18°

Arte-Cultura

Vita, vertigine del colore

Vita, vertigine del colore
0

di Manuela Bartolotti

Il colore grida incastrato nelle forme, conteso dai segni che si aprono come ferite slabbrate sulla carta, sulla tela. E’ finita l’armonia di Matisse, la danza delle tinte nelle campiture sinuose come abbracci. Il mondo è un vaso infranto e ha pezzi che combaciano male; l’uomo appare distorto, stretto in linee secche, graffiate, oppure ridotto a ritagli essenziali deformati da turbamenti dell’inconscio.
Quello che Van Gogh e Gauguin avevano manifestato in maniera tanto inconsapevole quanto rivoluzionaria, viene ad essere il fondamento teorico per l’arte del XX secolo, «Die Brücke», il ponte verso un nuovo modo d’intendere ed esprimere la realtà. Dall’impressione di Monet, Renoir, Pissarro, dalla riproduzione visiva, atmosferica, ottica, si passa all’«espressione», quindi non a quello che effettivamente cade sotto ai nostri sensi (percezione sensibile, oggettiva, addirittura scientifica per i Divisionisti francesi), ma alla visione interiore, ai colori della coscienza. 
Questa deflagrazione incontenibile d’ emozioni – dal nucleo più intimo dell’esistenza - scardina tutte le regole prospettiche, anatomiche, compositive. Il quadro comincia a sentire il limite della cornice così che la pittura si fa più materica oppure, al contrario, fortemente sintetica, dalle forme contratte, pregnanti. Quando non c’è lo stordimento cromatico, ecco che l’energia si raggruma nel disegno come nelle sculture o nei graffiti primitivi. 
Ogni tratto sembra l’estremo di un dolore, di una solitudine tanto opprimente quanto inesorabile. E’ Munch il maestro lontano dell’angoscia moderna, ma gli espressionisti puri, autoproclamatosi come tali nascono nel 1905 in Germania a Dresda e hanno nomi duri come le loro opere: Ernst Ludwig Kirchner, Erich Heckel, Karl Schmidt Rottluff, Otto Mueller, Max Pechstein, Emil Nolde, quest’ultimo forse il meno caustico e più poetico nella predilezione per il paesaggio e nell’impareggiabile suggestione cromatica. In Francia ci provarono contemporaneamente (sempre 1905) «i Fauves», le «Belve», ma dovevano essere infine i tedeschi – per indole e per storia – a rivoltare l’essere, a osare l’attraversamento audace di quel ponte gettato da Van Gogh, da Munch, da Lautrec. 
Nella mostra «Espressionismo» a Villa Manin di Passariano di Codroipo (Udine), provenienti dal Brücke-Museum di Berlino, fino al 4 marzo 2012 si possono vedere i capolavori di tutti questi «Icaro» proiettati verso il sole del vero – Sole, da oscuro pozzo erompe, scriveva Georg Trakl, in un verso che è quasi proclama per la nuova arte - , dove i profili, le apparenze, i veli più accattivanti si bruciano, e, come nelle xilografie (non a caso tecnica molto apprezzata da tali artisti), restano solo le strutture dei corpi, gli scheletri dell’anima, la consapevolezza scarnificante della vanità. Allora ci si può lasciare travolgere dalle tinte aggressive, oppure precipitare nel gorgo d’alterni stati d’animo che questa pittura sollecita. 
Al vedere si sostituisce il sentire. E non ci sarà più un solo possibile punto di vista, ma infiniti. Certo che paiono assurdi un cielo giallo, un fiume rosso, una strada blu e non sono così brulicanti di colore i nostri giorni e le notti, i panorami e le figure. Ma li sono nei ricordi, negli incubi, nei sogni, nell’altrove senza fine che ci portiamo dentro. O fuori, nell’arte. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il sabato sera al Colle: sorrisi e...bellezze

feste e giovani

Il sabato sera al Colle: sorrisi e...bellezze Gallery

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano

gossip

"Kim Kardashian ha la cellulite": è bufera, 100mila fan la abbandonano Foto

3commenti

caclio donne

spagna

Le ragazze che fanno la storia: hanno stravinto il campionato dei maschi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

CHICHIBIO

"Le scalette", il gusto dolce della carne e del pesce

di Chichibio

4commenti

Lealtrenotizie

Coltello alla gola: pusher rapina una ragazza

Criminalità

Coltello alla gola: pusher rapina una ragazza

Il caso

Ladri in camera da letto: coppia narcotizzata

Lega Pro

Il Parma non sa più vincere

Musica

The Cage, concerto con sorpresa: le chiede la mano

Intervista

Lo scomparso ritrovato: «Ero stanco e preoccupato»

Fidenza

Massari: «Il nostro bilancio? Più cantieri, meno debiti»

PALANZANO

Una rete per lanciare il turismo

Inchiesta

«I profughi? Li ospitiamo a casa»

0-0 a teramo

Parma 1 punto avanti al Pordenone, obbligati a vincere il derby  Foto

Frattali: "Parata decisiva? Era ora". Scavone: "Il mio gol? Era regolare" (Video: le interviste) - Le altre partite (Pordenone e Padova hanno perso)

2commenti

INCIDENTE

Gli amici sotto choc per la morte di Andrea: "Endurista dal cuore generoso"

Paura a bedonia

Ventenne cade con la moto: arrivano il soccorso alpino e l'elisoccorso

teramo-parma 0-0

D'Aversa: "Ci manca il gol? Non è un periodo felice. Comunque buona gara" Video

1commento

roccabianca

Ritrovato il 50enne scomparso: era al Pronto soccorso

promozione

Festa Pallavicino: è promosso in Eccellenza Gallery

sorbolo

Filmate le gare in scooter a mezzanotte. Il sindaco: "Ora convochiamo i genitori" Video

3commenti

musica e cultura

A Parma l'opera scende in piazza (per riqualificare l'Oltretorrente)

L'idea di una soprano islandese

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Perché ci sono sempre meno preti

1commento

EDITORIALE

Gli assassini impuniti e lo Stato impotente

di Paola Guatelli

3commenti

ITALIA/MONDO

politica

Primarie Pd: in Emilia Romagna alle 17 hanno votato in 163.899. Le foto di Parma

3commenti

milano

Pirata della strada tradito da una telefonata a casa: "Sono in ospedale"

1commento

WEEKEND

meteo

Weekend col sole. Ma il 1° maggio è "ballerino" Le previsioni

il disco

Caravan, i 45 anni di Waterloo Lily

SPORT

formula 1

Gp di Russia: vince la Mercedes (di Bottas.) Le due Ferrari sul podio

serie a

"Buu" razzisti a Cagliari: Muntari abbandona il campo Gallery

MOTORI

Economia

E' Fiesta l'auto piu' venduta d'Europa Video

GOLF E UP!

Volkswagen, niente Iva sulle elettriche

1commento