Arte-Cultura

Urss, quando l'arte era propaganda

Urss, quando l'arte era propaganda
Ricevi gratis le news
0

 Edda Lavezzini Stagno

 

Le iniziative culturali 2011 per testimoniare le relazioni tra Russia e Italia stanno finendo. Il programma ricco di eventi, si conclude al Palazzo delle Esposizioni di Roma con due mostre, «Realismi Socialisti. Grande Pittura Sovietica 1920 – 1970» e «Aleksander Rodcenko», fino all’8 gennaio.    La rassegna sulla pittura sovietica dal 1920 al 1970 è un’ occasione per conoscere l’avanguardia russa del Novecento. Per la prima volta le opere più importanti, realizzate nel periodo di egemonia della dottrina socialista, escono dalla Russia.                        La mostra segue la pittura del Realismo socialista dalle ultime fasi della Guerra civile all’avvio della stagione brezhneviana, fermandosi all’apertura degli anni settanta. Le tele, quasi tutte di dimensioni gigantesche, esprimono una grande energia creativa, e sono tra le più significative di artisti ufficialmente riconosciuti, sia d’epoca stalinista che degli anni del «disgelo» chrusceviano e del successivo periodo di stagnazione. La guerra fredda impedisce di farli conoscere in Occidente, ma come per il Deineka, grande maestro sovietico della modernità, proveremo curiosità e attrazione per loro; di fronte ad alcune opere, diciamolo pure, anche un po’ di turbamento. «L’ordine di attacco» di Peter Suchmin, «Morte del commissario» di Petrov- Vodkin, «Invalidi di guerra» di Jurij Pimenov e «La difesa di Pitrogrado» di Deineka sono capolavori nei quali si alternano divise grigio-verde, sfilate di militari che imbracciano i fucili e feriti col terrore sul volto. E’ il periodo della guerra civile 1918-1921. Nel «Bolscevico» di Boris Kustodiev, un enorme sbandieratore sovrasta una folla di tanti piccoli manifestanti, immagine simbolica che riduce in termini fiabeschi i processi rivoluzionari. 

L’allestimento, in ordine cronologico, propone tele celebrative dei vari congressi di partito, ritratti sostenitori di Stalin come «Guida, maestro e amico» di Grigoij Segal, immenso olio nel quale Stalin presiede il II Congresso dei Contadini nel febbraio 1935. Nel dipinto, «Formula del proletariato di Pietrogrado» Pavel Filonov dimostra l’audace e inimitabile tentativo di rappresentare l’eroe proletario nella sua trasparente purezza. Kazimir Malevic si distingue per la maestosità dei personaggi che spesso ricordano i volti degli apostoli; nelle due «Teste di contadino», le reminiscenze cristiane sono evidenti. Per completare il panorama della stagione creativa e intellettuale, conosciuta come «avanguardia russa», bisogna passare alla seconda mostra del Palaexpo, alla retrospettiva dedicata a Aleksandr Rodcenko, nato a San Pietroburgo nel 1891 e morto nel 1956 in una Russia diventata Unione Sovietica.      Nella rassegna romana, più di trecento opere tra fotografie, fotomontaggi e stampe ripercorrono l’attività dell’artista. Pittura, design, teatro, cinema, grafica sono i campi in cui si cimenta Rodcenko prima di approdare definitivamente alla fotografia nella quale introduce i principi del costruttivismo, corrente artistica che rifiuta l’arte borghese per la ricerca di un linguaggio aperto alla tecnologia, alla meccanica industriale, all’architettura. Come fotografo Rodcenko è noto per gli scatti sulla Mosca degli anni venti, per le immagini legate al mondo dello sport e del circo. Trasforma la fotografia documentaria in arte. In modo semplice e diretto fotografa la madre, la moglie, conoscenti e amici tra i quali Vladimir Majakoskij. Spesso vediamo nei ritratti il volto di Lilja Brik, compagna di Majakovskij, in fotomontaggi per illustrare poemi del suo compagno o mentre fa pubblicità a una casa editrice. «La ragazza con la Leika», del 1934, che rappresenta una giovane vestita di bianco, la Leika sul grembo, vista attraverso una grata di luci e di ombre è un capolavoro. Nel catalogo Skira è riportato un ricordo di Varvara Rodcenko, che descrive il padre nei momenti di lavoro, in situazioni politicamente difficili, o mentre prende il sole da un balcone della loro casa nella quale il maestro prepara il tè per la famiglia o tutti insieme giocano a mahjong. Nel catalogo Alexsandr Lavrent’ev scrive che «Rodecenko cercò di essere onesto nelle immagini di reportage, evitando in generale l’artificio della messa n scena». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

2commenti

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene,la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo

parmense

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2

Sommerso anche il cortile della Reggia

1commento

maltempo

Emergenza elettricità: continuano le segnalazioni di black-out

1commento

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

3commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

7commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

28commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

AVEVA 46 ANNI

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno  

1commento

ITALIA/MONDO

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

austria

Esplosione impianto di gas: interrotto il flusso tra Russia e Italia. Calenda: "Oggi stato d'emergenza"

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

4commenti

Sport USA

NBA, altro infortunio per Gallinari

SOCIETA'

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS