Arte-Cultura

Il segreto della camera oscura

Ricevi gratis le news
0

di Francesca Carlucci
Tra  le cose dimenticate che erano venute fuori c’era la sua tesi di laurea in psicologia. Luciana l’aveva appoggiata simbolicamente in cima alla pila del materiale che aveva deciso di portare via con sé.. Centodieci e lode per quasi duecento pagine sui comportamenti indotti.  Non un astro nascente era stata, però, ma una meteora che era andata a spiaccicarsi nella plaga del matrimonio. Ma in poco tempo suo marito Massimo, un architetto, non le aveva più chiesto di pensare, di comunicare, di esistere …Erano cominciati i tradimenti. E con i tradimenti erano arrivati  il chioccolio delle scuse sempre diverse e sempre uguali, lo stridio delle menzogne, la grandine delle umiliazioni. Guardò l’orologio ed in quello stesso istante udì il campanello del videocitofono, al cancello, e nel monitor delle telecamera vide avanzare per il vialetto l’ultima fiamma di suo marito, la più volitiva, la più tenace.   Tanto volitiva e tanto tenace da chiederle infine, fra truci minacce e patetica insistenza, un incontro chiarificatore. Le  favorite di Massimo erano sempre state incolori ed efebiche, quasi androgine, opposte a lei, almeno com’era stata… Si domandò se questa non fosse stata l’indicazione d’un’omosessualità sommersa. Avrebbe anche potuto essere uno studio interessante, osservò, e intanto andava ad aprire il portoncino d’ingresso della villa, entusiasticamente progettata un tempo come nido d’amore  inviolabile. «Si accomodi, prego», invitò.
Ma l’altra ringhiò un diniego e  subito la fronteggiò, spavalda. «Vattene!», intimò la visitatrice. Luciana sapeva che si chiamava Iole e s’era fatta una gavetta da schifo strisciando d’ufficio in ufficio in un’azienda dei dintorni. «Sto andandomene, infatti», rispose pacata ed accennò col mento alle due valigie ai piedi dello scalone. «Lascialo!» stridette Iole. «Ti diverti a farlo soffrire, a non mollarlo. Ti diverti a farci soffrire tutti e due»! Infilò la destra nella borsetta con una mossa resa goffa dalla rabbia e le puntò un revolver al petto. Luciana sapeva che aveva frequentato un corso di tiro a segno. «Sbagli», le disse. «Non sono io a trattenerlo». Ignorando l’arma andò verso il sécrétaire, si chinò a estrarre una fotografia e la mostrò tenendola davanti a sé. Iole tentennò poi allungò una mano e la prese. Eccolo là, Massimo, e proprio nel loro ristorantino sul mare, teneramente abbracciato ad una ragazza bionda e sorridente, d’una bellezza assoluta, abbagliante. «Chi è?» farfugliò Iole col pianto in gola. «So solo che è polacca e lavora in un night». La ragazza la guardò disperata.
Luciana allargò le braccia in quello che  poteva sembrare un gesto complice di comprensione.
«Sorry» mormorò, ma l’altra non intese la micidiale ironia.  Forse anche perché si udiva un’automobile avanzare per il vialetto. «E’ lui?» domandò Iole, gli occhi sbarrati, un velo di saliva alla bocca. Luciana annuì e la ragazza corse fuori. Uno, due, tre, quattro, cinque colpi e tutti conficcati nel fragore del parabrezza infranto, sovrastando il breve sbandare delle ruote  e il cozzo dell’auto, infine, contro le fioriere. Iole rientrò barcollando.  Luciana pensò freddamente al sesto colpo ancora nel caricatore e a certi passi folgoranti della sua brillantissima tesi di laurea. Nuovamente, la ragazza le puntò contro il revolver. Piangeva e rantolava frasi indistinguibili. Poi ripiegò il braccio teso, si appoggiò la canna alle labbra tremanti, aprì la bocca... Luciana osservò l’arazzo persiano del XVI secolo costellarsi d’un’esplosione di chiazze scarlatte e poi d’una scia quasi nera che l’oscurò dal centro alla base. Raccolse la foto e l’accartocciò nella mano, poi compose rapidamente il 112 e fece in modo che la voce le s’incrinasse un attimo mentre annunciava la tragedia. Molte cose sarebbero cambiate, in quella casa: si sarebbe sbarazzata della veranda liberty sul retro, del gazebo vicino alla piscina, della camera oscura…Anche di quella, sì. Pure se là dentro aveva imparato a fare tante cose utili e interessanti: foto in bianco e nero, foto a colori, e soprattutto, ultimamente, persino fotomontaggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

La Royal Mail ha preparato i francobolli dedicati al Trono di spade

filatelia

Royal Mail, francobolli dedicati al Trono di spade

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

10commenti

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

1commento

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

gazzareprter

Piazzale Buonarroti, un salotto o una discarica?

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani tra i candidati supplenti. Capofila in Toscana 2 un giovane universitario della Scuola europea di Parma

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

8commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

CASSINO

Abusa della figlia 14enne: trovato impiccato davanti a una chiesa

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

FESTE PGN

Open Bar al castello di Felino Foto

Portogallo

Onde gigantesche come nel film Point break

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova