Arte-Cultura

Il segreto della camera oscura

0

di Francesca Carlucci
Tra  le cose dimenticate che erano venute fuori c’era la sua tesi di laurea in psicologia. Luciana l’aveva appoggiata simbolicamente in cima alla pila del materiale che aveva deciso di portare via con sé.. Centodieci e lode per quasi duecento pagine sui comportamenti indotti.  Non un astro nascente era stata, però, ma una meteora che era andata a spiaccicarsi nella plaga del matrimonio. Ma in poco tempo suo marito Massimo, un architetto, non le aveva più chiesto di pensare, di comunicare, di esistere …Erano cominciati i tradimenti. E con i tradimenti erano arrivati  il chioccolio delle scuse sempre diverse e sempre uguali, lo stridio delle menzogne, la grandine delle umiliazioni. Guardò l’orologio ed in quello stesso istante udì il campanello del videocitofono, al cancello, e nel monitor delle telecamera vide avanzare per il vialetto l’ultima fiamma di suo marito, la più volitiva, la più tenace.   Tanto volitiva e tanto tenace da chiederle infine, fra truci minacce e patetica insistenza, un incontro chiarificatore. Le  favorite di Massimo erano sempre state incolori ed efebiche, quasi androgine, opposte a lei, almeno com’era stata… Si domandò se questa non fosse stata l’indicazione d’un’omosessualità sommersa. Avrebbe anche potuto essere uno studio interessante, osservò, e intanto andava ad aprire il portoncino d’ingresso della villa, entusiasticamente progettata un tempo come nido d’amore  inviolabile. «Si accomodi, prego», invitò.
Ma l’altra ringhiò un diniego e  subito la fronteggiò, spavalda. «Vattene!», intimò la visitatrice. Luciana sapeva che si chiamava Iole e s’era fatta una gavetta da schifo strisciando d’ufficio in ufficio in un’azienda dei dintorni. «Sto andandomene, infatti», rispose pacata ed accennò col mento alle due valigie ai piedi dello scalone. «Lascialo!» stridette Iole. «Ti diverti a farlo soffrire, a non mollarlo. Ti diverti a farci soffrire tutti e due»! Infilò la destra nella borsetta con una mossa resa goffa dalla rabbia e le puntò un revolver al petto. Luciana sapeva che aveva frequentato un corso di tiro a segno. «Sbagli», le disse. «Non sono io a trattenerlo». Ignorando l’arma andò verso il sécrétaire, si chinò a estrarre una fotografia e la mostrò tenendola davanti a sé. Iole tentennò poi allungò una mano e la prese. Eccolo là, Massimo, e proprio nel loro ristorantino sul mare, teneramente abbracciato ad una ragazza bionda e sorridente, d’una bellezza assoluta, abbagliante. «Chi è?» farfugliò Iole col pianto in gola. «So solo che è polacca e lavora in un night». La ragazza la guardò disperata.
Luciana allargò le braccia in quello che  poteva sembrare un gesto complice di comprensione.
«Sorry» mormorò, ma l’altra non intese la micidiale ironia.  Forse anche perché si udiva un’automobile avanzare per il vialetto. «E’ lui?» domandò Iole, gli occhi sbarrati, un velo di saliva alla bocca. Luciana annuì e la ragazza corse fuori. Uno, due, tre, quattro, cinque colpi e tutti conficcati nel fragore del parabrezza infranto, sovrastando il breve sbandare delle ruote  e il cozzo dell’auto, infine, contro le fioriere. Iole rientrò barcollando.  Luciana pensò freddamente al sesto colpo ancora nel caricatore e a certi passi folgoranti della sua brillantissima tesi di laurea. Nuovamente, la ragazza le puntò contro il revolver. Piangeva e rantolava frasi indistinguibili. Poi ripiegò il braccio teso, si appoggiò la canna alle labbra tremanti, aprì la bocca... Luciana osservò l’arazzo persiano del XVI secolo costellarsi d’un’esplosione di chiazze scarlatte e poi d’una scia quasi nera che l’oscurò dal centro alla base. Raccolse la foto e l’accartocciò nella mano, poi compose rapidamente il 112 e fece in modo che la voce le s’incrinasse un attimo mentre annunciava la tragedia. Molte cose sarebbero cambiate, in quella casa: si sarebbe sbarazzata della veranda liberty sul retro, del gazebo vicino alla piscina, della camera oscura…Anche di quella, sì. Pure se là dentro aveva imparato a fare tante cose utili e interessanti: foto in bianco e nero, foto a colori, e soprattutto, ultimamente, persino fotomontaggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Kim Kardashian divorzia?

Gossip

Kim Kardashian divorzia?

ManìnBlù: "Questa canzone"

singolo prenatalizio

ManìnBlù, il nuovo singolo: "Questa canzone" Video

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger

Mick Jagger

New York

E' nato l'ottavo figlio di Mick Jagger Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

GUSTO

Parmigiano Reggiano, ecco perché è il “Re dei formaggi”

Lealtrenotizie

La vittoria che ci voleva

Il Parma

La vittoria che ci voleva

LIBRO

Sopra Le Aspettative, la vita oltre la Sla

Langhirano

Trovato il ladro con il machete

Colorno

Battuto il record alla disfida degli anolini

PEDEMONTANA

Allarme povertà, sussidi per 150 famiglie

Paura

Spray al peperoncino in discoteca

17a giornata

D'Aversa, buona la prima: 1-0 e 3 punti d'oro a Bolzano Guarda il gol - Fotogallery

Nocciolini: "Stesso Parma, ma con più grinta", Scavone: "Bene, ma la strada è lunga" (Video)Pacciani: "Vittoria sofferta ma meritata" (Videocommento) - D'Aversa: "Primo tempo sofferto, poi la squadra ha tenuto" (Video)Lega Pro, risultati e classifica (guarda)

3commenti

sudtirol-parma 0-1

D'Aversa: "Primo tempo sofferto, poi abbiamo tenuto bene" Video

incidente

Auto contro un palo a Soragna: 21enne ferito

WEEKEND

Natale nell'aria: dagli acrobati ai mercatini i 5 eventi imperdibili

feste

Si accende l'albero in piazza: suggestioni natalizie nella nebbia Video

Polizia municipale

Dalla Puglia a Collecchio in tre ore? No, tachigrafo truccato: maxi-multa

3commenti

Inchiesta

Emergenza truffe: come difendersi

2commenti

tg parma

Incidente a Brescello: quattro feriti, due bambini al Maggiore

musica parma

"Malaccetto", Cattabiani presenta il nuovo album

Venerdì sera all'App@Colombofili - "Così si sente il cantautore" (leggi l'intervista)

MONTICELLI

Addio a Tina Varani, una vita per la famiglia

Originaria di Fidenza, per più di 30 anni aveva gestito "Il Cantuccio" con il marito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

CONTI PUBBLICI

La manovra è legge: ecco cosa cambia

2commenti

Reggio Emilia

Si travestiva e pagava ragazzini per fare sesso: arrestato 40enne, più di 30 vittime

1commento

SOCIETA'

Londra

E' morto Greg Lake, la voce di Emerson, Lake and Palmer

GIORNALISMO

Gramellini passa dalla Stampa al Corriere

SPORT

Storie di ex

Fiorentina avanti in Europa grazie a Chiesa jr.

TG PARMA

I Corrado acquistano il Pisa. Giuseppe: "Sogno sfida col Parma in A" Video

MOTORI

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti

MOTORI

Suzuki, il grande ritorno di Ignis