15°

Arte-Cultura

In chiesa la statua di San Bartolomeo

In chiesa la statua di San Bartolomeo
Ricevi gratis le news
0

di Cristina Lucchini

La chiesa di San Bartolomeo con ingresso in via Carducci, abside e fianco sinistro prospettanti sull’omonimo piazzale, ha origini che risalgono all’830 circa. La recente pulitura delle superfici ha reso l’edificio più luminoso, valorizzando le pregevoli opere contenute al suo interno e permettendo una più facile lettura della pianta a navata unica con cappelle laterali, quattro per parte. Questo impianto, tipico delle chiese della Controriforma, si deve probabilmente ad Aurelio Bottoni, parroco ingegnere, autore del rifacimento del 1663. Successivamente si registra l’intervento architettonico di Gaetano Ghidetti (1785) cui seguì, nel 1850, un intervento pittorico di Girolamo Magnani che decorò le cappelle.
Protagonista assoluto della chiesa è indubbiamente il santo titolare, rappresentato più volte, in vari punti dell’edificio. Innanzitutto nella facciata principale, scolpito a tutto tondo in una nicchia di fianco al portone. E poi sull’altare del presbiterio, in una tela settecentesca dipinta dall’abate Giuseppe Peroni che ne mostra il terribile martirio. Secondo la “Legenda aurea”, infatti, il santo venne scorticato vivo. Una delle sue più note e inquietanti raffigurazioni è opera di Michelangelo nel Giudizio della Sistina: San Bartolomeo, seduto a cavalcioni di una nube, stringe un coltello nel pugno della mano destra e regge una pelle nella sinistra. Nel viso, dipinto sulla pelle, molti critici hanno individuato l’autoritratto di Michelangelo stesso.
Le scultura di San Bartolomeo (con  Santa Sabina), posta sulla facciata della chiesa di via Carducci a Parma, venne forse ideata da Alessandro Bottoni, fratello di Aurelio, progettista del rifacimento seicentesco. Pochi ricordano che, fino a due anni fa, un’altra statua del santo compariva all’interno della piccola nicchia, ora vuota, situata nell’abside prospettante verso piazzale San Bartolomeo. Si trattava di una delle tante edicole sacre che ci guardano dai muri dei palazzi e dall’alto degli incroci più suggestivi, lungo le strade del centro storico. A testimonianza di una consuetudine religiosa un tempo assai sentita, restano a Parma una cinquantina di opere (edicole, cappelline, ex voto, immagini dipinte e lastre scolpite) realizzate in un arco cronologico molto esteso che va dal Medioevo al Novecento, con una netta supremazia delle raffigurazioni mariane. Il San Bartolomeo dell’omonimo piazzale costituiva una rara eccezione.
Nella primavera del 2009 il Lions Club “Parma Maria Luigia” finanziò il restauro della statua, che venne eseguito dalla ditta Opus Restauri. A lavori ultimati, la maestà si è rivelata molto più preziosa di quanto potesse sembrare.
Il valore della scultura è emerso dopo che i restauratori hanno tolto i depositi, le incrostazioni e anche uno strato di gommalacca che la ricopriva. A quel punto si è visto che l’opera è una terracotta policroma  risalente alla fine del XVI secolo e dunque di considerevole pregio storico-artistico. Il santo tiene il coltello, simbolo del suo martirio, nella mano destra, mentre la mano sinistra, che era in gesso e quindi posticcia, è stata rimossa al momento del restauro. La figura possiede un bel movimento dato dalla gamba flessa e dalle vesti che ricadono sul corpo con morbidi panneggi. Bello anche il volto, incorniciato dalla barba e dalla mossa capigliatura. D’accordo con la Soprintendenza, si è pensato di non ricollocare la statua dell’apostolo nella sua posizione originaria, all’esterno della chiesa, ma di spostarla all’interno per ragioni di maggiore sicurezza e protezione. Pertanto oggi si trova nel presbiterio, a destra, in una nicchia sotto la cantoria.
Il restauro, che ha prodotto esiti tanto interessanti, fa parte di una serie di interventi promossi dal Lions Club “Parma Maria Luigia”, volti al recupero di edicole votive in degrado. Il programma, avviato nel 2008 con la Madonna di borgo Cocconi e la cappella di via padre Onorio, è proseguito anche quest’anno con il restauro della Madonna del Rosario in borgo dei Grassani.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

FESTE

Musica e balli anni '50 a Sorbolo Levante: ecco chi c'era Foto

Panini & dintorni: scegli il meglio di Parma

GAZZAFUN

Il panino più buono: domani termina la seconda semifinale

Colorno: continua la mostra di Monika Bulaj sull'Afghanistan

FOTOGRAFIA

Colorno: continua la mostra di Monika Bulaj sull'Afghanistan Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

Ragazza mette in fuga a schiaffi i suoi aggressori

La storia

Ragazza mette in fuga a schiaffi i suoi aggressori

FIDENZA

Non ha il biglietto del treno: aggredisce il controllore

LA MORTE DEL BOSS

Addio a Riina. E c'è chi gli rende omaggio

Adolescenti

Il bullo? Si combatte con l'ironia

A Lesignano

Nuovi lavori al centro dato alle fiamme

SISSA TRECASALI

Muore sulla pista da ballo

Cinema

Archibugi: «Ma i ragazzi non sono tutti sdraiati»

FORNOVO

Stazione in mano agli sbandati

ladri in azione

Furto alla mensa del Campus: niente pasti per studenti e dipendenti Video

protesta

Martedì anche a Parma sciopero dei taxisti (dalle 8 alle 22)

anteprima gazzetta

Il dopo terremoto a Fornovo: "Il peggio sarebbe passato"

dopo terremoto

Due torrini del Battistero danneggiati: area transennata Video

PARMA

Valigia abbandonata vicino al tribunale: arrivano i carabinieri

In seguito ai controlli sono stati trovati solo alcuni documenti

vigili del fuoco

Fiamme in un capannone industriale a Monticelli Foto

TERREMOTO

Continua lo sciame sismico: 19 scosse. Le più forti avvertite in tutta la provincia

A Fornovo la più forte (4.4). Non sono segnalati danni

6commenti

L'ESPERTO

Straser: «Ecco perché si è risvegliata la linea sismica del Taro»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La sublime prova d'amore della mamma di Mattia

di Vittorio Testa

1commento

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

bologna

Giallo: donna morta accoltellata in casa nella zona di Igor. S'indaga a 360°

BRUXELLES

Ema ad Amsterdam, Milano beffata al sorteggio. Eba a Parigi (dopo sorteggio). Ema: cos'è (Video)

SPORT

CALCIO

Tavecchio si è dimesso con rabbia e con un "giallo": "Con un gol sarei stato un eroe". Lippi: "Scelse lui Ventura"

2commenti

Atlanta

Georgia Dome raso al suolo, in fumo 214 milioni di dollari Video

SOCIETA'

cecina

Giocatore lancia bottiglia d'acqua per stizza e colpisce una bimba. Tafferugli tra tifoserie

reali d'Inghilterra

Elisabetta e Filippo: 70 anni di matrimonio Video

MOTORI

IL NOSTRO TEST

Meglio ibrida o plug-in? La risposta è Hyundai Ioniq

MOTO

Energica Eva EsseEsse9, la special elettrica