-3°

Arte-Cultura

La Gioconda era un travestito, Leonardo gay discreto

La Gioconda era un travestito, Leonardo gay discreto
Ricevi gratis le news
1

Aurora Bergamini/Ansa

La Gioconda era un travestito: è la sentenza shock di una ricercatrice francese, Sophie Herfort, che ha pubblicato un libro proprio in coincidenza con la grande mostra aperta a Londra su Leonardo da Vinci. Se la Gioconda fosse davvero Lisa Ghedini, la moglie di Francesco del Giocondo, allora perchè il dipinto non è mai appartenuto a quest’ultimo? E perchè tra gli appunti del grande genio del Rinascimento non viene mai menzionato nè questo quadro nè chi lo ha commissionato? E ancora, perch‚ il maestro toscano non si è mai voluto separare dal ritratto di Monna Lisa tanto da portarlo con sè in Francia, alla corte di Francesco I? A porsi queste domande è Sophie Herfort, giovane professoressa e ricercatrice in Scienze dell’arte all’Universit…' Sorbona di Parigi, nel libro appena uscito oltralpe per le edizioni Michel Lafon, 'Le Jocond’ (Il Giocondo), risultato di quattro anni di ricerche, tra Francia, Italia e Stati Uniti.
 
Salai, alias Gian Giacomo Caprotti, giovane allievo e musa di Leonardo, per la Herfort non fu semplicemente il modello della tavola, come aveva già ipotizzato il ricercatore italiano Silvano Vinceti, per la somiglianza nei tratti del volto tra il San Giovanni Battista (che ricorda appunto la fisionomia di Salai) e la Gioconda. Ne fu anche il vero soggetto. Era proprio lui che Leonardo si era divertito a rappresentare: il suo amante, vestito da donna, ovvero con quegli stessi abiti femminili, tra mantelline di pelliccia e autoreggenti rosa, che Salai indossava di solito fra le mura domestiche. Il quadro venne poi ulteriormente «femminilizzato», con il velo sui capelli e un decolletè più accentuato, per paura della censura: «al tempo l’omosessualità era punita con il rogo - spiega all’ANSA la Herfort – e Leonardo era scampato nel 1477 una condanna per atti immorali per avere partecipato a una sodomia di gruppo con altri artisti». Non fu infatti Leonardo, «un omosessuale discreto» come lo definisce la ricercatrice, a dare il titolo all’opera, ma lo storico Giorgio Vasari, solo dopo la morte dell’artista, facendo una serie di considerazioni e correlazioni «del tutto discutibili e confutabili».
 
«L'amore folle e incondizionato di Leonardo da Vinci per il suo giovane assistente sono all’origine di una delle opere più celebri, ammirate e controverse della storia di tutti i tempi - afferma l’autrice – Le illustrazioni, gli schizzi preparatori e le corrispondenze private del genio italiano non lasciano spazio al dubbio: la Gioconda non è una donna. Quello che noi identifichiamo come l’ideale della bellezza femminile è un travestito».
 
Leonardo conobbe per caso Salai il 22 luglio del 1490 a Oreno di Vimercate, alle porte di Milano, mentre cercava, in quanto pittore alla corte Ludovico Maria Sforza, il cavallo perfetto da scolpire in onore di un potente condottiere milanese. Rimase ammaliato dalla bellezza di questo ragazzino che lavorava tra le vigne – all’epoca aveva solo 10 anni, mentre Leonardo ne aveva 38 – e lo comprò per un pugno di fiorini. Fu il suo benefattore per i trent'anni a venire: lo ospitò a casa sua, lo fece lavorare per lui e diventò la sua musa universale, diavolo e angelo, dalla bellezza androgina, che racchiudeva in sè il femminile e maschile, la figura ideale. E soprattutto lo amò alla follia, gli concesse tutti i capricci (Salai era spendaccione e goloso, osserva l’autrice), Quando nel 1516
Leonardo, sessantenne, venne chiamato come pittore ufficiale alla corte di Francesco I, l’allievo irriverente, avendo già ottenuto la sua parte di eredità, non si sent obbligato a seguirlo. «Ma Leonardo che era ossessionato dal suo amante, portò con sè la Gioconda e il San Giovanni Battista – conclude la Herfort – così Salai, il suo sguardo, il suo sorriso, continuarono a seguirlo».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gialloeblu

    07 Novembre @ 21.34

    Bhè bisogna informare anche di questo.....

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La top 7 delle bellezze da cinepanettone: Belen Rodriguez

L'INDISCRETO

La top 7 delle bellezze da cinepanettone

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande sfida degli anolini

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

di Chichibìo

9commenti

Lealtrenotizie

“A Parma 18 milioni di euro per i progetti del Bando Periferie”

COMUNE

A Parma 18 milioni di euro per riqualificare le periferie. Ecco i sei progetti

La firma a Roma con Gentiloni. Soddisfatti il sindaco Pizzarotti e l'assessore Alinovi

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

ANTEPRIMA GAZZETTA

I punti critici della Massese. La situazione una settimana dopo la morte di Giulia

REGIONE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: 55 milioni di euro per il Parmense

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

1commento

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

parmacotto

Bimbi, tutti a "scuola di cotto" Fotogallery

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

1commento

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Treno deraglia e finisce sulla superstrada: almeno sei morti

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Milan in ritiro fino a data da definirsi

SOCIETA'

Libano

L'assassino della diplomatica inglese è un autista di Uber

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento