Arte-Cultura

Narcotraffico, business e mafie che non conoscono la crisi

Narcotraffico, business e mafie che non conoscono la crisi
Ricevi gratis le news
0

Christian Stocchi

Un giro d’affari di circa 500 miliardi di dollari. A tale cifra ammonta il business delle economie legate alla droga, che costituiscono i due terzi delle economie criminali. E si badi: non c'è crisi internazionale o recessione che possa danneggiare il narcotraffico. Da questi numeri e da questa premessa parte il saggio-inchiesta «Narcoeconomy. Business e mafie che non conoscono crisi», firmato dal giornalista, saggista e storico Carlo Ruta. L'analisi è impietosa. Secondo l’autore, i piani di contrasto alla produzione di droga non funzionano e anzi le grandi organizzazioni criminali aumentano progressivamente le loro ricchezze, puntando dritto al cuore delle economie pulite, da tempo sotto attacco. Peraltro, ragionando in una chiave storica, non può sfuggire come alcuni fatti storici epocali abbiano aperto nuove vie alla criminalità organizzata: si pensi alla mafia russa che si è sviluppata dopo la fine del comunismo. Ruta traccia, dunque, una geografia del narcotraffico, che appare sempre più integrato in una prospettiva globale. Si va così dal Myanmar fino all’Afghanistan; dall’Africa, dove si sono consolidati nuovi mercati e produzioni, specialmente di cannabis (il 25% della produzione mondiale è qui), fino alle narcomafie italiane con le loro ramificazioni nel mondo. Senza dimenticare ovviamente l’America Latina. C'è chi produce, c'è chi spaccia e ovviamente c'è anche chi consuma, nell’articolato mosaico della narcoeconomia. A questo proposito, l’autore ricorda che la domanda di stupefacenti dell’Europa occidentale e degli Stati Uniti risulta la più alta a livello mondiale. Il libro, ricco di dati, si conclude con alcune interviste ad alcuni giornalisti e studiosi sudamericani, che approfondiscono i legami tra democrazie e narcotraffico. Insomma, il tema è certamente complesso. Il monito dell’autore è tuttavia chiarissimo: «la droga non attacca solo le economie e le istituzioni pubbliche. Erode le società nell’intimo con le tossicodipendenze, i decessi per overdose, il disagio, la microcriminalità». Serve perciò una mobilitazione, secondo Ruta, che sembra propendere per una svolta antiproibizionista. E il web, anche in questo caso, potrebbe risultare fondamentale.
 
Narcoeconomy
Castelvecchi, pag. 190, 14,00
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Un'onda che sembra arrivare dal film Point break

Portogallo

Onde gigantesche come nel film Point break

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

1commento

59 ANNI

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

DIPENDENZA

Una sera con i Narcotici Anonimi

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

tennis

Seppi saluta Melbourne, Nadal e Cilic ai quarti

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova