10°

17°

Arte-Cultura

"Il tesoro dell'impero bizantino? Vicino al Petitot"

"Il tesoro dell'impero bizantino? Vicino al Petitot"
Ricevi gratis le news
0

di Luca Pelagatti
I l Codice da Vinci in confronto è una barzelletta di Pavlè. Che volete mettere i Templari col tesoro dell'imperatore bizantino? Ma soprattutto volete paragonare il Louvre col Tardini? O Parigi con barriera Farini? Ecco perchè Dan Brown si morde le dita. E si maledice per non avere preso casa con vista sul Petitot.
A insegnargli il mestiere un fantomatico Francis C. Pelagatti (nessun legame con l'autore di questo articolo) che negli ultimi giorni ha inondato la città di lettere. Indirizzate a perfetti sconosciuti  che, però, confidenzialmente chiama «cari amici». Questo Pelagatti nella sua missiva si presenta come un parmigiano «strajè» a New York che in uno dei suoi periodici ritorni «patriottici» ha  notato strani personaggi «forse di origine araba» che «esplorano gli spazi verdi della città con apparecchi rivelatori di metalli». «In alcuni casi sono andati oltre scavando buche profonde, poi ricoperte», prosegue l'autore della lettera. Che non si nega nulla, e in pieno tripudio da thriller, racconta di avere visitato personalmente queste voragini e di avere fatto una indagine. Grazie anche un evanescente amico. E così questi Holmes e Watson con sapore di  anolini hanno scoperto cosa stanno cercando a Parma gli arabi coi metal detector: l'immenso tesoro dell'Esarca, ovvero il cassiere dell'imperatore bizantino. Che nell'anno 567 in fuga dai Longobardi avrebbe scavato una buca nascondendo una fortuna.
A questo punto chiunque scuoterebbe la testa. E archivierebbe la lettera nella differenziata. Ma l'autore consapevole di questo gioca  un nuovo asso di briscola. Che rende il tutto non meno improbabile: ma ancora più suggestivo. Questa caccia al tesoro dei silenziosi arabi sarebbe nata infatti da quando è  stato pubblicato il libro di uno scrittore mediorientale, «I fiori del giardino di Allah», che svela appunto la vicenda del tesoro nascosto. Spiegando anche dove si troverebbe. O meglio: dove si trovava nell'anno del Signore 567 quando a Parma si scontravano eserciti. Mentre ora si sfidano calciatori. «Il punto dove sta il tesoro è nelle aree comprese tra via Zarotto e via Torelli. E ci vuol poco ad accorgersi che in quella zona c'è anche  lo stadio Tardini. Ed è proprio qui intorno che gli arabi andranno a scavare in massa nelle prossime notti», svela quindi lo strajè che aggiunge di essere anche andato a portare la preoccupante novella in Comune. Dove però, guarda caso,   non l'hanno preso sul serio. Le farneticazioni di un mitomane? Può darsi. Ma una cosa è certa. Il libro citato esiste per davvero: e da pagina 332 in poi, con una inquietante serie di citazioni e riferimenti, il ponderoso tomo parla proprio di Parma, del tesoro e di una buca. Scavata a 2200 passi da «porta Pidocchiosa». E questo è il nome che nel Medioevo si dava alla porta che corrisponde oggi a  barriera Farini. Non solo: l'autore del libro, che usa uno pseudonimo per proteggersi dalle vendette degli integralisti islamici, prosegue spiegando che negli anni '50 sulle tracce del tesoro gli arabi sono arrivati  fino alla villetta di un certo dottor  M.. Che nell'orto coltivava zucche sopra il tesoro. «La casa, una piccola villetta di color rossastro con un cancello verde, aveva sul retro un garage e un orto di due o trecento metri quadrati ed è stata in seguito acquistata da una nuova proprietaria,  una certa signora C., di mestiere insegnante: suo marito viaggiava per lavoro e in casa ospitavano il padre di lui e la madre di lei, vedovi».
Tutto chiaro insomma: il tesoro di Bisanzio è sepolto a due passi dal Tardini, ombre silenziose con baffoni e occhi di brace  si aggirano per Parma col buio fiutando sotto terra, il Comune sa ma non si attiva per trovare l'oro. E un parmigiano trapiantato nella «Grande Mela» insieme a uno scrittore mediorientale erano gli unici che sapevano tutto. Adesso   anche voi sapete. E converrete che in confronto il «Codice da Vinci» è una bazzecola. Il sedicente «Pelagatti da New York» conclude suggerendo al Comune e al Parma di iniziare a scavare («Il tesoro bizantino potrebbe equivalere a 6 o 7 Finanziarie»). Resta da vedere se accetteranno il suggerimento. Intanto sembra che, da quando le lettere hanno cominciato ad arrivare, in città i negozi che vendono pale abbiamo iniziato a fare affari d'oro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

1commento

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

24commenti

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" del Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro