Arte-Cultura

La ricerca del padre nella Milano di Maurizio Cucchi

La ricerca del padre nella Milano di Maurizio Cucchi
0

Emilio Zucchi

Autobiografismo messo al servizio di un tema di interesse generale; autobiografismo come conoscenza del mondo, tramite l'attraversamento di quella parte di mondo - il proprio passato e la propria coscienza - di cui, per forza di cose,  si ha  una competenza maggiore rispetto ad altri angoli della realtà che appaiono  più significativi solo a uno sguardo superficiale; mentre, a ben vedere,  della realtà storica e sociale, e della condizione umana,  quell'intima parte di mondo reca il segno e lo stigma.   Come in poesia  così in prosa, Maurizio Cucchi, poeta sessantacinquenne tra i più celebrati e importanti della scena letteraria non solo italiana, tiene ferma la barra del propria rotta espressiva e morale  tornando al tema che ha animato la sua produzione fin dagli esordi, nel '76, con la raccolta poetica «Il disperso»: la ricerca del padre, scomparso in circostanze oscure quando l'autore era bambino. Un padre evocato con il nome di Glenn (per la somiglianza con l'attore Glenn Ford visto sullo schermo di un cinema di periferia), e che sarà il fantasma affettivo ed esistenziale aleggiante accanto alla rappresentazione di una Milano in cui il nostro tempo, tra alienazione e desolazione  qua e là interrotte da  improvvisi istanti di dimessa e fraterna tenerezza,  viene da Cucchi raffigurato con esemplare attendibilità. Cucchi non è nuovo alla narrativa, ambito nel quale ha esordito 2005 con l'atroce e bellissimo  romanzo «Il male è nelle cose» (Mondadori),  tanto  limpido nella forma quanto torbido nel contenuto, che in pagine indimenticabili raccontava lo sdoppiamento sadico di un ragazzo mite e  gentile.  A questo romanzo, ormai esaurito e purtroppo non disponibile negli Oscar, come invece meriterebbe per la sua sobriamente dolorosa dignità di vero e proprio classico, era poi seguito, nel 2007, «La traversata di Milano», raccolta di interessanti  descrizioni della metropoli lombarda di cui Cucchi è il principale cantore e interprete.  Ora, tornando appunto all'autobiografismo delle sue molte raccolte poetiche, Cucchi pubblica un romanzo-memoriale. Si intitola «La maschera ritratto» (Mondadori, pag. 14018,00) e, diversamente da «Il male è nelle cose», è un libro frammentato, ellittico, composto di brevi e talora brevissimi capitoli ondivaghi tra presente e passato, ed è scritto in prima persona.   Il titolo deriva da un'usanza in voga nella Milano settecentesca e ottocentesca, consistente nel fare scherzi indossando una maschera raffigurante qualche personaggio famoso.  Un titolo che allude al tema dell'identità, dal protagonista toccato nel corso di una narrazione che verte su una doppia ricerca: quella del padre, morto suicida nei boschi del Comasco, e quella del nonno, fascinoso catanese di cui la madre cerca da sempre notizie.
La pagine milanesi, della Milano periferica e popolare degli anni Cinquanta, sono tanto misurate, essenziali, quasi stringate, quanto intense per risonanza emotiva e delicatezza di pudore, e per sentimento di un'innocenza connaturata agli oggetti: uno fra i tanti, la Lambretta con la quale il padre porta in gita il protagonista bambino, fiero del proprio papà meccanico, che lo accarezza con le mani ruvide  e piene di tenerezza.
Il passato si alterna al presente, con la ricerca della vecchia casa in cui l'autore aveva abitato da  bambino. Accanto a lui sono adesso la moglie e alcuni amici. E' interessante, in Cucchi, anche questo senso della condivisione degli affetti.  Questo senso dell'amicizia implicito alla cose raccontate; mai dichiarato, insomma.  La madre è uno dei personaggi più forti del libro.  Un carattere non facile, nonostante i momenti di allegria. Il viaggio in Sicilia offrirà risposte  a lei e  al protagonista, anche grazie a un definitivo colpo di scena.  Romanzo  soffuso di «pietas», «La maschera ritratto» raddensa il mondo morale e poetico  di Cucchi in pagine di non comune bellezza; riuscendo, alla fine, ad essere, benché in modo anomalo, un romanzo di formazione: c'è infatti, dentro un uomo che si intuisce aver oltrepassato i sessant'anni di età, un ragazzo  che soffre e che ancora pone domande; e quell'uomo maturo gli è accanto, e gli risponde con la verità dei sentimenti,  e con la volontà di cercare qualcosa; e la sua   voce è antica e senza tempo, ed è la voce della poesia.

La maschera ritratto
   Mondadori, pag. 140, € 18,00          

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orchestra dell'Opera Italiana stasera ospite di Mika su Rai Due

su Rai Due

L'Orchestra dell'Opera Italiana stasera ospite di Mika

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Guida ai ristoranti 2017

nostre iniziative

Guida ai ristoranti 2017: ecco le novità

Lealtrenotizie

Parma Calcio

parma calcio

Nuovo ds, tramonta Vagnati e rispunta Faggiano

comune

Piano neve: oltre un milione e mezzo di euro e 225 mezzi pronti a partire

All'opera 110 tecnici e spalatori

martorano

Incornato da un toro: grave allevatore

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

3commenti

q.re Pablo

Multa a una 78enne invalida, per i rifiuti si affidava ad un vicino

La denuncia della Cgil: “Serve più attenzione per le fasce deboli della popolazione”

22commenti

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

2commenti

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

fiere

Cibus “Connect”: ecco come sarà

Delineato il programma della nuova fiera che si terrà a Parma dal 12 al 13 aprile

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Gli errori, la sconfitta e la possibile rivincita

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

ITALIA/MONDO

napoli

Stava per essere buttato nella spazzatura: neonato salvato

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

1commento

SOCIETA'

televisione

Gabriele: da Medesano alla finale a L'eredità

storia

Scoperta la mummia della regina Nefertari al Museo di Torino

SPORT

Calciomercato

Vagnati, la Spal spaventa il Parma

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

ANIMALI

sos animali

Di chi è questo pappagallo?

sos animali

I due cagnolini Kay e Tata cercano una famiglia