-3°

Arte-Cultura

"Il tesoro dell'impero bizantino? Vicino al Petitot"

"Il tesoro dell'impero bizantino? Vicino al Petitot"
Ricevi gratis le news
0

di Luca Pelagatti
I l Codice da Vinci in confronto è una barzelletta di Pavlè. Che volete mettere i Templari col tesoro dell'imperatore bizantino? Ma soprattutto volete paragonare il Louvre col Tardini? O Parigi con barriera Farini? Ecco perchè Dan Brown si morde le dita. E si maledice per non avere preso casa con vista sul Petitot.
A insegnargli il mestiere un fantomatico Francis C. Pelagatti (nessun legame con l'autore di questo articolo) che negli ultimi giorni ha inondato la città di lettere. Indirizzate a perfetti sconosciuti  che, però, confidenzialmente chiama «cari amici». Questo Pelagatti nella sua missiva si presenta come un parmigiano «strajè» a New York che in uno dei suoi periodici ritorni «patriottici» ha  notato strani personaggi «forse di origine araba» che «esplorano gli spazi verdi della città con apparecchi rivelatori di metalli». «In alcuni casi sono andati oltre scavando buche profonde, poi ricoperte», prosegue l'autore della lettera. Che non si nega nulla, e in pieno tripudio da thriller, racconta di avere visitato personalmente queste voragini e di avere fatto una indagine. Grazie anche un evanescente amico. E così questi Holmes e Watson con sapore di  anolini hanno scoperto cosa stanno cercando a Parma gli arabi coi metal detector: l'immenso tesoro dell'Esarca, ovvero il cassiere dell'imperatore bizantino. Che nell'anno 567 in fuga dai Longobardi avrebbe scavato una buca nascondendo una fortuna.
A questo punto chiunque scuoterebbe la testa. E archivierebbe la lettera nella differenziata. Ma l'autore consapevole di questo gioca  un nuovo asso di briscola. Che rende il tutto non meno improbabile: ma ancora più suggestivo. Questa caccia al tesoro dei silenziosi arabi sarebbe nata infatti da quando è  stato pubblicato il libro di uno scrittore mediorientale, «I fiori del giardino di Allah», che svela appunto la vicenda del tesoro nascosto. Spiegando anche dove si troverebbe. O meglio: dove si trovava nell'anno del Signore 567 quando a Parma si scontravano eserciti. Mentre ora si sfidano calciatori. «Il punto dove sta il tesoro è nelle aree comprese tra via Zarotto e via Torelli. E ci vuol poco ad accorgersi che in quella zona c'è anche  lo stadio Tardini. Ed è proprio qui intorno che gli arabi andranno a scavare in massa nelle prossime notti», svela quindi lo strajè che aggiunge di essere anche andato a portare la preoccupante novella in Comune. Dove però, guarda caso,   non l'hanno preso sul serio. Le farneticazioni di un mitomane? Può darsi. Ma una cosa è certa. Il libro citato esiste per davvero: e da pagina 332 in poi, con una inquietante serie di citazioni e riferimenti, il ponderoso tomo parla proprio di Parma, del tesoro e di una buca. Scavata a 2200 passi da «porta Pidocchiosa». E questo è il nome che nel Medioevo si dava alla porta che corrisponde oggi a  barriera Farini. Non solo: l'autore del libro, che usa uno pseudonimo per proteggersi dalle vendette degli integralisti islamici, prosegue spiegando che negli anni '50 sulle tracce del tesoro gli arabi sono arrivati  fino alla villetta di un certo dottor  M.. Che nell'orto coltivava zucche sopra il tesoro. «La casa, una piccola villetta di color rossastro con un cancello verde, aveva sul retro un garage e un orto di due o trecento metri quadrati ed è stata in seguito acquistata da una nuova proprietaria,  una certa signora C., di mestiere insegnante: suo marito viaggiava per lavoro e in casa ospitavano il padre di lui e la madre di lei, vedovi».
Tutto chiaro insomma: il tesoro di Bisanzio è sepolto a due passi dal Tardini, ombre silenziose con baffoni e occhi di brace  si aggirano per Parma col buio fiutando sotto terra, il Comune sa ma non si attiva per trovare l'oro. E un parmigiano trapiantato nella «Grande Mela» insieme a uno scrittore mediorientale erano gli unici che sapevano tutto. Adesso   anche voi sapete. E converrete che in confronto il «Codice da Vinci» è una bazzecola. Il sedicente «Pelagatti da New York» conclude suggerendo al Comune e al Parma di iniziare a scavare («Il tesoro bizantino potrebbe equivalere a 6 o 7 Finanziarie»). Resta da vedere se accetteranno il suggerimento. Intanto sembra che, da quando le lettere hanno cominciato ad arrivare, in città i negozi che vendono pale abbiamo iniziato a fare affari d'oro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La top 7 delle bellezze da cinepanettone: Belen Rodriguez

L'INDISCRETO

La top 7 delle bellezze da cinepanettone

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande sfida degli anolini

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

di Chichibìo

9commenti

Lealtrenotizie

“A Parma 18 milioni di euro per i progetti del Bando Periferie”

COMUNE

A Parma 18 milioni di euro per riqualificare le periferie. Ecco i sei progetti

La firma a Roma con Gentiloni. Soddisfatti il sindaco Pizzarotti e l'assessore Alinovi

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

REGIONE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: 55 milioni di euro per il Parmense

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

1commento

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

parmacotto

Bimbi, tutti a "scuola di cotto" Fotogallery

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

STATI UNITI

Treno deraglia e finisce sulla superstrada: almeno sei morti

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Milan in ritiro fino a data da definirsi

SOCIETA'

Libano

L'assassino della diplomatica inglese è un autista di Uber

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento