10°

22°

Arte-Cultura

L'infinito negli occhi

L'infinito negli occhi
Ricevi gratis le news
0

di Pier Paolo Mendogni

Il segreto del volto umano - specchio dell’anima o maschera - come è stato rappresentato nel corso dei secoli ? E quello misterioso di Cristo come è stato raffigurato? 
Questo  tema appassionante viene proposto in  una raffinata mostra di una quarantina di opere di pittura e di scultura allestita nel Museo di Stato della Repubblica di San Marino (fino al 6 novembre) col titolo «L'uomo, il volto, il mistero.  Capolavori dai Musei Vaticani» a cura di Giovanni Gentile e Antonio Paolucci (catalogo Silvana Editoriale). La ricerca dell’identità autentica dell’uomo, quindi della propria identità, ha interessato gli artisti di tutti i tempi trasferendola poi su un piano più elevato, quello del volto di Dio che per i cristiani si riflette nell’uomo in quanto fatto «a sua immagine e somiglianza».
E la sintesi suprema l’abbiamo in Gesù Cristo, figlio di Dio fattosi uomo. Per i primi cristiani non è stato facile entrare nell’idea di poter descrivere il volto di Cristo Dio in quanto la cultura ebraica lo vietava: non si poteva rappresentare l’immagine umana.
E’ stato il contatto con la civiltà ellenica e romana a far sì che anche il cristianesimo arrivasse pian piano a raffigurare Cristo e i santi. Le prime sculture in mostra ci offrono una panoramica della scultura romana. Un altorielivo del III secolo d.C. ci presenta la creazione con la creta da parte di Prometeo dell’uomo su cui la mano di Atena pone una farfalla, simbolo dell’anima.
L’arte romana lungo i secoli ha raffigurato l’uomo in modi diversi, talvolta idealizzandolo (come si nota nelle teste votive maschile e femminile) e talvolta con tratti realistici ben delineati come nella bella testa femminile in marmo del 260 d. C. e nel gruppo familiare (sempre del terzo secolo) dipinto su vetro. Greci e romani mostrano i loro dei e i loro eroi nella perfezione della bellezza assoluta: Hermes (II d. C.) indossa il «petasos» suo caratteristico copricapo; l’imperatore Traiano in calcedonio e alabastro è assorbito nei suoi pensieri così come il personaggio affrescato negli stessi anni ma che mostra una maggiore tensione.
Invece Antinoo (138 d.C.), il giovane schiavo turco amato da Adriano, col suo splendido volto dagli occhi grandi incorniciato da una folta e mossa capigliatura, interpreta la bellezza dell’eros. 
Leonardo con lo studio dei moti dell’animo apre nuove interpretazioni psicologiche avvertibili  nel «Ritratto di giovane» di Gian Lorenzo Bernini e nell’anziano personaggio che il fiammingo Peter Meert ha dipinto con i simboli della «vanitas». Adamo ed Eva e il loro castigo sono descritti con accenti appassionati in due piccoli bronzi di Francesco Messina e il loro peccato d’orgoglio di aver voluto mangiare il frutto proibito dell’albero della conoscenza è riscattato dalla Crocifissione che Southerland concepisce nella drammaticità di una croce irta di spine. Cristo ha quindi cambiato la storia dell’uomo trasformandola in storia della salvezza.
Nell’arte greco-bizantina Cristo è il pantocratore incastonato in un’immagine ieratica fuori dal tempo: il volto allungato, incorniciato dai lunghi capelli scuri come la barba con gli occhi grandi e fissi che oltrepassano lo spazio temporale.
Questa tipologia si è diffusa anche in Occidente: il «Cristo benedicente» di scuola romana dell’XI secolo, il rarissimo «Cristo acheropita» (non dipinto da mano d’uomo) - la più venerata delle icone romane custodita nel Sancta Sanctorum - copiato dall’originale del VI-VII secolo nel Seicento e mai esposto al pubblico.
L'arte occidentale ha superato la rappresentazione ieratica di Cristo per descriverlo nella sua vicenda umana: tenero bambino biondo nel «Riposo durante la fuga in Egitto» di Francesco Mancini (XVIII secolo), uomo segnato dalla violenza del dolore nella «Crocifissione» di Fausto Pirandello e nell’Incontro con la Veronica sulla via del Calvario di Pericle Fazzini e, infine, sereno nella drammaticità della morte per la redenzione degli uomini nel «Cristo passo» di Allegretto Nuzi (1365).
I contemporanei Rouault e Severini sono tornati all’immagine misteriosa del Redentore che va oltre i limiti della temporalità.
Sono invece personaggi di grande fascino terreno i santi lasciatici da Guido Reni (San Matteo e l’angelo) e dal Guercino (San Giovanni Battista) risplendenti di una bellezza umana e spirituale.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Luciano Ligabue

Luciano Ligabue

28 settembre

Ligabue, incasso del concerto Reggio Emilia a due onlus

Jovanotti annuncia nuovo tour, album esce 1 dicembre

MUSICA

Jovanotti nuovo album e nuovo tour

Oscar: è A ciambra il candidato italiano

cinema

E' "A ciambra" il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Rogito, la novità è il conto di deposito. Ma è facoltativo

L'ESPERTO

Rogito, la novità è il conto di deposito. Ma è facoltativo

di Arturo Dalla Tana

Lealtrenotizie

Tenta di scipparla fuori dal Maggiore e le fa sbattere la testa

sicurezza

Donna scippata in pieno giorno all'ospedale cade e sbatte la testa Video

il parma

Carra e il futuro: "Puntiamo ai play-off", "Closing entro ottobre"

L'ad del Parma: "Abbiamo sempre mantenuto le promesse: mai detto che vogliamo vincere la B. 4 squadre più attrezzate di noi per la A"

1commento

PARMA

San Leonardo, la Casa delle associazioni nel mirino dei ladri Video

E' intervenuta la polizia

1commento

gazzareporter

Scontro fra bici in via D'Azeglio: vistosa ferita al volto per una donna

anteprima gazzetta

Delitto di Natale, così sono stati uccisi Gabriela e Kelly

gazzareporter

E se capitasse davvero? Asfalto pericoloso a Roccabianca

BARILLA

Il futuro della pasta secondo 19 giovani chef. Video: "The Pasta Opera"

Al via il "Pasta world championship" fra Milano e Parma. Il "campionato" ha una giuria internazionale

municipale

Incidente all'incrocio via Firenze- via Pasubio

1commento

trasporti

"Disservizi sulla Parma-Brescia", Pagliari si rivolge al ministro

bassa

Colorno-Casalmaggiore: l'esercito esclude l'ipotesi di un ponte di barche Video

Curiosità: un ponte di barche in una foto del 1920 dal libro Ricordo di Colorno di Franco Piccoli

2commenti

PARMA

Moletolo e Botteghino: due investiti in poche ore

Scontro auto-bici a Botteghino: un ferito. Davanti alla Overmach, dirigente dell'azienda investito da un'auto

Allarme

Tetti in eternit nell'ex fornace di Felegara: la paura dei cittadini

2commenti

salsomaggiore

Da mercoledì, una stagione da vivere con il Teatro Nuovo. Tutto il programma

CROCETTA

Scontro in via Emilia Ovest

PARMA

La Comunità nigeriana organizza una marcia contro razzismo, illegalità e violenza

Appuntamento domenica 1° ottobre

4commenti

FIDENZA

Uova contro le vetrine dei negozi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

1commento

PARMA

Offerte di lavoro: 20 annunci per chi cerca un impiego

ITALIA/MONDO

Genova

Lo vede scassinare la finestra: "Che fai?". Il ladro: "Rubo". Arrestato

2commenti

Social network

Mosca contro Facebook: "Sposti i server in Russia o sarà fermato come Linkedin"

SPORT

Formula 1

Kvyat silurato dalla Toro Rosso

MOTOCROSS

Kiara Fontanesi si mette «in piega»

SOCIETA'

dubai

Testato il primo taxi volante (senza pilota ai 100 km/h) Video

Fisco

Spesometro: una settimana di proroga

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery