Arte-Cultura

Lampi di ironia e vita

Lampi di ironia e vita
0

 di Alessandro Censi

 

P oeta non comune è Valentino Zeichen, lirico romano (d'adozione) di lungo corso che sbandiera i suoi settant'anni ben portati come un vessillo vittorioso e scrive versi che sono brandelli di carne viva, melodie che nella loro brevità hanno un saggezza secolare. «Aforismi d'autunno»  (Fazi editore, pp.167, ¤ 15) è la raccolta poetica con la quale Valentino Zaichen è finalista al Premio Pen Club che verrà assegnato sabato a Compiano. Si tratta di un libro di profonda e incisiva testimonianza poetica. Con poesie brevissime di tre o al massimo di sei versi, sul modello degli haiku giapponesi, in poche battute questo importante  poeta, che è a tu per tu è un uomo simpatico e allegro,  scanzonato come un ragazzo, delimita un mondo, una storia, un sentimento, un’allegria, una pena, ma senza precipizi dolenti: «Stagioni senza variazioni apparenti,/ anni senza età. E chi poteva/ supporre che il tempo tenesse un diario/ con la nostra contabilità anagrafica?». Solo un piccolo esempio di un libro vera miniera di trovate poetiche, di strapiombi d’intelligenza ove l’umiltà si frappone ad ogni esaltazione e nulla ingorga il cammino di una speranza vitale. 

Perché ha adottato per queste poesie la forma dell’haiku giapponese?

Nei libri precedenti avevo già pubblicato qualche decina di haiku e avevo pubblicato anche degli aforismi, facendo una sorta di esercitazione in questo campo letterario-stilistico. La ricerca della concisione e della precisione e l’essere sintetico, è una qualità che mi è stata suggerita dalla chimica, perché la chimica in fondo è un ridurre ai minimi termini. Che cos'è un’aspirina? E’ una delle meraviglie che non farà innamorare ma fa passare il mal di testa. Una piccola compressa che crea un grande beneficio.

Ma lei che rapporti ha con la chimica?
Parecchio, nel senso che molti prodotti chimici sono dei concentrati di ogni genere, una metafora o un paragone di cosa significa concentrare un pensiero in poche righe. E siccome il modo di comunicare dei giovani ormai si basa solo sugli sms che fanno del loro linguaggio degli stacchi sentimentali, amichevoli, musicali, predisponendoli ad una nuova formazione letteraria, che ha i suoi antecedenti negli haiku giapponesi anticipatori della tecnologia elettronica. 

Questo è il quadro. Com'è la cornice?
Avere uno stile è avere ironia e humour, consustanziali ai miei stati d’animo, ai miei pensieri. Questo è il libro di un anziano, non di un giovinetto. I miei settant'anni mi dettano questa forma poetica, uno stile che è sempre importante.

Che cos'è lo stile?
E' una trasmissione della propria sensibilità e del proprio sentimento anche, perché lo stile è il timone della letteratura.

Gli stati d’animo nei quali come uomini spesso ci dibattiamo sembrano tutti compresi nel suo libro. Una ricerca, un caso?
Mi sono sempre affidato all’estro. Quando c'è, gli dèi dettano le loro scorie, qualche pensiero divino ogni tanto giunge all’autore, e sono questi la mia guida, non la tecnica. Si procede poi alla correzione ripetitiva perché questi pensieri per essere veloci debbono essere abrasi diventare lisci, levigati. E’ un lavoro da carrozziere, quasi. 

Lei, nonostante la profondità dei suoi versi, non è una persona cupa, come spesso lo sono i poeti. Come mai?
Io sono un essere sociale. Non sarei niente senza la società, Nel senso che la società mi invita a pranzo e a delle cene, perché io sono un poveretto, non ho la pensione, e quindi ho bisogno di avere inviti a pranzo e a cena e devo avere una società intorno per ottenere ciò. C'è sempre un coperto da qualche parte che mi attende. A volte tre coperti contemporaneamente, e questa è una disgrazia, perché significa che qualche giorno bisogna saltare il pranzo o la cena. 

La poesia ufficialmente è la grande assente della nostra epoca. Perché il disinteresse crescente secondo lei?
Molti autori pensano in interiore, mai in esterno. La maggior parte dei poeti nazionali sono poeti senza società, scrivono di se stessi. Io non scrivo di me stesso: o meglio, lo faccio, ma non lo do a vedere. E’ sempre una questione di stile. La vera poesia nasce dalla committenza.

Committenza da chi?
Da chiunque. Spesso mi hanno chiesto delle poesie per delle feste, dei matrimoni, e io sempre le ho fatte, e me le hanno pagate. Ho scritto anche delle poesie per qualche compleanno, una poesia per la fidanzata, per la celebrazione di un matrimonio.

Come gli aedi dell’antica Grecia?
Certamente, proprio così. Pindaro era un campione della poesia d’occasione. Un grande poeta e accademico svedese definì Pindaro una prostituta: scriveva per chi lo pagava meglio. A un vincitore dei giochi di Olimpia, per un poema dedicato chiese 3000 dracme. E l’atleta rispose che per meno di quella cifra poteva farsi fare una statua da Fidia. E Pindaro: bravo, fatti fare la statua, ma le statue non camminano. I poemi sorvolano i cieli.

Quanto è importante l’ironia in poesia?
L'ironia è importante perché aiuta a essere poeti dell’attualità. Tutti fuori dalle torri d’avorio, tutti per la strada a declamare i propri versi. Io vado sempre incontro all’attualità. 

Aforismi d'autunno Fazi, pag. 16715,00

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

3commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Salsomaggiore

Greta Ampollini, 13enne promessa del karate Video

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

ROGO

Fidenza, scoppia un incendio:

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti