11°

27°

Arte-Cultura

Lampi di ironia e vita

Lampi di ironia e vita
0

 di Alessandro Censi

 

P oeta non comune è Valentino Zeichen, lirico romano (d'adozione) di lungo corso che sbandiera i suoi settant'anni ben portati come un vessillo vittorioso e scrive versi che sono brandelli di carne viva, melodie che nella loro brevità hanno un saggezza secolare. «Aforismi d'autunno»  (Fazi editore, pp.167, ¤ 15) è la raccolta poetica con la quale Valentino Zaichen è finalista al Premio Pen Club che verrà assegnato sabato a Compiano. Si tratta di un libro di profonda e incisiva testimonianza poetica. Con poesie brevissime di tre o al massimo di sei versi, sul modello degli haiku giapponesi, in poche battute questo importante  poeta, che è a tu per tu è un uomo simpatico e allegro,  scanzonato come un ragazzo, delimita un mondo, una storia, un sentimento, un’allegria, una pena, ma senza precipizi dolenti: «Stagioni senza variazioni apparenti,/ anni senza età. E chi poteva/ supporre che il tempo tenesse un diario/ con la nostra contabilità anagrafica?». Solo un piccolo esempio di un libro vera miniera di trovate poetiche, di strapiombi d’intelligenza ove l’umiltà si frappone ad ogni esaltazione e nulla ingorga il cammino di una speranza vitale. 

Perché ha adottato per queste poesie la forma dell’haiku giapponese?

Nei libri precedenti avevo già pubblicato qualche decina di haiku e avevo pubblicato anche degli aforismi, facendo una sorta di esercitazione in questo campo letterario-stilistico. La ricerca della concisione e della precisione e l’essere sintetico, è una qualità che mi è stata suggerita dalla chimica, perché la chimica in fondo è un ridurre ai minimi termini. Che cos'è un’aspirina? E’ una delle meraviglie che non farà innamorare ma fa passare il mal di testa. Una piccola compressa che crea un grande beneficio.

Ma lei che rapporti ha con la chimica?
Parecchio, nel senso che molti prodotti chimici sono dei concentrati di ogni genere, una metafora o un paragone di cosa significa concentrare un pensiero in poche righe. E siccome il modo di comunicare dei giovani ormai si basa solo sugli sms che fanno del loro linguaggio degli stacchi sentimentali, amichevoli, musicali, predisponendoli ad una nuova formazione letteraria, che ha i suoi antecedenti negli haiku giapponesi anticipatori della tecnologia elettronica. 

Questo è il quadro. Com'è la cornice?
Avere uno stile è avere ironia e humour, consustanziali ai miei stati d’animo, ai miei pensieri. Questo è il libro di un anziano, non di un giovinetto. I miei settant'anni mi dettano questa forma poetica, uno stile che è sempre importante.

Che cos'è lo stile?
E' una trasmissione della propria sensibilità e del proprio sentimento anche, perché lo stile è il timone della letteratura.

Gli stati d’animo nei quali come uomini spesso ci dibattiamo sembrano tutti compresi nel suo libro. Una ricerca, un caso?
Mi sono sempre affidato all’estro. Quando c'è, gli dèi dettano le loro scorie, qualche pensiero divino ogni tanto giunge all’autore, e sono questi la mia guida, non la tecnica. Si procede poi alla correzione ripetitiva perché questi pensieri per essere veloci debbono essere abrasi diventare lisci, levigati. E’ un lavoro da carrozziere, quasi. 

Lei, nonostante la profondità dei suoi versi, non è una persona cupa, come spesso lo sono i poeti. Come mai?
Io sono un essere sociale. Non sarei niente senza la società, Nel senso che la società mi invita a pranzo e a delle cene, perché io sono un poveretto, non ho la pensione, e quindi ho bisogno di avere inviti a pranzo e a cena e devo avere una società intorno per ottenere ciò. C'è sempre un coperto da qualche parte che mi attende. A volte tre coperti contemporaneamente, e questa è una disgrazia, perché significa che qualche giorno bisogna saltare il pranzo o la cena. 

La poesia ufficialmente è la grande assente della nostra epoca. Perché il disinteresse crescente secondo lei?
Molti autori pensano in interiore, mai in esterno. La maggior parte dei poeti nazionali sono poeti senza società, scrivono di se stessi. Io non scrivo di me stesso: o meglio, lo faccio, ma non lo do a vedere. E’ sempre una questione di stile. La vera poesia nasce dalla committenza.

Committenza da chi?
Da chiunque. Spesso mi hanno chiesto delle poesie per delle feste, dei matrimoni, e io sempre le ho fatte, e me le hanno pagate. Ho scritto anche delle poesie per qualche compleanno, una poesia per la fidanzata, per la celebrazione di un matrimonio.

Come gli aedi dell’antica Grecia?
Certamente, proprio così. Pindaro era un campione della poesia d’occasione. Un grande poeta e accademico svedese definì Pindaro una prostituta: scriveva per chi lo pagava meglio. A un vincitore dei giochi di Olimpia, per un poema dedicato chiese 3000 dracme. E l’atleta rispose che per meno di quella cifra poteva farsi fare una statua da Fidia. E Pindaro: bravo, fatti fare la statua, ma le statue non camminano. I poemi sorvolano i cieli.

Quanto è importante l’ironia in poesia?
L'ironia è importante perché aiuta a essere poeti dell’attualità. Tutti fuori dalle torri d’avorio, tutti per la strada a declamare i propri versi. Io vado sempre incontro all’attualità. 

Aforismi d'autunno Fazi, pag. 16715,00

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Candidati: lancio Chiara

SPECIALE ELEZIONI 

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

di Chiara Cacciani

7commenti

Lealtrenotizie

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

incidente

Investita in viale Piacenza: donna incinta ricoverata al Pronto soccorso

Pomeriggio nero sulle strade cittadine: tre incidenti in poche ore

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

gazzareporter

Boccone avvelenato? Allarme in Cittadella Le foto

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Meteo

Weekend con il sole: è in arrivo il gran caldo Video

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

1commento

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

tardini

Da domani (sabato 27) la prevendita di Parma-Lucchese

COLLECCHIO

Guardia di Finanza alla Copador

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

4commenti

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

7commenti

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

6commenti

Intervista al dG

Fabi: «Così rilancerò il Maggiore»

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

La denuncia

Asili e materne, graduatorie col «trucco»

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

2commenti

ITALIA/MONDO

piacenza

Ville con piscina confiscate da Gdf a famiglie di giostrai

piacenza

Maestre arrestate per maltrattamenti, intercettazioni: "Se ci vedessero fare così ci arrestano"

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

Rimini

Valentino Rossi è stato dimesso dall'ospedale

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima