10°

24°

Arte-Cultura

Palatina, miniera di civiltà

Palatina, miniera di civiltà
Ricevi gratis le news
0

C'è qualcosa di nuovo, oggi, in Palatina: anzi d'antico - potremmo dire parafrasando il famoso verso pascoliano. E, mai, forse, come in questi tempi di enormi difficoltà per la cultura vera e il bilancio dello Stato, questa constatazione è stata, per noi, così confortante. Ne parliamo con Andrea De Pasquale, nuovo direttore della Biblioteca Palatina, della sezione musicale della stessa e del Museo Bodoniano. Il dottor De Pasquale è un giovane dirigente che parla con la bocca, le mani e gli occhi contemporaneamente, dando l'impressione a chi l'ascolta d'aver trovato il suo paese di Bengodi. «A Parma ho voluto venirci, la Palatina l'ho scelta io»  afferma con orgoglio. Il suo curriculum di studi e specializzazioni dopo la laurea in Lettere classiche all'Università di Torino, è ricchissimo, e si stenta a credere che così giovane com'è abbia partecipato a tanti corsi, che abbia tenuto tante lezioni, che conosca così bene computer, biblioteche antiche e moderne, musei, «risorse digitali», protocolli informatici e workflow, archivi, libri e tecnologie. Ma è così.

E' un simpatico mostro d'attività; tutto il contrario di quanto si sa e si pensa a proposito dei dirigenti delle biblioteche, in particolare quelle statali. Ecco perché vorremmo sottolineare, citando il verso del Pascoli, quel «anzi d'antico», che il neo-direttore qualifica subito con il Museo Bodoniano, fiore all'occhiello di Parma e dell'Italia, un tesoro nascosto che non è nemmeno conosciuto dalla maggior parte dei nostri concittadini. De Pasquale esalta due grandi «parmigiani» d'adozione, il padre Paciaiudi e il Bodoni. «I fondi storico-artistici della Palatina offrono una ricchezza incredibile - osserva - una ricchezza che dobbiamo far conoscere, o, per dir meglio, mettere in rete, portare cioè a livello europeo mediante catalogazione e informazione. Da questo binomio non si esce in alcun altro modo che voglia essere davvero efficace. A duecentoquarant'anni dall'arrivo di Bodoni a Parma chiamato dal Borbone (1768) noi dobbiamo entrare con tutto il materiale che siamo in grado di gestire, nel ''Portale della cultura italiana'' che, a sua volta, è il portale d'accesso alla cultura mondiale. Proprio a proposito di Bodoni - prosegue il direttore - ristampiamo la ''Memoria ed Orazione del P. Paolo M. Paciaudi intorno la Biblioteca Parmense'', edito Co' Tipi Bodoniani nel 1815 dalla vedova Margherita Dall'Aglio. Questa ristampa, che testimonia dell'attività di bibliotecario del Paciaudi, è preceduta dal ''Memoire sur la Bibliothéque Royale de Parme'', un manoscritto presente nella letteratura ma rimasto finora inedito».

Parlando con Andrea De Pasquale, si ha l'impressione che il giovane dirigente venuto da Torino e che ha tutte le buone intenzioni di fermarsi a Parma - sta già facendo restaurare un piccolo appartamento a piano terra della biblioteca - sia ben consapevole del valore del nostro massimo istituto bibliotecario, che è poi anche uno dei maggiori e più ricchi giacimenti culturali dell'Italia settentrionale. In questo contesto, i lavori che vengono intrapresi in questi mesi (avvio catalogazione fondo Bodoni, nuove schedature, ristrutturazione degli ambienti della direzione, sito della Palatina e così via) costituiscono il segno tangibile di una continuità che, proprio partendo dall'antico, si proietta necessariamente sul mondo tecnologicamente più avanzato della cultura contemporanea, «mondo dal quale provengo - aggiunge  De Pasquale - perché prima di entrare nei ruoli del ministero per i Beni culturali ho fatto parte di una organizzazione privata che mi ha insegnato molto circa i progetti e le strategie dei dati e dei sistemi informativi, sui libri antichi, i riordini archivistici e gli archivi comunali a Torino, Genova, Milano e Roma».

Dunque: la Palatina sembra sia passata in buone, anzi ottime mani. Pur tra mille difficoltà Andrea De Pasquale coltiva progetti di ampio respiro, ma si dimostra particolarmente entusiasta dell'istituto che gli è stato affidato. Dobbiamo onestamente dire che, prima della lunga e operosa direzione di Leonardo Farinelli, la Palatina ha più volte patito la presenza di frettolosi e poco interessati dirigenti che ne hanno a malapena gestito l'ordinaria amministrazione. Se ora Andrea De Pasquale riprende la solida tradizione dei direttori culturalmente curiosi e informati, e soprattutto sicuri di possedere un prezioso ed efficace strumento di conoscenza, la magnifica avventura della biblioteca continuerà e si rafforzerà ulteriormente anche a dispetto di coloro che ad ogni spirar di modernità predicono la fine del libro, della carta, degli inchiostri e della stampa, profeti di una sventura che speriamo non capiti mai. Anche Andrea De Pasquale ne è sicuro e sorride assieme a noi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

1commento

Claudio Baglioni

Claudio Baglioni

spettacoli

Sanremo, Baglioni sarà conduttore e direttore artistico

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

DOMANI

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Cade in bici, è grave

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

4commenti

anteprima gazzetta

Massese, i mesi passano e nulla cambia: resta pericolosa

gazzareporter

Strada allagata in via Gramsci

venezia-Parma

Brutto momento, D'Aversa: "Dobbiamo uscirne con la voglia di lottare" Video

1commento

Dramma

Sfrattato, si toglie la vita

27commenti

fauna selvatica

Trasporto di animali feriti, affidato l'incarico

Il responsabile del servizio è il dr.Giovanni Maria Pisani

tg parma

Blitz col coltello in farmacia, è caccia ai rapinatori Video

1commento

PROCESSO

Villa Alba, nuova perizia su una morte sospetta

ROCCABIANCA

Ponte sul Po, prima i disagi ora gli incidenti

Università

Mercoledì 27 si vota per il nuovo rettore: dove e come

in serata

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

FRODE

Wally Bonvicini parla e si difende

2commenti

TORRECHIARA

Il mistero della settima porta

gazzareporter

Rifiuti "in bella mostra": la segnalazione dalla zona ospedale

4commenti

PARMA

Finti poliziotti picchiano e rapinano prostitute in via Emilia Ovest

Gli agenti delle Volanti sono stati contattati da una "unità di strada anti-tratta"

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Massa Carrara

Le spese pazze di don Euro: indagato anche il vescovo di Massa

Russia

Sulla statua di Kalashnikov c'è il mitra sbagliato

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

turismo

A Forte dei Marmi prorogata la chiusura degli stabilimenti: 5 novembre

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery