12°

Arte-Cultura

Un antesignano della Pop Art

Un antesignano della Pop Art
0

Tiziano Marcheselli


Questa recensione della mostra di Toulouse-Lautrec, in corso alla Fondazione Magnani Rocca di Mamiano fino a domenica, è l’ultimo articolo scritto da Tiziano Marcheselli per la Gazzetta il 26 ottobre scorso, poche ore prima del malore che lo ha portato alla morte. 

Si è parlato e scritto molto del piccolo-grande Henri de Toulouse-Lautrec e delle sue esperienze a contatto con l’Impressionismo, l’influsso che ha avuto su di lui Degas e la conoscenza delle stampe giapponesi, ma - a una visione più ampia di quella storicizzata - considerando l’importanza della scoperta della linea, delle tinte piatte, dei colori brillanti e dei soggetti popolari, si potrebbe quasi affermare che questa creatività, priva di pietà e di falsi moralismi, costituirebbe (con le dovute riserve) una forma antesignana della moderna Pop Art.
Se, infatti, consideriamo, oltre alla stesura artistica vera e propria, le teorie filosofiche e sociali di cervelli quali Herbert Marcuse (che ha descritto la società industriale contemporanea come una società repressiva e alienata) e Herbert Marshall McLuhan (che ha studiato i processi e i mezzi di comunicazione di massa), l’attività di Lautrec ci appare proprio proiettata fino alla metà del Novecento, con le teorie e i materiali propri della Pop, dalle illustrazioni alle pubblicità, dai cartelloni dei locali (addirittura anche poco raccomandabili) ai caroselli, dai rotocalchi agli slogan.
Allora, da «L’uomo a una dimensione» ed «Eros e civiltà» di Marcuse fino a «Galassia Gutenberg» di McLuhan, passando attraverso tante pubblicità e illustrazioni di artisti Pop come Warhol, Lichtenstein, Jones, D’Arcangelo, Dine, Rosenquist e gli italiani Adami e Pistoletto.
Considerando, poi, la breve vita di Henri (1864-1901) e il suo aspetto sconcertante (ricordo che José Ferrer, quando lo interpretò al cinema, dovette girare tutte le scene inginocchiato), appare ancora più moderno e stimolante lo stile coraggioso e popolare (seppur non banale) di questo artista nobile che inventa una popular art per farsi comprendere e ammirare da tutti, intellettuali, borghesi e terzo stato.
Basti osservare uno dei tanti manifesti, magari quello del «Divan Japonais», con quella figura di donna dal nero appiattito, per rendersi conto che la mancanza di sfumature e di prospettiva sono cominciate proprio con questo fondatore di un nuovo genere artistico, l’immagine pubblicitaria e commerciale, da cui è scaturita la complessa critica mitologica della società dei consumi rapidi.
E così via, con i dorati manifesti per l’amico Aristide Bruant, fondatore del Mirlito, narrato di tre quarti in una bellissima immagine (felliniana?) con una sciarpa vermigliona e cappello e mantello neri, e, ancora, di fronte, con la stessa mise e la scritta Eldorado; e, infine, di spalle, con le mani in tasca, che volge la schiena allo spettatore. Si tratta di una bidimensionalità che verrà poi usata e ingigantita dagli alfieri della Pop, così come il selezionato colore, mai predominante sulla silhouette.
Ma gli esempi sarebbero tanti, a testimoniare questa preveggenza di Lautrec: dal giallo piatto di «Mademoiselle Polaire» ai neri ciclisti della «Catena Simpson», dalla monocromatica «May Milton» alle figurette di «Ai piedi del patibolo», al movimento di «Caudieux», al Can can de «La Goulue», e via via di questo passo modernissimo.
Ma, forse, resta un grosso dubbio: sarà proprio la decadenza della società raccontata da Toulouse-Lautrec a costituire l’aggancio con la decadenza della società contemporanea? La storia - si sa - si ripete in continuazione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen Give Teen A Guitar Lesson On Stage

australia

15enne suona sul palco con Springsteen, con tanto di lezione Video

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Sexy allenamento di Jessica Immobile: boom di clic 

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Le baby gang fanno paura. Negozianti sotto assedio

Via Mazzini

Le baby gang fanno paura: negozianti sotto assedio

7commenti

lega pro

Piovani: "Il Parma? Un po' Fortana, un po' Malvasia" Video

Questa sera Bar Sport su Tv Parma (Ore 20.30)

Parma

Trasporto pubblico, gara a Busitalia. Tep all'attacco: "Verificheremo se l'assegnazione è legittima"

Offerte eccessivamente al ribasso - dice la Tep - possono poi avere pesantissime ripercussioni sul servizio, sugli utenti e sui lavoratori

8commenti

Parma

Mattinata di incidenti: quattro feriti in poche ore Foto

parodia

Si sorride con il prosciutto di Parma in "salsa" Occidentali's Karma Video

autobus

Via Farini, da domani modifica temporanea del percorso del 15

parma calcio

Trasferta di Salò: ecco la prevendita dei biglietti

Boys e Coordinamento organizzano i pullman (tutte le info)

La storia

Silvia, convertita all'ebraismo: mollo tutto e mi trasferisco in Israele

Cocaina

Preso il pusher dei ragazzini

2commenti

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

Gazzareporter

Parma e Torrechiara: scatti invernali

Foto della lettrice Simona

crocetta

Crocetta, il mistero dell'auto bruciata

tg parma

Il pugile Fragomeni dona 25mila euro all'Ospedale dei Bambini Video

BASSA

I truffatori arrestati risarciscono i negozianti raggirati

1commento

berceto

La bandiera dei Lakota sventola in municipio

Sant'Ilario d'Enza

Rissa a colpi di sedie e tavolini: quattro stranieri in manette

Due indiani e due pakistani si sono affrontati fuori da un kebab di via Roma, nel paese della Val d'Enza

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

3commenti

EDITORIALE

I figli, la droga e una mamma "condannata" per troppo amore

di Carlo Brugnoli

ITALIA/MONDO

arte

Mega furto in un Museo a Parigi, 8 anni di carcere a "Spider-Man"

Cremona

Napalm artigianale per incendiare la discoteca "rivale": denunciati due giovani

SOCIETA'

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

1commento

IL CINEFILO

Ecco due film "Molto belli" Video

SPORT

presidente samb

Fedeli: "Parma più simpatico, proveremo a fermare il Venezia"

ATLETICA

"Ayo" Folorunso vince i 400: guarda la straordinaria rimonta Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

LA PROVA

Countryman: anche Mini ha il suo Suv