17°

32°

Arte-Cultura

Respirano le "superfici" di Amati

Respirano le "superfici" di Amati
0

 Tiziano Marcheselli

Si intitola «Superfici» questa bella mostra nel Castello di Felino che segna il ritorno all’attività espositiva (e - diciamo la verità - in grande stile) di Carlo Amati, artista colornese che si era fatto notare negli anni Sessanta e Settanta per una pittura raffinata e poetica, vicina a Ottone Rosai, ma ispirata soprattutto dalle atmosfere nebbiose della Bassa padana, dove l’umidore appannante dell’aria e dell’acqua costituisce quasi una sfera di cristallo entro la quale i luoghi e il tempo perdono la loro realtà e diventano sogno.
Oggi Amati si è riappropriato degli oggetti e della materia, in genere, che lo circondano e, anche se muri, usci, portoni e pareti restano protagonisti della sua elegante pittura, l’orizzonte si è allargato, prendendo in considerazione forme della vita di tutti i giorni che diventano composizioni artistiche ben superiori, mentre anche la materia eleva la propria ovvia struttura per trasformarsi in pittura a sé stante.
Paiono mosaici geometrici nella forma, ma fantasiosi nel colore e negli accostamenti: quasi piccole tessere come scampoli di memoria, diario di una vita assaporata nelle terre, di siena naturali, bruciate e verdastre, giorno per giorno, con pazienza compositiva. 
Ecco, forse Amati è «uscito dal giro» per molti anni perché intanto ordinava i ricordi, magari quello di una «Sporta» segmentata che contenesse i vari sapori dei giorni e delle ore.
Oggi, quindi, il bilancio dell’uomo diventa quello dell’artista, forse di una vita intera, e l’ambiente rappresentato dal paesaggio padano impregnato di nebbia e di poesia, ha lasciato il posto a una sorta di paesaggio mentale nelle elaborazioni e spirituale nei ricordi.
Così, le «Superfici», nella loro evoluzione, toccano un nero e misterioso «Portone», le tracce antiche di una «Città sepolta», essenziali «Nature morte» davanti a muri calcinosi, movimentati «Pavimenti», avanzi di macchinari, ciò che resta nel ricordo della incompiuta «Pilotta», portoni e porticine, un curioso «Omaggio a Pinuccio Sciola», fatto di figure spatolate in movimento e altre superfici familiari come usci e madie. 
Se nel  1969 scrivevo di Amati che «i muri custodiscono i segreti delle città e della gente; assomigliano ai personaggi che li costruiscono e che vivono con loro, con le impronte umane che restano sugli intonaci come in un letto caldo, ma per chi vive di nebbia e la sa respirare, si dischiude il segreto» è evidente che il tempo si è fermato e che i tanto amati muri di pietra e calce hanno continuato a vivere e ad alitare, per un pittore che sa ascoltare suoni sottili che altri, invece, non riescono ad avvertire.
E anche Stefania Provinciali ha bene individuato il mondo intenso di Amati: «Ci vuole dedizione e passione per addentrarsi nella stratificazione delle cose più semplici che il tempo ha reso uniche e che il pittore scava e ricompone, quasi volesse cogliere e rappresentare null'altro se non le proprie suggestioni, il valore attribuito all'oggetto e alla materia di cui è composto. Così vetrate antiche, portoni corrosi dalle nebbie e dalle acque, muri sgretolati dal tempo si trasformano in 'altri' luoghi dove la ricerca sulla materia sembra avere ragione sulla forma di un'architettura semplice, quasi sempre rurale». Praticamente, una memoria antica che, attraverso la lente privilegiata dell'artista, riesce ad evolversi in poesia. E questo, in fondo, è il fine primario di un dipinto o di una scultura.
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Da' del viado a Belen, Nina Moric a giudizio per diffamazione

Gossip

Da' del "viado" a Belen, Nina Moric a giudizio per diffamazione

“Fame Reunion 2017”: il cast di “Saranno Famosi” sceglie ancora Salsomaggiore Terme

spettacoli

La reunion del cast di “Saranno Famosi” di nuovo a Salso. Grazie al crowdfunding

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks

Cannes

Glamour e sensualità per il red carpet di Twin Peaks - Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo - Laura Chimenti

L'INDISCRETO

Nove telegiornaliste che bucano il piccolo schermo

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Truffa ai danni di un'anziana

truffa

"Deve pagare la tassa rifiuti: lo dice la Ue": e si porta via 900 euro

1commento

traffico

Parma-Lucchese: ecco le modifiche alla viabilità

Il Comune: "Utilizzate il più possibile la tangenziale". Divieto di vendita e consumo alcolici

SORBOLO

Scoperti i ragazzi che «giocano» a buttarsi sotto auto e treno

incidente

Schianto tra tre auto e una moto in A1: grave motociclista

SALA BAGANZA

Investito sulle strisce: gravissimo

3commenti

università

Lo sfogo di Gallese: "Ecco l'ultimo paradosso del Miur: escludere i migliori"

RAID HELP

Moto e solidarietà: sulle strade dell'Europa per aiutare i bimbi bielorussi Foto

BASEBALL

Davide, il fuoriclasse che non dimenticheremo mai

VIA ALEOTTI

69enne travolto da un pirata

DOPO IL PALACITI

Nuova razzia in palestra. I ladri ripuliscono la Magik

Gazzareporter

"Strada Stallini: la pianta si mangia il marciapiede"

"Rischio per i pedoni", dice Alessandro, che invia alcune foto

VIA TOSCANA

Bertolucci, rubata una bici al giorno. E le telecamere?

2commenti

tg parma

Rugby, le Zebre "respingono" l'ultimatum del presidente Fir Gavazzi Video

VIA BUDELLUNGO

Prima l'incidente, poi la lite e la "fuga" con il trattore: condannato agricoltore

1commento

Parma

Una lettrice: "Stazione, un uomo nudo nel piazzale ma nessuno interviene"

37commenti

PARMA

Ruba una borsetta nella chiesa dell'Annunziata: inseguita e bloccata 56enne parmigiana Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

La nostra vita blindata nell'epoca della paura

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

TORINO

Neonato abbandonato in strada, muore in ospedale

modena

Sniffano la "droga del diavolo" a una festa, due 30enni in coma

2commenti

SOCIETA'

polizia

Ritrovata una bicicletta rubata: di chi è?

MUSICA

Il dj Luca Giudici: «Sarò al fianco di Clementino»

SPORT

play-off

Lucchese (mercoledì): oltre 6mila biglietti venduti

1commento

calciomercato

Voci dalla Liguria: "Faggiano in pole per il dg dello Spezia"

MOTORI

Volkswagen

Golf, è l'ora della variante a metano

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione