delle parole. Sotto un regime tirannico nemmeno le parole della lingua madre possono esserti patria, perché dicono cose contro l’umanità. Sotto Ceausescu la parola «valigia» veniva censurata, evocando la voglia di fuggire, mentre la popolazione, con humour spontaneo, trovava modi di resistere proprio tramite la parola: chiamava gli scarafaggi «russi», i semi di girasole «gomma russa da masticare». «Con le rime il re può essere vinto». La voglia di vivere «sfidava il re», vincendo persino la paura. Le parole non sono mai neutre, viene ricordato, nemmeno quelle apparentemente innocue della pubblicità. Esse veicolano significati che possono portarci dove non vogliamo. Unendo pezzi della sua sofferta biografia e squarci sulla sua poetica, la Müller coinvolge con pagine di vera grandezza.
Il re si inchina e uccide - Keller, pag. 92, 12,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

1commento

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

«Preso a calci e pugni per divertimento»

3commenti

LEGA PRO

Parma-Santarcangelo: i crociati provano a riprendere il volo Diretta

Weekend

Una domenica tra musica e fuoristrada: l'agenda

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

21commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

PEDEMONTANA

Polizia municipale, multe in aumento

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

incidente

Bus ungherese, il console: "I due figli del prof 'eroe' sono morti"

Rigopiano

Francesca che dall'ospedale aspetta il suo Stefano

WEEKEND

LA PEPPA CONSIGLIA

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto