-5°

Arte-Cultura

Sull'ali della patria unita

Sull'ali della patria unita
0

Giuseppe Marchetti

Verdi è davvero  tra di noi. Verdi infiamma ancora i petti e i cuori come al tempo del Risorgimento. E domani  alle 17 nel Ridotto del Teatro Regio si terrà la presentazione del nuovo volume edito da Mup «Viva V.E.R.D.I. Il suono del Risorgimento» di Gustavo Marchesi, uno degli studiosi italiani più preparati e provveduti sul Maestro di Busseto e la sua musica. E non solo. Con una prefazione di Alberto Bevilacqua, «Viva V.E.R.D.I.» esce in occasione del centocinquantenario dell'Unità d'Italia in collaborazione con il Teatro Regio, i Comuni di Parma e di Busseto, e con il contributo di Cepim Interporto di Parma. Del volume, illustratissimo e prezioso parleranno l'autore e Vincenzo Raffaele Segreto. Diviso in otto capitoli molto articolati e in un'Appendice, l'opera di Marchesi attraversa di anno in anno, e di battaglia in battaglia (quelle per l'affermazione della musica e quelle per la realizzazione degli ideali risorgimentali e l'unità della Patria) tutta la vita del Maestro e l'affascinante avventura del suo genio, che, come disse in Senato Antonio Fogazzaro commemorandone la scomparsa il 27 gennaio 1901, fu davvero «sovrano per l'altissimo ingegno, fu sovrano pel magistero dell'arte che in lui, sino alla più tarda vecchiaia, rinnovellava come n una fonte di giovinezza immortale, e fu sovrano finalmente un un insigne primato dell'armonia suprema dell'intelletto e dell'animo...». Gustavo Marchesi, proprio partendo dall'armonia suprema dell'intelletto e dell'animo come disse Fogazzaro, ha raccontato da affabile e informatissimo studioso della personalità e della musica verdiane, lo svolgersi di un'esistenza che partita dal villaggio di Busseto ha invaso il mondo sollevando - a seconda del trascorrere dei tempi e delle mode musicali - ora entusiasmi persino fanatici, ora riserve e dubbi come è accaduto e accade per  tutti gli artisti di questo mondo, anche per i maggiori. Il fatto è - come è stato detto tante volte - che l'arte di Verdi, cioè il suo «far musica» e il suo spontaneo saperla applicare a quello che Marchesi definisce «il suono del Risorgimento», fa nascere «il messaggio di un cittadino della futura Italia», mentre prepara, dal momento del «Nabucco» in poi, la realizzazione di un clima musicale che è anche politico e di accenni politici che sono vere e proprie pagine di grande musica in uno scambio umanissimo di sentimenti e di poesia.  Ha ragione dunque Alberto Bevilacqua quando nella Prefazione scrive che nelle opere di Verdi «risvegli e impulsi di coscienza sbucano e verdeggiano come l'erba di primavera dai selciati della ''Resurrezione'' di Tolstoi». Osservazione quanto mai opportuna, crediamo, perché avvicina l'umanesimo del grande russo alla lirica introspezione del grande italiano, senza soluzione di continuità. Scorrono in quest'alveo che attraversa la parte più tumultuante e tumultuosa dell'Ottocento italiano, i titoli di Verdi, il suo cammino di uomo e di artista che nell'invenzione di musica e parole fonda non solo il tessuto della lirica ma il tema centrale della partecipazione umana alla quale la musica dona le ali del canto. E se Gabriele Baldini aveva intitolato con magnifica precisione il suo libro verdiano «Abitare la battaglia» (1970), oggi Marchesi ripassa l'impeto di essa sino al suo spegnersi non nella rassegnazione ma nella malinconia di un lungo tramonto che si fissa come un limite invalicabile nel rimpianto di Otello: «Oh gloria! Otello fu». Ancora una volta, dunque, il «Viva V.E.R.D.I.» di Marchesi racconta una storia solenne e popolare allo stesso tempo, nazionale e privata, di famiglia e di società; e racconta la storia del nostro tribolatissimo Risorgimento vista dall'angolo visuale del Maestro, dei suoi librettisti, dei suoi amici e dei suoi corrispondenti, e se è vero - come dice lui stesso «che non ho né età né braccio per andare alla guerra», è altrettanto vero che la ragione e la saggezza lo spingono a gridare «Pace, pace» e ancora «Pace, mio Dio!», mentre - osserva Marchesi - «il pessimismo cresce in lui e si riversa anche sulla creazione musicale». Dalla quale svetta «un Requiem di statura dantesca, nel quale risuonano in una travolgente raffigurazione drammatica le sofferenze degli italiani, individuali e collettive che nelle ''camere'' politiche non ottengono sufficiente udienza», scrive ancora Marchesi. E poi «Tutto nel mondo è burla» del «Falstaff», e l'assassinio di re Umberto I a Monza nel luglio del nuovo anno. Ed era già Novecento.
Viva V.E.R.D.I. - Mup, pag. 144,  34,00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

White Lion: i latini a Pilastro

Pgn Feste

White Lion: i latini a Pilastro Foto

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy

Australian Open

Eugenie Bouchard fra tennis e scatti sexy Foto

Acquisto auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

CONSIGLI

Acquistare un'auto nuova: le 6 soluzioni più efficaci

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

30enne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

tg parma

Trentenne parmigiano aggredito e rapinato da una baby gang in centro

5commenti

Il fatto del giorno

Legionella: la rabbia del quartiere Montebello

3commenti

Polizia

Salta il furto di rame nella centrale di Vigheffio: arrestati due romeni

Sequestrato tronchese gigante

7commenti

Incidente Cascinapiano

Filippo sarà vestito da calciatore: a Langhirano il funerale 

Parma

Metano e gpl per auto: arrivano gli ecoincentivi

2commenti

Parma

Rapina in villa a Marore: falsi vigili svuotano una cassaforte

2commenti

Parma

L'odissea di un giardiniere: «Con il mio Euro2 non posso lavorare»

25commenti

Parma

Fa "filotto" di auto parcheggiate in via della Salute Foto

Nei guai un extracomunitario che guidava in stato di alterazione

15commenti

Sport

Il Parma Calcio avrà la gestione dello stadio Tardini per 8 anni

1commento

Fidenza

Meningite, la 14enne è uscita dalla rianimazione: è fuori pericolo

Parla l'infettivologo sul recupero. La madre della ragazza: «Sono felice. Grazie ai medici e a tutti»

Neve e terremoto

Partiti altri mezzi e volontari da Parma per l'Italia centrale Foto

Il Soccorso Alpino è impegnato ad Arquata del Tronto

2commenti

Parma

Camion in fiamme: problemi in tangenziale nel pomeriggio

Tg Parma

Polizia Municipale: festa del patrono all'insegna della lotta al degrado Video

1commento

Parma

Legionella: la causa del contagio resta sconosciuta

Esclusi l’acquedotto pubblico, la rete delle derivazioni dall’acquedotto stesso, l'irrigazione del campo sportivo e gli impianti della "Città di Parma"

6commenti

Calcio

Presentato Frattali, nuovo portiere del Parma Video

Mercato: Faggiano promette sorprese per la settimana prossima

colorno

La messa di don Mazzi per ricordare Filippo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Quei «no» che non sappiamo più dire ai figli

6commenti

EDITORIALE

Un morto nell'Italia dello scaricabarile

di Paola Guatelli

ITALIA/MONDO

Rigopiano

Cinque estratti vivi, cinque ancora da salvare: i soccorsi continuano nella notte

Mondo

Trump: ''Da oggi l'America viene prima'' Video

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato

1commento

SPORT

Sport

MotoGP: tutti i piloti Foto

MERCATO

Evacuo, trattative congelate

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ALFA ROMEO

Stelvio, ci siamo. Il Suv è già ordinabile Fotogallery