12°

22°

Arte-Cultura

Il racconto della domenica - Un pugno di api aggrappato alla finestra

Ricevi gratis le news
0

Anna Maria Dadomo

In quella tarda primavera, due sciami di api avevano occupato le finestre dietro casa. Le finestre in verità cieche, ma ancora provviste di scuri, conservavano un’intercapedine buia e ben protetta che le api avevano eletto a nido entrando da due buchi scavati nel legno dal picchio. L’ apicoltore vicino, chiamato per un consiglio, aveva sollecitato la soppressione delle due famiglie in quanto, ignorandone la provenienza e non riuscendo, data la posizione, a controllarle, potevano essere infestate dalla varroa che quell’anno stava decimando gli apiari della zona. Non c’era tempo da perdere: ci avrebbe pensato lui, loro dovevano soltanto fornire una scala che arrivasse a quell’altezza. Dopo qualche giorno infatti, nel primo pomeriggio di una giornata calda, assolata e poco ventosa, eccolo arrivare con un sacco di iuta da cui estrasse maschera, affumicatore, cannello a gas. Posizionata la scala contro il muro, infilò una grossa pastiglia di zolfo in un filo di ferro, accese l’affumicatore. Aspettando che dal camino uscisse il fumo denso, bianco, abbondante, infilò la maschera, i guanti, agganciò alla cintura il cannello a gas e raggiunse la finestra. Dato qualche sbuffo di fumo intorno all’entrata dell’alveare, vi infilò l’esca velenosa spingendola ben in profondità, quindi la tappò con alcuni stracci. Fino a quel momento, a lei, che da sotto teneva ben ferma la scala e seguiva ogni fase di quanto avveniva, quell’apicidio era sembrato una cosa giusta, doverosa, eseguita a salvaguardia di quei pochi alveari ancora non infettati dal micidiale acaro. Pure, quando incominciò a vedere intorno alla finestra l’affannarsi vano delle bottinatrici che rientravano all’alveare, quando vide il grappolo brulicante che via via ingrossava attaccato agli stracci, incominciò a sentirsi a disagio. Non poteva fare a meno di pensare che in quel luogo buio e semi-chiuso le api avevano costruito i loro favi oblunghi di cera, le loro mirabili cellette esagonali contenenti covata , miele e polline; che là c’era un’ape regina che governava, che deponeva le uova, che sovrintendeva al buon andamento dell’ alveare. Quando poi l’apicoltore, in maniera del tutto inaspettata, aveva azionato il cannello a gas dirigendone la fiamma contro il grappolo delle api, lei aveva soffocato in gola un’esclamazione di stupore doloroso. Le api cadevano sulle foglie dell’aspidistra dei vasi sottostanti con un rumore sordo come di pioggia improvvisa. E le gazze avevano incominciato a gracchiare insistenti, e a volare voli brevi inquieti dal tetto alla tuia e viceversa. Aveva chiuso gli occhi. L’apicoltore ripetè la stessa cosa con l’alveare della finestra a fianco. Tra qualche giorno torno a vedere. In caso occorresse, rifaremo l’operazione – aveva detto sfilandosi maschera e guanti, e riponendo ogni cosa nel sacco Quando verso sera, spinta dalla curiosità era tornata a guardare, il selciato sotto le finestre era interamente ricoperto di api. Qualcuna si muoveva ancora, qualcuna si trascinava in mezzo alle altre, le poche sopravvissute alla fiamma, perché rientrate per ultime all’alveare, raccoglievano le compagne morte e le trasportavano lontano. Come dopo una battaglia, le venne da pensare. E di nuovo quella loro dedizione, quel cercare di riportare ordine ed efficienza nell’alveare decimato, il loro esistere non per sé, ma per la comunità di cui erano membri, per la polis, tornò a commuoverla: non riusciva a togliersi l’impressione che qualcosa di sacro, di divino, fosse stato, anche se a fin di bene, violato. Prima di andarsene gettò un’ultima occhiata alle finestre: un pugno di api resisteva aggrappato allo straccio bruciacchiato, quasi una bandiera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

22commenti

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

chiesa

Smentite le voci sulla salute di Papa Ratzinger

2commenti

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

CHAMPIONS

La Juve soffre e vince, la Roma strappa il pari in casa del Chelsea

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»