Arte-Cultura

Il racconto della domenica - La porta spazio temporale

5

Maria Denis Guidotti
Sono seduta sul terrazzo che s’affaccia sul Lago Trasimeno e mentre combatto con la calura e le zanzare, il mio sguardo si posa sull’angolo del muretto che delimita il ballatoio. I ricordi riemergono prorompenti alla sera in cui abbiamo fatto mattina parlandoci apertamente e sinceramente.
Eravamo arrivate da poco, il pomeriggio l’avevamo passato in un tour turistico alla Rocca Paolini di Perugia dove, saltellando da una saletta all’altra, abbiamo fatto sera ascoltando, in quella del «caminetto», un cantante argentino accompagnato dalla sua sola chitarra in canti multietnici.
Ci aveva riempito il cuore di emozioni incredibili, era riuscito a farci viaggiare nelle varie atmosfere e la sua voce calda e suadente ci aleggiava nelle orecchie come una dolce ninna nanna. Era un momento particolare per te, molte situazioni s’erano intrecciate tra il lavoro, la quotidianità e la famiglia. La serata era incredibilmente tersa: la luna, in breve tempo, si era portata al centro del lago e specchiandosi aveva creato una porta…
L’avevamo definita la «porta spazio temporale» rapite dall’immaginazione, avevamo deciso di entrarci prima che si chiudesse, lasciando fuori le nostre paure.
- Vedi, a volte la vita, il destino, il cielo ci offre una cosa unica, sta a noi scegliere se cogliere l’inaspettata opportunità o lasciarla andare; anche tu Momy, nel tuo caos, hai delle possibilità ma probabilmente non riesci a vederle.
- E’ un periodo che ricevo solo critiche, ho solo negatività, parole cattive, paragoni che si addicono per lo più a una macchina che a una persona. Mi sento sfruttata, oltre ad essere umiliata. Non vado bene a nessuno per quella che sono e che faccio, come puoi tu accettarmi?
- Perché sei unica! Con le tue debolezze mi rendi forte, con i tuoi dubbi mi riconsegni certezze, con le tue umiliazioni mi ridai orgoglio, con i tuoi ferimenti m’infondi volontà. Sei speciale perché sei una persona vera senza costruzioni di vuoti a perdere ma piena di sostanza su cui rilassarsi.
- Ma non è vero! Non è possibile! Solo tu mi vedi così!
- Grazie, allora da oggi ho la certezza di saper vedere lontano.
Ci prendemmo per mano e; prima che la porta si richiudesse, ci rimettemmo sul muretto del ballatoio e senza neppure rendercene conto era giunta l’alba. Ripenso a quanta strada sei riuscita a fare da quella sera, alle occasioni che con decisione hai voluto fare tue e con quanta determinazione hai affrontato le negatività.
Dolce Momy, non è da tutti riuscire ad essere se stessi anche nei momenti di sconforto! Hai messo a nudo le tue debolezze e le tue paure con una sincerità mostruosa, per questo ti riconosco la grande umanità e sensibilità. Con grande rispetto sei sempre stata disponibile a donare un po’ delle tue conoscenze, andandotene in punta di piedi e rispettando chi, diversamente da te, non voleva proseguire nel dibattito.
Sul lavoro e nell’amicizia, hai considerato chi avevi innanzi umanamente paritetico a te, rispettandolo e motivandolo, là dove lo ritenevi opportuno.
Non mi hai mai fatto mancare il tuo sorriso, anche se i tuoi problemi erano più propensi a vederti presa dallo sconforto. Con una scusa banale non hai mai fatto passare un giorno senza che ricevessi il tuo saluto; e quando ho avuto bisogno, tu, Momy eri lì accanto a me. Il tuo grande cuore ti ha sempre portato a dare tutto come se la tua disponibilità e la tua presenza fossero le cose più scontate ed ovvie di questo mondo.
Sei meravigliosa Momy perché riesci a regalare parte della tua unicità senza pretese, questo non è da poco. Condividere la tua persona è stato per me un grande momento di crescita emotiva: mi hai lasciato la possibilità di essere me stessa, coi miei limiti e i miei errori, mi hai sempre rispettata ed affettuosamente accompagnata a valutare strade alternative, forse più faticose ma sicuramente cariche di soddisfazioni.
La tua vitalità e la tua impetuosità mi hanno spronato, là dove, da sola, non avrei mai pensato di concretizzare qualcosa.
Ormai tediata da queste zanzare, con gli occhi che si rasserenano al meraviglioso tramonto sul lago, rivolgo un pensiero a te, cara Momy, consapevole che il gioco di quella sera ci abbia regalato un estensione della nostra profonda amicizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • claudio

    08 Novembre @ 18.57

    Breve, sintetico , hai descritto i tuoi sentimenti , il tuo carattere , dolce ma risoluto. C'è senz'altro dell'autobiografico. Complimenti Denis..........continua a farci sognare .

    Rispondi

  • Lorenzo

    07 Novembre @ 17.06

    Questa è la prima volta che leggo un racconto della Guidotti e devo dire che mi ha interessato....devo essere sincero non sono un gran lettore però una persona a cui tengo tanto me l'ha consigliato e mi ha colpito molto. Io, da questo racconto ho capito che nonostante tutti i problemi che si pongono le uniche persone o che si pone il mondo sulla vita di oggi bisogna saperli affrontare e cercare di andare avanti con il cuore "aperto" e con un sorriso sulle labbra e di mantenere validi i valori come l'amicizia e l'amore.

    Rispondi

  • paolo violi

    07 Novembre @ 11.41

    piacevole la forma, profondo e toccante il contenuto! complimenti a chi l'ha espresso e chi l'ha ispirato

    Rispondi

  • Leonardo

    06 Novembre @ 14.15

    Racconto breve, ma ricco di contenuti, esprimente un messaggio molto profondo, attraverso un'accuratezza lessicale e morfosintattica curata e insolita. Scorrevole e moralmente utile anche per l'interiorità quotidiana di qualsiasi persona.

    Rispondi

  • Barbara

    06 Novembre @ 13.52

    Ancora una volta ho letto il racconto della Guidotti con estremo piacere. Questo racconto ci insegna che nonostante i problemi che la vita ci pone davanti ,bisogna saperli affrontare nel miglior modo possibile regalando un sorriso con il cuore; certi del valore dell'amicizia.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bob Dylan: suo discorso sarà letto a cerimonia Nobel

10 dicembre

Nobel, sarà letto il discorso di Dylan. E canterà Patty Smith

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente"

Maria Schneider e Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi"

Cinema

Bertolucci: "In Ultimo tango la Schneider non era consenziente" Video

2commenti

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Incidente a Collecchio

Incidente a Collecchio

Incidente

Scontro auto-camion in tangenziale a Collecchio: ferita un'anziana

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

Referendum

Il No vince con il 59,11% in Italia, nel Parmense ottiene il 52,63%

5commenti

Curiosità

Al seggio col colbacco del «no»

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Parma Calcio

D'Aversa alle prese con le prime scelte. Stasera il tecnico sarà a Bar Sport su TvParma

Si attende la firma di Vagnat i - Parma-Bassano 1-1 Gli highlights

tg parma

Pizzarotti: "Referendum, a Parma debole il movimento per il No" Video

2commenti

POLFER

Bimba smarrita, poliziotta le fa da mamma

Salsomaggiore

Squilli di tromba al funerale di Lorenzo, ucciso da una malattia a 15 anni

tg parma

Ventenne travolto a Lemignano: è in Rianimazione Video

QUESTURA

Bici rubate trovate al parco Falcone e Borsellino: qualcuno le riconosce? Foto

1commento

Omicidio Della Pia

La madre di Alessia: «Mia figlia? E' stata dimenticata»

1commento

tg parma

Università e impresa: 52 premi agli studenti meritevoli Video

LA STORIA

Suor Assunta, una vocazione nata sulla spiaggia

comune

Il parco ex Eridania sarà "Parco della Musica"

RICERCA

I terremoti si possono prevedere? Ecco a che punto siamo

Parla l'esperto. La nuova frontiera? Imparare a leggere i segnali prima delle scosse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Ci sarebbe, magari, un "grazie" da dire

di Michele Brambilla

8commenti

IL DIRETTORE RISPONDE

La verità può nascondersi ma c'è

ITALIA/MONDO

Referendum

Anziano vota e muore al seggio a Marina di Carrara

referendum

Pelù denuncia: "Ho avuto la matita cancellabile". Ma ecco perché è valida

4commenti

SOCIETA'

USA

Sente un tonfo e va in soffitta: c'è il cadavere del nipote scomparso da 2 anni

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

12commenti

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

lega pro

La Reggiana (con Pordenone e Venezia) prende il largo. Parma a 7 punti dalla vetta

4commenti

MOTORI

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)